Cosa fare a New York quando si viene con i bambini? January 26 2016

di Mariagrazia De Luca 

deluca.marymary@gmail.com

La Grande Mela è una città “family-friendly”, con tante attività pensate per i bambini. Ecco una guida per famiglie che pensano di visitare New York. Ricordate.

La sfilata di Macy’s dei ballons

In questo 2016 saranno ben 90 anni che  i grandi magazzini Macy’s organizzeranno quella che è la sfilata piu attesa dell’anno qui a New York, nel giorno della Festa del Ringraziamento, il Thanksgiving. Ossia il quarto giovedì di Novembre. Se nel 1924 alzando gli occhi verso il cielo gli spettatori potevano avvistare palloni giganti di Braccio di Ferro o Topolino, ora invece campeggiano Hello Kitty, Wimpy Kid, Ronald Mc Donald, il Power Ranger rosso, Sponge Bob SquarePants, Snoopy e tanti altri. Oltre 3 milioni e mezzo di persone seguono la sfilata dei ballons Macy’s per le strade di Manhattan, ed oltre 50 milioni online e in televisione dal resto del mondo. Alla sfilata possono partecipare solo gli impiegati di Macy’s, e i loro familiari e amici, ma voi potete ritagliarvi uno spazietto con una buona vista, preparandovi per tempo, e sapendo dove è più conveniente appostarsi.

La sfilata parte da 77st Street e Central Park West, scende fino a Columbus Circle e poi segue su 6th Avenue. Miglior postazione: su Central Park West dalla 59th alla 38th Street. Siccome la sfilata passa per di là tra le 9 e le 10.30 a.m. cercate di arrivare piuttosto in anticipo per assicurarvi una buona visuale. Al secondo e terzo piano del palazzo di Time Warner Cable a Columbus Circle (che apre alle 9.00), potete godere di una panoramica ottima.

Zone da evitare: tra 34th e 38th Street o di fronte a Macy’s Herald Square: i posti sono limitati, in quanto è lì che operano le televisioni ufficiali.

La sfilata di Macy’s è in definitiva una grande festa per le strade di Manhattan, con banda musicale, concerti e celebrità che vi partecipano.

Le luci di Natale a Dyker Heights

Nel quartiere di Dyker Height in Brooklyn, ogni anno nel periodo natalizio si porta avanti l’antica tradizione di decorare le case e le strade con migliaia di luci di Natale. E’ tutto un luccicare: i tetti delle case, gli alberi, i viali…  nei giardini vi sono presepi fatti di luce, angeli, Babbo Natali con le renne. Un mondo magico per i bambini e non solo. Di ritorno da Dyker Height potete fare una fermata anche al Rockefeller Center per ammirare l’albero con le luci di Natale piu famoso degli Stati Uniti, e anche lo sfarzo di luci delle vetrine della 5th Avenue. Non dimenticate che ogni anno ilmioviaggioanewyork organizza l'unico tour in esclusiva in italiano di Dyker Heights

Caroselli (giostra cavalli)

Oltre ad essere una giostra dove i bambini (e i genitori) possono provare l’ebrezza del cavalcare cavalli bianchi come in una favola, Jane’s Caroseul, nei pressi del ponte di Brooklyn, è una vera e propria opera d’arte. Infatti l’antico carosello risale al 1922 e fu installato inizialmente nell’Idora Park, in Ohio, dove rimase per molti anni prima di essere trasferito a New York. Grazie all’opera di restauro, che è stata completata ultimamente, i colori del carosello hanno riacquistato l’antica lucentezza. Jane’s Caroseul è stato sottoposto a un restauro colossale, vista l’entità del carosello: 48 cavalli in legno e due carrozze. Il biglietto costa 2 dollari e vi sono prezzi speciali per scuole e gruppi. E’ aperto tutti i giorni tranne il lunedì, in quanto, come annunciato nel sito ufficiale, almeno un giorno a settimana i cavalli “need a rest’, hanno bisogno di riposare!

Un altro carosello, piu piccolino e recente, è invece quello di Bryan Park: 14 cavalli. In una piazza iconica come Bryan Park, il carosello si inserisce armoniosamente tra i grattacieli che si specchiano l’un l’altro, e i bambini possono sognare cavalcando al suono della musica da cabaret francese.

Il carosello di Central Park, situato sulla 64th Street, nella parte centrale del parco, è sicuramente il più antico di New York. Risale al 1871 (anche se ne sono stati cambiati vari modelli nel corso del tempo), il biglietto si paga 3 dollari, ed è sempre popolato (nei giorni invernali più freddi chiude).

Central Park tra zoo e marionette

Quante cose possono fare i bambini a Central Park? Tantissime! Dalle semplici passeggiate per godere del verde e avvistare scoiattoli, ai giri in bicicletta, pattinare sul ghiaccio a Wollman Rink con vista sui grattacieli, andare a pesca nell’Harlem Meer. Nelle giornate di sole fare picnic in ampi spazi di verde come Sheep Meadow o nei pressi del Belvedere Castle, assistere al teatro delle marionette nello Swedish Cottage, dove vengono rappresentati classici come Cenerentola o la Bella Addormentata. Fare un giro in barca  o affittare una barca a vela in miniatura telecomandata al Conservatory Water. Tra le tante attività, immancabile è una visita al Tisch Children’s Zoo. I bambini possono avvistare un orso grizzly, il leopardo delle nevi, e anche il panda rosso; visitare la “Tropic Zone”, che ospita animali tropicali oppure quella dedicata ai pinguini e gli uccelli di mare; in determinati orari vi sono anche attività che prevedono il dare da mangiare a  pinguini e leoni di mare, e un teatro 4-D.

Altri zoo sparsi per la citta

Lo zoo di Central Park non è certamente l’unico di New York. Anzi, lo zoo del Bronx è uno dei più grandi degli Stati Uniti, con circa 4.000 animali e 650 specie differenti. A Brooklyn, Prospect Park Zoo, nel Queens, Queens zoo e infine a Coney Island vale la pena visitare l’acquario di New York, che ospita oltre 250 specie di animali selvatici. 

 Le giostre di Coney Island

Il Luna Park di Coney Island è una vera e propria icona a New York! Appena una mezz’ora di metro da Manhattan (raggiungibile con metro F, Q, D, N), apre di solito da fine marzo e chiude i primi di novembre. Nel sito web ufficiale trovate le descrizioni di tutte le giostre presenti nel luna park, adatte a bambini e adulti, e sono divise per “grado adrenalinico”. Per i bambini piccoli e genitori che hanno voglia di rilassarsi, la sezione “mild thrill” è senza dubbio quella più indicata: che ne dite di un giro nel Tea Party, dove potete sedervi comodamente dentro una tazzina rotante? Per i bambini un po’ più avventurosi, invece, “moderate thrill”, come Watermania: tenete in conto di inzupparvi dalla testa ai piedi una volta che state su queste macchinine acquatiche. Per i bambini un po’ piu grandicelli e spericolati, “high thrill” e “extreme thrill” è quello che fa per voi: siete pronti per lanciarvi dal famoso Cyclone, le montagne russe in legno più vecchie degli Stati Uniti (ma ancora in ottime condizioni e super sicure … almeno si spera!)

 Non solo adrenalina a Coney Island…

Coney Island non è solo il Luna Park, anzi, vale la pena rimanerci per una giornata intera e godere a pieno con la propria famiglia di questo luogo unico (e ricco di storia) newyorkese. Camminare lungo la Coney Island Boardwalk, la passeggiata di Coney Island, vi prenderà parecchio tempo: è lunghissima e piena di street food, dove dovete fermarvi per provare pizza al taglio, hot dog e tante altre prelibatezze locali; per quanto riguarda la pizza, la migliore di Brooklyn sembra sia quella venduta da Totonno Pizzeria Napoletana o Grimaldi’s Pizzeria.  Gli hot dog “storici”  quelli di Nathan’s, aperto dal 1916, dove anche Al Capone sembra sia stato un cliente abituario. Cibo caratteristico di Coney Island sono i popolari “knishes” (fatti con purè di patate, carne macinata, crauti, cipolle, Kasha, che sarebbe un impasto di grano saraceno e formaggio) resi popolari a Coney Island dai tanti immigrati dell’Est Europeo che sono arrivati nei primi del 1900. Per quanto riguarda i dolci, considerate di fare un salto da Williams Candy, da 75 anni produce le “candies” più famose del mondo: Red Candy Apple, mele ricoperte di fine caramello, Marshmallow Treats (come descriverle una caramella con noccioline e ripiena di marshmallow? Bisogna solo provarlo!), ice cream, lollipops, etc.

 

Fate un giro anche al Coney Island Museum, che ospita un modello 3D dell’originale luna park, opera dell’artista Fred Kahl, e vecchissime (e introvabili) cartoline di Coney Island e molto altro. Vi sono spettacoli tradizionali, come circo, di magia, teatro, etc. organizzati da “Coney Island USA”, che hanno “programs for everybody” e vogliono valorizzare e preservare Coney Island e la cultura americana locale. Infine, per rilassarsi e digerire tutto il cibo mangiato a Coney Island, un bel giro sulla Wonder Weel (7 dollari), ruota panoramica alta oltre 45 metri, per osservare dall’alto questo posto magico che è Coney Island. Risale agli anni ‘20: un’istituzione. Nei pressi della ruota panoramica c’è anche the “kiddie park”, un piccolo parco solo per bambini, con 16 giochi diversi, come: carosello, piccola montagna russa Sea Serpent, Rio Grande Train.

 

Musei: imparare… divertendosi!

 American Museum of Natural History

Dove: 79th street e Central Park West

Visitare il museo di storia naturale di New York è un modo divertente per avvicinare i bambini alla scienza. E poi, ammettiamolo, è uno dei musei più esaltanti di New York. Il planetario, con la rappresentazione dell’universo su differenti scale, con pianeti e astri è qualcosa che lascia bambini e adulti a bocca aperta! Nella sezione preistorica, tutti si sentono “piccoli” sotto gli scheletri giganteschi dei dinosauri, così come sotto l’iconica Giant Blue Whale: un modello di una balena blue lunga quasi 30 metri, sospesa in aria. Straiarsi sotto la sua pancia è un “must” per tutti i visitatori: significa rendere omaggio a questa specie in estinzione ricordando che è responsabilita di tutti prendersi cura dell’ambiente, affinchè animali tanto straordinari possano continuare a esistere nel nostro pianeta.

 Sony Wonder Technology lab

Dove: 550 Madison Avenue

E’ il museo della Sony, completamente Sci-Tech. Quattro piani con un percorso interattivo per tutti i visitatori (con attività adatte a bambini di differente età), che iniziano la visita creando un proprio profilo digitale: foto, registrazione della propria voce e indicazione gusti musicali, colori, etc. Istallazioni “tecnologiche” che mostrano come i dispositivi si sono evoluti negli ultimi decenni (da grandi e ingobranti alla “nanotechnology”). La zona Robot, dove i ragazzi possono interagire con robot e Interactive Floor, dove inseguono macchie di colore sul pavimento che si muovono insieme ad altri visitatori e Dance Motion Capture, dove mentre si balla ci si rispecchia in un video di fronte in un personaggio animato della Sony, facendo esperienza di come si costruiscono personaggi di video games.

 Megastore di Time Square

I megastore nei pressi di Times Square, come Disney Store, M&M’s, o Toys R Us, organizzano spesso eventi dedicati ai bambini. Toys R Us  non e’ solo un negozio di giocatolli, ma pieno di attrattive per bambini come la ruota panoramica Ferris alta 18 metri, o il modello grandezza reale del Tirannosuaro Rex, o la casa di Barbi (400 metri quadrati). Purtroppo ha chiuso, ma riaprirà presto. Il Disney Store è una specie di Disneyland in miniatura, con castelli fatati, pupazzi giganti di personaggi classici famosi, e anche un Theater dove vengono proiettate (su uno schermo stile jukebox) scene dei cartoni classici di Disney

Al negozio delle M&M’s c’è il rischio di fare il rifornimento di centinaia di questi confetti al cioccolato (a scapito dei portafogli dei genitori), ma i bambini amano anche semplicemente fare passeggiate nel grande negozio, e farsi fotografare con le famose mascotte delle M&M’s: “Red”, il sarcastico della gang, “Yellow”, il più ingenuotto, e i più recenti Green, Blue e Orange.