Come sopravvivere all’estate newyorkese June 09 2015

  • Farà molto caldo soprattutto a luglio e ad agosto fino alla terza settimana, poi le cose dovrebbero andare meglio.
  • Quindi la prima cosa che vi suggerisco, bevete molta acqua. Purtroppo a Manhattan non ci sono tante fontanelle pubblica, e l’acqua costa abbastanza, di più della Coca Cola. Se andate al ristorante, chiedete loro di riempirvi la bottiglietta. Valutate anche di avere una boccia termica da portare con voi.
  • Anche se fa caldo, negli ambienti al chiuso farà un freddo feroce, visto che l’aria condizionata è al massimo. Quindi portate con voi un maglione, sempre. Soprattutto se andate su bus o ai musei.
  • Se siete cagionevoli di salute, lo sbalzo di temperatura vi potrebbe distruggere. Quindi portate con voi dall’Italia le medicine che pensate possano funzionare nel vostro caso, soprattutto per il mal di gola.
  • Evitate di stare troppo per strada durante le ore di punta, meglio utilizzare quelle ore per musei o attività al chiuso.
  • Portate con voi sempre un ombrello, ci sono le tipiche piogge newyorkesi brevi ma tremende che potrebbero cogliervi di sorpresa. E quindi essere bagnati con l’aria condizionata non è il massimo
  • Mangiate molta frutta, in tutti i “Deli” ci sono tantissimi tipi di insalate di frutta, e saranno salvifiche per sopportare il caldo.
  • Evitate la metropolitana se potete. E’ caldissima sottoterra, poi quando entrate nel vagone si gela. Se non siete abituati, sarà una tortura.
  • Se contate di camminare molto, vi raccomando di usare una bella crema potente per difendere le parti scoperte del viso, per non ustionarvi.
  • Prima di prenotare l’hotel, provate a chiedere se c’è la piscina. Potrà essere una piacevole pausa rilassante tra una camminata e l’altra, e vi darà tutt’altra energia.