St. Mazie a Williamsburg, non perdetevi lo Zeberino e la Breakfast Tostadas March 29 2016

Di Nicola Passarotto

nicolapassarotto@gmail.com

Musica live tutte le sere, per lo più jazz e blues, talvolta fragorosa e coinvolgente, altre più rilassante. Cocktail deliziosi. Interessante varietà di ostriche. Happy Hour tutte le sere dalle 16 alle 18 con un bicchiere di vino a 5$, birra (Brooklyn Lager) a 6$, ostriche a 1.50$.

Una Supper Club al piano inferiore, una sorta appunto di “dining room”/sala preposta soprattutto per la cena, dove degustare qualche squisita zuppa, ma anche risotti, bruschette, burger e sandwich.

Difficile poter pensare a un concept maggiormente attraente e mutevole di quello proposto dal St. Mazie, locale su due piani dal perfetto stile retrò (in un ideale incrocio tra New York e New Orleans) ubicato nel cuore di Williamsburg, quartiere dominante di Brooklyn e facilmente raggiungibile da Manhattan grazie alla linea L. Williamsburg, conosciuto anche come la  “piccola Berlino”, è divenuto nel recente passato una delle zone più ambite - anche a livello residenziale - di New York, grazie soprattutto al suo invidiabile fermento artistico e musicale, a una copiosa e a volte discussa comunità “hipster” e ad alcuni dei club notturni/bar/ristoranti più alla moda dell’intera città.

E proprio a poche centinaia di metri da una delle fermate cardine del quartiere – “Lorimer Station” – potrete raggiungere facilmente il St Mazie (tra Grand Street e Marcy Avenue) facendovi conquistare immediatamente dal suo clima rilassato e piacevolissimo nelle serate d’inizio settimana e della domenica, e a quello invece estremamente coinvolgente e intrigante di giovedì, venerdì e sabato notte. (nella foto un daiquiri).

 

La musica dal vivo caratterizza tutte le nottate del locale e il genere jazz la fa da principe, ospitando alcuni dei terzetti/quartetti più in voga di New York o veri e proprio ensemble internazionali. Ma non è affatto raro trovare anche proposte musicali sempre dal vivo di musica blues, gypsy e soprattutto flamenco, in particolare il venerdì sera. Tra la selezione di cocktail, una dozzina circa, da provare assolutamente lo Zeberino (11$, una versione rivisitata e interessante del Margarita), lo Said & Done (10$, con Vodka, ginger, limone, succo d’arancia e Reagans, una soluzione alcolica amara all’arancio) e il Brown Derby (10$, Bourbon, pompelmo spremuto, qualche goccia di miele). Il Brunch – dalle 12 alle 16 – il sabato e la domenica rappresenta uno dei momenti topici anche del St Mazie, come del resto dell’intera New York.

Tra le prelibatezze proposte la Breakfast Tostadas (13$, con uova, tortillas di mais, coriandolo e pollo al chipotle – specialità messicana - tagliuzzato), il Veggie Hashtag (10$, con uova, verdure arrostire, pane tostato e la possibilità di aggiungere carne di maiale – 12$ - o pesce affumicato, 14$) e il Breakfast Blt – 13$ - con uova in camicia, pane tostato, pancetta, piselli e aioli (una salsa a base di aglio, olio d’oliva e limone). Per il menù serale e infrasettimanale invece oltre al risotto di funghi, 14$, alcuni dei piatti più richiesti sono il Fish Board (13$, una selezione di pesce di mercato, sottaceti e una focaccia fatta in casa) e il Mezze Board (12$, con crostatina al parmigiano, selezione di purè vegetali, sottaceti e focaccia).

Per la cena appunto potrete scegliere di trovare rifugio, soprattutto nei weekend, nella Supper Club al piano sottostante il bar, concedendovi un’atmosfera più rilassante rispetto al resto del locale ma senza rinunciare al brio di un “long-drink”, poiché anche il Club possiede un piccolo - “tiny” - bar, ideale per un Gin & Tonic o un Rum & Cola.

 

Dove: 345 Grand St, Brooklyn