Bushwick Open Studios: gli artisti a aprono i propri atelier al pubblico October 01 2016

Di Mariagrazia De Luca

Durante questo primo fine settimana di ottobre migliaia di artisti di Bushwich, quartiere nel cuore di Brooklyn, aprono eccezionalmente i propri atelier al pubblico, in occasione del festival BOS, Bushwick Open Studios (1 e 2 di ottobre), organizzato dai volontari dell’associazione Arts in Bushwick.

Per arrivare a Bushwick prendete il treno L da 14th street e scendete alla fermata di Jefferson.

 Nel mentre andate alla ricerca degli Open Studios (scaricatevi la mappa dal sito ufficiale), godete dei bellissimi murales sulle pareti degli edifici di quello che è oggi il quartiere più “alternativo” di New York.

Che peccato che il “profitto” stia arrivando anche qui, e che molti cartelloni pubblicitari giorno dopo giorno stiano ricoprendo sempre più opere artistiche, la maggior parte di qualità incredibile, fatte da artisti indipendenti.

Tra le tante mostre vi consiglio di passare a vedere un’esposizione di tredici artisti messicani, Se habla Arte Mexicano, dell’associazione Méxtasis, a 476 Jefferson Street. Immigrazione, identità, femminicidio, “desaparecidos,” libertà di viaggiare sono solo alcune delle tematiche affrontate dagli artisti. 

Il mio consiglio: perdetevi nelle strade di Bushwich, non tanto geometriche come quelle di Manhattan, ed entrate e uscite dagli Studios, chiacchierate con gli artisti, fategli domande sulla loro arte (sono molto entusiasti nel parlarne), fatevi offrire un bicchiere di vino, delle pop corn o altri “treats” che spesso mettono a disposizione dei visitatori.

Ogni artista di Bushwick (molti dei quali originari di New York, ma anche del resto degli Stati Uniti e del mondo intero) ha una spiccata personalità, uno stile inconfondibile, e utilizza materiali diversi, molti originali e non di rado “insoliti”. 

 

Durante questo fine settimana a Bushwick, sia per strada che dentro gli Open Studios, vi sono mondi incredibili da scoprire e esplorare... Un'avventura imperdibile! La sensazione che avrete, una volta finito il vostro tour degli Studios di Bushwick è di essere completamente “drunk”, ubriachi della tanta arte incontrata.