Dieci posti inconsueti che amo di New York August 25 2015 12 Comments

 

  • Red Hook (Brooklyn)

 Non solo perché qui ha vissuto il grande scrittore Lovecraft (e tra l'altro è nato Al Capone), ma per la vista fantastica, per cui puoi guardare dritto negli occhi la Statua della libertà, lasciandosi cullare nella baia di New York.

  • Sylvia’s (Harlem)

Il  ristorante della cultura del sud afroamericano, della Soul Kitchen, va visitato soprattutto durante il pranzo nei giorni settimanali, quando si riempie di vita vera, locale, borghesia afroamericana. Da provare il pollo fritto.

    • Flushing Meadows Park (Queens)

    Il parco dove c’è la grande Unisfera, residuo dell'Esposizione Universale del 64-65, è perfetto per il barbecue durante il fine settimana. D'estate con la fontana aperta è semplicemente spettacolare.

    • Cobble Hill (Brooklyn)

    Amo le brownstones, i viali alberati, essere lontani dal caos di Manhattan. Un distretto storico ottocentesco dove nacque anche la mamma di Winston Churchill.

    • Bushwick (Brooklyn)

    Città di graffiti, di giovani, di artisti, di italoamericani e fabbriche abbandonati. Pura vita. 

    • Socrate’s Park (Queens)

    Parco di sculture contemporanee, entrerete in un mondo surreale. Si trova ad Astoria nel Queens.

     

    • Staten Island Boat Graveyard (Staten Island)

    Luogo pazzesco, segreto, di navi abbandonate nel mare. Anche qui siamo all'interno di una corrnice quasi apocalittica

    • Roosevelt Island Hospital (Roosevelt Island)

    Sono le uniche "rovine" riconosciute di New York. Un luogo "infestato" dai fantasmi, dove nell'Ottocento arrivavano i malati di vaiolo.

    • Brooklyn Vinegar Hill (Brooklyn)

    Luogo fantastico, con una spettacolare vista su Manhattan. Composto da case ottocentesche, e viali

    • Green Wood Cemetery (Brooklyn)

    A New York i cimiteri sono parchi! E questo di Brooklyn è il piu' bello di tutti. Cinematografico, con una vista fantastica.