Da New York arriva il primo passaporto vaccinale: cos’è e come funzion – ilmioviaggioanewyork

Sono disponibili i corsi di Facebook e Instagram su pieroarmenti.com non perdete l'occasione di usare i social per il vostro futuro

Da New York arriva il primo passaporto vaccinale: cos’è e come funziona

April 10 2021

Da New York, una delle città che più ha accusato gli effetti della pandemia, soprattutto sotto l’aspetto sanitario, arriva una grande novità: il primo passaporto vaccinale. Inizia ad aprirsi una speranza di normalità con questo pass digitale sul quale saranno caricati i dati vaccinali dell’utente e i risultati dei tamponi Covid-19 effettuati. Probabilmente, diventerà la nuova chiave d’accesso a eventi, manifestazioni sportive e concerti.

 

Cos’è l’Excelsior Pass

Il passaporto vaccinale lanciato negli Stati Uniti è un’applicazione sviluppata su una piattaforma IBM che sfrutta la tecnologia Blockchain per consentire il rispetto della privacy degli utenti. Il Governatore di New York Cuomo è pronto a guardare avanti e superare la pandemia.

Le vaccinazioni stanno accelerando e ad oggi hanno ricevuto la propria dose il 30% degli adulti e la metà degli over 65. Ogni giorno a New York vengono somministrate circa 70.000 dosi di vaccino. La metropoli è quella che fra tutte le città d’America ha accusato il colpo peggiore, vedendo migliaia di residenti spostarsi dalla città a favore di zone più tranquille.

Viaggio di Gruppo

 

Come funziona l’app

L’app Excelsior Pass permette di caricare ai cittadini i propri risultati ufficiali dei tamponi effettuati e le date delle vaccinazioni eseguite. In questo modo, all’ingresso di stadi, teatri, cinema, basterà un QR Code per verificare lo stato di salute dell’individuo. La speranza è quella che l’app si diffonda anche in altri stati e paesi, accelerando il processo di ripartenza. 

il primo beta test dell’applicazione è stato fatto durante una partita dei Buffalo Bills a gennaio, dove i partecipanti sono stati monitorati per due settimane. La trasmissione del virus rilevata è stata definita trascurabile. Sono stati effettuati ulteriori test durante altri eventi e in luoghi più o meno affollati. Il sistema quindi sembra funzionare molto bene.

La registrazione all’app prevede l’inserimento del proprio nome, della data di nascita e del codice postale. Il profilo viene subito abbinato alle registrazioni delle vaccinazioni e dei tamponi fatti. Quando ci si presenta in un luogo pubblico, basta mostrare il QR Code e il documento d’identità e verrà immediatamente generato un segno di spunta verde per quel luogo. L’app può essere scaricata sia per i sistemi Apple che Android. Il pass per la vaccinazione è al momento valido per 30 giorni, ma alla sua scadenza è possibile generarne uno nuovo.

Al momento l’adesione a questo sistema è volontaria e le aziende possono anche scaricare gratuitamente l’Excelsior Pass for Business, per controllare più facilmente i propri clienti.

Lascia un commento







Lascia un commento