Come trasformare l'idea della pasta fatta in casa in una rivoluzione a New York? September 29 2017 14 Comments

  • Una persona deve fare la pasta, non importa se giovane o anziana, se uomo o donna, ma questa persona è il protagonista di questa azione di marketing.
  • Preparate un eCommerce dove acquistare il prodotto, dal nome semplice facile da ricordare
  • Utilizzate dei video in cui il nostro protagonista mostra come fa la pasta, da mettere continuamente su instagram o facebook (o altro social media che considerate adatto). Sponsorizzate i video su facebook e instagram.
  • Prima o poi le televisioni newyorkesi se ne accorgeranno, e parleranno di voi. Potete usare anche un PR.
  • Ovviamente la quantità di pasta che il nostro protagonista può fare è limitata, ed è per questo che la gente dovrà prenotarla molto prima, ma questa “scarsità” renderà appetibile il prodotto. Come un diamante raro. Non è ancora il momento di “fare cash” ora si sta rafforzando il marchio.
  • Tutto questo creerà ancora piu’ attenzione attorno al marchio e al prodotto. Bisogna mantenere l'attenzione alta.
  • La pasta viene consegnata in casa, con ricette e suggerimenti. Video esplicativi anche su youtube.
  • A questo punto passate alla fase due. Aprite un network. Come Airbnb o Uber. Chiunque (rispettando la legge locale) può proporsi come pastaiolo. In tanti potrebbero proporre la propria pasta e tantissimi acquistarla. Un sistema di recensioni garantisce la qualità e affidabilità. Su ogni transazione vi trattenete la percentuale. I delivery vengono affidati ad una compagnia che si occupa di questo.
  • A questo punto apritevi a degli investitori.  Cosa fare? Potete 1) Estendere da New York agli Stati Uniti, e poi ad altri paesi consumatori di pasta (Francia, Italia) 2) Passare dalla pasta a tutti i prodotti fatti in casa, tra cui dolci.
  • Ovviamente ci saranno delle leggi da rispettare e a volte da forzare (come le forza Uber), ma intanto l’idea sarà diventata così importante che nel conto dell’azienda affluirà capitale sempre piu’ fresco da utilzzare per avere i miglior legali, i migliori lobbisti, la migliore stampa.
  • Godetevi il successo del vostro primo miliardo. 
  • Immaginate un mondo in cui in tanti trasformano la loro passione di fare la pasta in una piccola fonte di reddito, e in cui tanti decidono di provare la pasta fatta in casa per avere qualcosa di artigianale e sano. 
  • Ricordatevi quattro cose fondamentali.

1) Puntate in alto, anche se non ci arriverete bisogna avere un'idea che sia come una stella cometa che vi guida.

2) Siate pronti a cambiare lungo il cammino il focus dell'azienda, magari sconvolgendo l'idea iniziale perché intanto conoscete meglio il mercato, ed avete visto nuove opportunità che prima non potevate vedere. Col tempo si acquista esperienza.

3) Non abbiate paura di nemici e degli ostacoli. I nemici ci saranno, pensate magari a qualche multinazionale della pasta che vuole mettervi i bastoni tra le ruote, o ai tanti ostacoli burocratici. Ma non vi scoraggiate, l'imprenditoria americana è una sfida perenne contro tutto e tutti. Pensate ad Uber. Pensate ad Apple. Pensate ad Airbnb. I prossimi siete voi?

4) Non abbiate paura di fallire, perché dai fallimenti si acquista esperienza, e male che va avrete qualcosa da raccontare ai nipotini. La vita è troppo breve per non pensare in grande.

Ultima cosa? Chi sono io per essere credibile? E se fossero tutte chiacchiere. Bene la rispsota è semplice. Sono uno che una cosa del genere non solo l'ho pensata, ma l'ho fatta nel turismo. Verbo fare, importantissimo. Perché tanti fanno solo chiacchiere. Quindi so di cosa parlo.