Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "central park" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

I luoghi migliori per guardare New York dall’alto December 10 2018

State programmando un viaggio nella Grande Mela? Lasciatemi dire che questa città vi stregherà e vi lascerà senza fiato! La sensazione è quella di trovarsi all’interno di un film e di essere i protagonisti della pellicola. Ritrovarsi dinanzi ai luoghi che sono stati resi famosi sul grande e piccolo schermo, è al limite del surreale. 

New York dall'alto

Un viaggio a New York è molto più di questo e non è paragonabile a nessun’altra esperienza travel. Per questo motivo, il mio consiglio è quello di munirvi di macchina fotografica e di immortalare i mille volti di questa metropoli in continuo movimento.

Le prospettive da cui ammirare la Grande Mela sono molteplici ma se c’è una visuale che non potete lasciarvi scappare è quella di Manhattan dall’alto. Si tratta di un’esperienza che non dimenticherete e che porterete per sempre nei ricordi di questa meravigliosa città. 

New York dall'alto

Di seguito, i luoghi migliori per guardare New York dall’alto.

 

L’EMPIRE STATE BUILDING

Questo grattacielo è un vero e proprio simbolo di New York ed è diventato nel tempo un’attrazione iconica della Grande Mela. Dall’osservatorio dell’Empire State Building, collocato all’ 86esimo piano dell’edificio, avrete accesso ad una vista privilegiata su New York. Sarà difficile non emozionarsi guardando dall’alto la città, magari al tramonto quando i colori caldi del cielo rendono l’atmosfera ancora più suggestiva. 

Vista dall'Empire State Building

Qui potete acquistare i biglietti per l’osservatorio dell’Empire State Building. Vi consiglio di farlo per evitare file eccessive alla cassa. Il tempo da trascorrere a New York è prezioso!

 

IL TOP OF THE ROCK

Nel complesso del Rockefeller Center, all’interno del grattacielo 30 Rockefeller Plaza, si trova il Top of the Rock. Quest’ultimo offre un fantastico punto di osservazione della città: verso nord godrete della vista di Central Park, verso sud di quella dell’Empire State Building e del One World Trade Center. 

Vista dal Top of the Rock

Central Park dall'alto 

Il Top of the Rock si trova al 70esimo piano del grattacielo con ben tre terrazze panoramiche sia interne sia esterne. La vista a 360° su New York è mozzafiato! Qui potete acquistare il CityPass, l’abbonamento che consente di risparmiare tempo e denaro nella visita della città e che, tra le molteplici attrazioni newyorkesi, comprende anche l’ingresso al Top of the Rock.

  

IL ONE WORLD OBSERVATORY

L’osservatorio più alto di New York è quello del One World Trade Center, il complesso che sorge lì dove si trovavano, fino al settembre del 2001, le Torri Gemelle. Il One World Observatory è collocato al 102esimo piano del grattacielo ed offre una vista sulla metropoli che si può paragonare a quella di cui si gode su un elicottero.

La vista sul ponte di Brooklyn e su Manhattan è unica! 

One World Observatory

Qui potete acquistare i biglietti per l’osservatorio One World Trade Center. C’è l'opzione per scegliere sia la data sia l’orario preferito così da arrivare preparati.

 

L’ELICOTTERO

Proprio così! Esiste la possibilità di ammirare New York dall’alto di un elicottero. Osservare, da una prospettiva diversa e rara, i grattacieli, i ponti e le isole circondate da acqua che rendono unica questa metropoli. Un’opera d’arte a cielo aperto!

Vista aerea

Questo video mostra alcune immagini dell’incredibile tour in elicottero:

Qui potete acquistare i biglietti e scegliere l’opzione di tour che preferite: da quella di 15 minuti fino a quella di 30 minuti.

 

I ROOFTOP

I bar panoramichi, i famosi rooftop, sono una delle principali attrazioni della Grande Mela e devono il loro successo alla prospettiva originale che offrono sulla città che non dorme mai. Dunque, le terrazze panoramiche rientrano, senza ombra di dubbio, tra le cose da vedere durante il vostro soggiorno nella metropoli.

Fantastico sorseggiare un drink mentre si osserva la bellezza di New York e si apre la mente ai sogni

Rooftop New York

A tal proposito, un tour al quale vi consiglio di partecipare, è quello serale dedicato alle terrazze panoramiche di New York. Potrete godere della vista di tre rooftop lounge! Per acquistare i biglietti cliccate qui.


I parchi di New York: quelli da non perdere a Manhattan November 30 2018

Siamo abituati a pensare a New York come alla città dei grattacieli, che non dorme mai ed è continuamente in movimento. Tuttavia, la Grande Mela è, innanzitutto, una metropoli dai mille volti e dalle molteplici sfaccettature.

Un esempio? New York è anche una città piena di parchi!

Tra i quartieri in cui svettano grattacieli ed edifici, si nascondono i parchi. Queste aree verdi sono oasi di pace all’interno della città e creano un'antitesi con le costruzioni circostanti. Si tratta, tuttavia, di un contrasto armonioso e che conferisce innegabile bellezza alla metropoli.

Parchi di New York

Andare alla scoperta della Grande Mela, non può prescindere da una visita ai parchi più belli e famosi della città. Qui potrete rilassarvi, passeggiare e cimentarvi in tante attività diverse. Inoltre, osservare la metropoli dall’interno dei parchi garantisce una prospettiva unica e impareggiabile.

Queste aree verdi vi permetteranno di immergervi nello stile di vita newyorkese. E’, infatti, in queste aree verdi che i newyorkesi prendono delle pause dalla vita frenetica della metropoli ed è qui che “staccano la spina” dalla quotidianità.

Di seguito, i parchi di Manhattan che vi consiglio di vedere durante il vostro soggiorno a New York.

 

CENTRAL PARK

E’ il parco più importante di New York e si trova nel cuore di Manhattan. Con i suoi 341 ettari, è il principale polmone verde della Grande Mela e si estende dalla 59esima fino alla 110esima strada. Non ci sono dubbi: durante il vostro viaggio a New York, non può mancare una visita a Central Park. 

Central Park

Al suo interno ci sono viali, laghi, fontane e tanto altro! Vi sembrerà quasi un luogo familiare, questo perché molti film e serie televisive sono state ambientate a Central Park.

Le attività che potrete svolgere nel parco sono diverse: picnic, giro in barca, visita allo zoo, passeggiata lungo i viali, etc. Il mio consiglio è di prendere in affitto la bicicletta per visitare al meglio il parco. Qui potrete acquistare i biglietti.

 Central Park

 

BRYANT PARK

Un altro parco nel cuore di Manhattan, nei pressi della New York Public Library. Nello specifico, Bryant Park si trova tra la quinta e la sesta strada e tra la 40esima e la 42esima strada.

E’ un parco circondato da edifici storici e che, come Central Park, offre diverse attività per chi lo visita. E’ molto frequentato sia dai turisti sia dai newyorkesi.

Bryant Park 

Dalla fine di ottobre fino ai primi di gennaio, ospita il Winter Village. Quest’ultimo è uno dei mercatini di Natale più caratteristici di New York. Vi consiglio di andarci e di non lasciarvi scappare l’opportunità di pattinare sulla famosa pista di ghiaccio.

Winter Village Bryant Park 

BATTERY PARK

Avrete l’occasione di visitarlo quando prenderete il traghetto per la Liberty Island. Infatti, il punto di partenza per visitare la Statua della Libertà, Ellis Island o Staten Island è proprio in questo parco. Qui potrete acquistare i biglietti per accedere in maniera veloce alle isole.

Il Battery Park si trova a sud di Manhattan, tra State e Whitehall Street, ed offre una visuale unica sulla Statua della Libertà e su Ellis Island. Inoltre, all’interno è pieno di monumenti e sculture commemorative del passato. 

Visuale Battery Park

Il fascino del parco deriva anche dalla storia che nasconde. In passato, era la porta d’ingresso per la città di New York. Da qui, sono passati migliaia di immigrati con le loro storie e con la speranza di iniziare una vita migliore.

Battery Park 

WASHINGTON SQUARE PARK

Pur essendo più piccolo rispetto ad altri parchi, il Washington Square Park è uno dei più frequentati dai newyorkesi.

La sua posizione, nei pressi dell’università di New York e al centro del Greenwich Village, lo rende una meta ideale per gli abitanti della Grande Mela sia quando vogliono fare un picnic sia quando vogliono godersi le attività offerte dal parco.

Washington Square Park 

MADISON SQUARE PARK

La storia di questo parco è molto antica e risale al 1686 quando fu scelto come spazio pubblico. La città di New York era stata fondata da poco!

Madison Square Park

Il Madison Square Park occupa lo spazio tra la quinta e la sesta strada e tra la 23esima e la 26esima strada. E’ un parco molto curato e ospita diverse installazioni artistiche. Da qui, potrete ammirare il Flatiron Building, uno degli edifici più iconici della Grande Mela.

 

HIGH LINE PARK

Questo parco ha una location esclusiva ed originale: i vecchi binari di una linea ferroviaria sopraelevata non più utilizzata. La High Line è stata aperta al pubblico nel 2009 ed offre una passeggiata di oltre 2 km, collegando il Meatpaking District al quartiere di Chelsea. 

High Line Park

Per approfondire le informazioni sul parco dell'High Line, ti consiglio di leggere questo articolo.


Foliage a Central Park: i migliori punti di osservazione October 24 2018

Vivere l’Autunno a New York... un’esperienza da non lasciarsi sfuggire e che vi permetterà di guardare la metropoli con occhi diversi. Già, proprio così: scoprirete una città nuova, una sfumatura diversa della Grande Mela!

A rendere differente e unica questa stagione contribuisce il suggestivo fenomeno del Foliage.

 

Il fenomeno del Foliage

 

Ne avete mai sentito parlare?

Il Foliage, letteralmente “fogliame”, è il fenomeno di cambiamento della natura che si verifica ogni anno durante la stagione autunnale. In questo processo di trasformazione, le foglie degli alberi dal colore verde iniziano ad assumere colori caldi: dal giallo, passando per l’arancione, fino ad arrivare alle differenti gradazioni di rosso e di marrone. E’ così che si preparano a cadere!

Il Foliage, con la sua ricca scala di colori e di tonalità calde, regala paesaggi capaci di ammaliare con la loro bellezza e di attrarre sguardi pieni di incanto.

 

 Il Folliage in Autunno

 

Nel mese di ottobre, ogni anno, migliaia di turisti arrivano a New York armati delle loro macchine fotografiche e si dedicano al “leaf peeping” (osservazione del fogliame). Il tentativo è quello di scattare delle foto che siano in grado di catturare la magia che Madre Natura mette in scena con questo fenomeno!

New York offre diversi parchi in cui perdersi a contemplare il fogliame e le cangianti sfumature di colore tipiche del periodo autunnale.

In questo articolo sono riportati i parchi consigliati per ammirare il Foliage nella Grande Mela.

 

 Parchi dove vedere il Foliage

 

Sei un appassionato di “leaf peeping”? oppure sei alla ricerca della foto perfetta che immortali l’Autunno? Se c’è un posto che non puoi lasciarti sfuggire è Central Park, uno dei simboli di New York City.

 

Foliage a Central Park

Foto gigi_nyc da Flickr

 

Di seguito, ho stilato una lista dei punti migliori per ammirare il fenomeno del Foliage a Central Park. Una guida che vi aiuterà ad orientarvi all’interno del parco e nei suoi 341 ettari!

 

THE POND E GAPSTOW BRIDGE

Entrando dal lato sud di Central Park, tra la quinta e la sesta strada (la zona nei pressi dell’hotel Plaza e dell’Apple Store), ciò che noterete subito è il Gapstow Bridge. Questo ponte in pietra, costruito nel 1896, è estremamente suggestivo così come il laghetto circostante, The Pond.

 

The Pond e Gapstow Bridge a Central Park 

E’ un angolo di Central Park da non perdere e che in Autunno si trasforma in un caleidoscopio di colori. Gli alberi e le piante, che circondano il ponte, così come le oche e le anatre che popolano lo stagno, contribuiscono a rendere questo luogo uno dei preferiti dai fotografi e da migliaia di turisti.

 

THE MALL

Circa a metà di Central Park, tra la 66esima e la 72esima strada, si trova il famoso The Mall, il viale alberato in cui si contano oltre 150 olmi americani. Una passeggiata nel The Mall è un’esperienza da non lasciarsi sfuggire, soprattutto per ammirare il Foliage.

 

The Mall a Central Park

Foto Chris Ford da Flickr

 

Questa incantevole passeggiata tra gli olmi parte dal Literary Walk, in cui sono protagoniste le sculture di scrittori e quella di Cristoforo Colombo, e si conclude presso la Fontana di Bethesda.

Sedetevi su una delle panchine presenti sul percorso e perdetevi nella contemplazione delle diverse sfumature di colore assunte dal fogliame.

 

 

BETHESDA TERRACE E BETHESDA FOUNTAIN

Nei pressi della 72esima strada, vi salterà subito agli occhi la Terrazza di Bethesda con al centro la famosa fontana, tra le più grandi della Grande Mela.

Guardando oltre la terrazza, vi incanterete ad osservare il riflesso degli alberi dai mille colori nelle acque del lago circostante. Uno spettacolo che lascia senza fiato!

 

 Bethesda Fountain Central Park

 

 

BOW BRIDGE

Il Bow Bridge (nei pressi della 74esima strada), oggetto di un recente restauro nel 2015, è senza ombra di dubbio il ponte più fotografato di Central Park. A completare la magia ed il romanticismo del luogo, contribuisce il sottostante laghetto artificiale progettato da Vaux.

 

Bow Bridge a Central Park

Foto gigi_nyc da Flickr

Durante il Foliage, gli alberi con le foglie dai mille colori diventano cornice naturale del ponte e si riflettono sulla superficie del lago. L’effetto spettacolare in foto è assicurato!

 

 

BELVEDERE CASTLE E TURTLE POND

Il Belvedere Castle (in prossimità della 79esima strada), progettato nel 1865 con lo scopo di osservare Manhattan, ed il Turtle Pond, lo stagno abitato da diverse specie di tartaruge, sono altri punti di osservazione del Foliage da non perdere!

 

Foliage a Belvedere Castle Central Park

Foto gigi_nyc da Flickr

 

 

RESERVOIR

Noto come Jacqueline Kennedy Onassis Reservoir, è il bacino idrico (non più in uso) collocato all’interno di Central Park (tra la 85esima e la 96esima strada). Quest’area è circondata prevalentemente da alberi di ciliegio le cui foglie, in autunno, assumono colori cangianti che meritano di essere ammirati e fotografati!

 

Foliage Reservoir Central Park 

 

 

Finché ci sarà l’autunno, non avrò abbastanza mani,

tele e colori per dipingere la bellezza che vedo.

- Vincent Van Gogh -

 


Rilassarsi a New York: i posti dove concerdersi una pausa October 30 2017

Christopher Cammarano

New York viene spesso definita la città che non dorme mai e a ben vedere. Le strade di questa metropoli sono sempre in fermento sia di giorno che di notte e le persone sembrano non fermarsi nemmeno per un secondo. Nonostante ciò rilassarsi a New York non è impossibile e i posti dove farlo non mancano per niente.

Rilassarsi a New York

1. Central Park

Non potevamo non nominare lui, il polmone verde di New York, Central Park. Proabilmente il posto migliore ed anche il più accessibile da tutti per rilassarsi dopo una lunga giornata. Central Park è il posto perfetto per immeggersi nella natura ed allontanarsi dal caos senza sosta della città. Vi basterà sedervi su una panchina o sul prato (se il tempo lo permette) e rilassarvi dimenticandovi della stanchezza. 

rilassarsi a New York

2. La High Line

Difficile credere che una ex-rotaia sopraelevata potesse diventare un posto dove rilassarsi passeggiando tra fiori, piante, piccoli locali e tanto altro. La realtà però è questa e la High Line è il posto perfetto dove concedersi una suggestiva passeggiata al tramonto tra gli edifici della città.

rilassarsi a New Yrok

3. Washington Square Park

Situato nel quartiere di Greenwich Village il Washington Square Park è uno dei parchi pubblici più famosi di New York. A renderlo così famoso ed importante però non sono stati i suoi spazi verdi o le bellissime aiuole ma le persone che nel corso degli anni ha reso questo luogo un punto di incontro per sportivi, artisti ma anche di divertimento per bambini ed animali.

rilassarsi a New York

4. Bryant Park

Con soli 39.000 metri quadri di area verde questo parco potrebbe essere considerato piccolo se paragonato al mastodontico Central Park ma non per questo meno amato dai newyorkesi e dai turisti. Forte della sua posizione centralissima, si trova a pochi passi da Times Square, Bryant Park è un ottimo posto per rifuggiarsi momentaneamente dalla città pur senza allontanarsi troppo. 

rilassarsi a new york

 5. Dumbo e Pebble Beach

Il nome piuttosto curioso di questo quartiere sta per Down Under Manhattan Bridge Overpass e comprende un piccola zona tra il ponte di Brooklyn e il Manhattan Bridge. Qui un tempo c'erano solo industrie e magazzini, oggi invece è diventato un quartiere di gallerie d'arte, botique e loft dai costi proibitivi. Il nostro consiglio è di andarci prima del tramonto, fare un piccolo giro tra le strade per poi dirigervi verso Pebble Beach. Su questa piccola spiagetta avrete la possibilità di ammirare il tramonto da uno delle posizioni più suggestive di tutta New York.

rilassarsi a new york

Questi sono solo 5 dei posti migliori dove rilassarsi a New York ma questa città ne offre tanti altri, alcuni ben noti altri invece che aspettano solo di essere scoperti. 

E voi il vostro posto per rilassarvi a New York lo avete trovato? 

 

 


Cosa vedere al Central Park? Alla fine dell'articolo guardate la mappa April 19 2015 6 Comments

Il Central Park non ha pari al mondo.  E' il piu' ripreso dalla telecamere, il piu' fotografato. E' il polmone verde di New York. E a progettarlo furono il paesaggista Grederick Law Olmster e l'architetto inglese Calvert Vaux, che vinsero un concorso indetto dal governo della città, nel 1857. 

Questa è una guida minima per visitare il Central Park in un giorno, o mezza giornata se siete veloci. Inutile dire che c'è tanto altro da vedere (inclusa una statua di Giuseppe Mazzini), e soprattutto c'è tanto da fare, ma di questo ne parleremo nei prossimi articoli. Godetevi, intanto, la bellezza del Central Park. E soprattutto guardate la mappa alla fine, e soffermatevi sulle stelle colorate.

1) The Pond e Gapstown Bridge

Per visitare il Central Park entrerete sicuramente dal vertice destro della parte sud , tanto per capirci dalla parte dell'Apple Store e dell'Hotel Plaza.  La prima cosa che vi salterà agli occhi è The Pond, lo stagno, il primo laghetto, quello da cui è possibile fare foto fantastiche con la vista dei grattacieli in lontananza. Tante varietà di uccelli e tartarughe frequentano lo stagno, e vale la pena arrivare fino al Gapstown Bridge. Costruito nel 1896, tutto di pietra, salirci sopra significa allontanarsi davvero dalla capitale della modernità, per immergersi in una scena medievale e bucolica

 2) Zoo del Central Park

Si tratta di un piccolissimo zoo, molto antico, che venne aperto nel 1860 (prima dell'unità d'Italia. E' molto presente nella cultura popolare newyorkese, al punto da avere un record di citazioni  in moltilibri e film (chi non si ricorda Madagascar? o Il giovane Holden). Bello soprattutto se venite con i bambini, il costo del biglietto è 18 dollari, 13 per i bambini fino a 12 anni. C'è la possibilità di vedere leoni marini, pinguini, orsi, ecc. Qui la mappa dello zoo .

 

3) Carousel

Ora non ditemi che salire sui cavalli del Central Park, su questa giostra montata qui nel 1951, non sia un'esperienza unica, soprattutto se avete dei pargoli al seguito. Tra l'altro, questa giostra qui è menzionata anche nel Giovane Holden, il capolavoro letterario di Salinger. 3 dollari a corsa.

4) Statua di Balto

Balto è uno dei cani piu' famosi al mondo. Nel 1925 ci fu una epidemia di difterite in Alaska. E Balto fu l'ultimo di una serie di cani da slitta che si diedero la staffetta per portare il siero da Nenana fino a Nome, dove era scoppiata l'epidemia. Oltre mille chilometri, fatti in cinque giorni, per un'impresa eroica che ha visto tantissimi cani avvicendarsi (il piu' bravo fu Togo, che da solo fece 150 chilometri). Balto, come già detto, fu l'ultimo, e quindi divenne il piu' famoso. Questa statua commemora lui, e tutti gli altri amici a 4 zampe.

5) Sheep Meadow

Una grandissima prateria, aperta da aprile fino ad ottobre, dove fare dei fantastici picnic con vista sui grattacieli. Scommetto che non ci avete mai pensato: fare un picnic qui. E invece dovreste farlo, soprattutto quando il tempo è bello. C'è anche una statua di Giuseppe Mazzini. Ma dovete scoprire da voi dov'è!

6) Bethesda terrace e Bethesa Fountain

La statua che vedete al centro della fontana è tra le piu' famose di New York, perché è stata disegnata da Emma Stabbins, la prima scultrice donna newyorkese ad avere preso un appalto. L'arte era nella New York di allora un mondo molto maschilista. Fu inaugurata nel 1873. Di fronte vedete una serie di archi, e una terrazza.  E' il luogo preferito da artisti di strada, per esibizioni e concerti all'aperto. Sotto la terrazza, attraversate le colonne, c'è uno spazio al chiuso molto suggestivo.

7) Cherry Hill

Belissima piazza con una fontana al centro, chiamata così soprattutto per gli alberi di ciliegio che durante la fioritura danno uno spettacolo molto "giapponese".

8) Strawberry Fields 

Forse questa è l'attrazione principale del Central Park: Strawberry Fields. Il  parco è dedicato alla memoria di John Lennon, che proprio a pochi passi da questo memorial, venne assassinato nel 1980, ai piedi del palazzo in cui viveva, il North Dakota. Il mosaico al centro è stato composto da ceramisti napoletani, e poi donato al comune di New York. E' una fotografia che non può mancare nell'album dei ricordi newyorkesi.

9) The Lake

Luogo romantico per eccellenza, The Lake offre alle spalle la classica vista delle due torri del palazzo San Remo. Per 12 dollari l'ora, piu' 3 dollari  per ogni 15 minuti addizionali, potete provare il brivido calmo di navigare con la vostra barchetta a remi nel lago. E vi è la possibilità anche di farsi un giro in gondola col gondolista Andres Garcia.

10) Ladies Pavillion

E' il punto piu' panoramico del  lago (the Lake). Preso d'assalto delle coppiette per servizi fotografici, è anche un pacifico luogo in cui riposare un po' prima di continuare la camminata. In molti chiedono il permesso per celebrare il matrimonio dentro questa cornice. Stile vittoriano, il Pavillion fu originariamente costruito nel 1871, ma è stato restaurato diverse volte.

 

11) Bow Bridge

La leggenda vuole che nessuna donna vi dirà di no, se le proporrete di sposarla sul Bow Bridge, noto come ponte degli innamorati, nel bel mezzo del Lago (the Lake). Anche in questo caso abbiamo la consueta  vista del San Remo. Fu completato nel 1862, e si tratta del ponte piu' lungo  del parco, con i suoi 26 metri e mezzo di lunghezza.

12) Alice nel paese delle meraviglie

Inutile dire che se avete dei bambini, non potete non portarli qui. La statua fu piazzata qui nel 1959, pensata per i bambini, e fu una donazione del filantropo George Delacorte. Ripetiamo, non è un libro qualunque, Alice nel paese delle meraviglie è il  libro per bambini piu' famoso di tutti i tempi, che ancora adesso, grazie ai film, ha un successo stellare. Da non perdere.

 

13) Shakespeare Garden

Si tratta di piccolo giardino, in cui trovare le piante e i fiori menzionati delle opere del grande drammaturgo inglese, a cui si deve il nome del giardino. Ricordatevi che d'estate vengono portate in scena le opere di Shakespeare, presso il Delacorte Theater, a pochi passi da questo giardino. I biglietti sono gratis, ma vanno a ruba, e bisogna essere sorteggiati, oppure accaparrati a mezzogiorno del giorno in cui si tiene lo spettacolo.

 

14) Belvedere Castle e Turtle Pond

Un sogno, una favola. Come altro definireste questo castello?  Una follia vittoriana per osservare Manhattan da lontano, disegnato nel 1865 da Calvert Vaux e Jacob Wrey Mould. Nome italiano, "belvedere", che serve ad indicare che da qui la vista è bello. E' anche una stazione metereologica, ma soprattutto un fantastico luogo che vale la pena visitare. C'è appena dietro lo stagno con diverse specie di tartarughe, un altro luogo magico e incantato: Turtle Pond.

 15) Great Lawn

Anche se si trova un po' al nord, e molti hanno difficoltà ad arrivarci, soprattutto partendo se si parte dal vertice sud del parco, questo è il prato piu' grande del Central Park, con ai lati 8 campi da softball. Ideale per una mangiata all'aperto. 

 16) Onassis Reservoir 

Fantastico bacino idrico, oramai dismesso, che libera la vista con il suo spazio immenso. A vederlo dall'alto è impressione la dimensione, un settimo del Central Park è occupato da questa riserva d'acqua. E' famoso soprattutto per la pista da jogging di due chilometri e mezzo lungo le sue sponde.Veniva spesso usata da Jacqueline Kennedy Onassis per correre al mattino.

17) Huddlestone Arch

Arco di pietra, in cui i blocchi si mantengono assieme pressati l'uno con l'altro, e sospessi nell'aria. Un piccolo gioiello disegnato nel 1866 che può essere goduto se vi spostate nella parte piu' nord del parco.