Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "cerimonia" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

Novembre a New York: il Veterans Day November 09 2019

Nella classifica degli eventi di novembre a New York rientra il famoso Veterans Day, ovvero la festa federale americana nata con lo scopo di rendere onore ai veterani e a tutte le forze armate che in guerra hanno combattuto per l’America

Si tratta di una festa nazionale molto attesa dai newyorkesi. Ogni anno viene celebrata l’11 novembre e quest’anno, nel 2019, cadrà di lunedì. Per l'occasione è prevista una grandiosa parata commemorativa lungo la quinta strada, la famosa Fifth Avenue, proprio nel cuore pulsante di Manhattan.

Veterans Day Parade

Durante l’intera cerimonia, si percepisce chiaramente il patriottismo americano e il forte legame con la bandiera a stelle e strisce. Tra l’altro, quest’anno il Veterans Day sarà ancora più sentito, in quanto ricorre il centenario di questo giorno commemorativo (1919-2019).

 

Veterans Day: storia e significato

Il Veterans Day viene celebrato ogni anno l’11 novembre per un motivo preciso. Infatti, proprio questa data segna storicamente la fine della Prima Guerra Mondiale. Alle ore 11:00 circa, dell’11 novembre 1918, fu firmato l’armistizio tra la Germania e gli Alleati che pose fine alla guerra.

L’anno seguente (il 1919) l’allora presidente degli Stati Uniti, Thomas Woodrow Wilson, istituì la ricorrenza. Inizialmente fu scelto il nome di Armistice Day, il Giorno dell’Armistizio per indicare la fine delle ostilità e rendere omaggio ai veterani della Prima Guerra Mondiale.

In seguito, l’intento della ricorrenza si è esteso a tutti i veterani di guerra americani, per celebrare il coraggio dimostrato nel difendere la patria. Precisamente, il 1954 è stato l’anno in cui il Congresso approvò la richiesta di cambiare nome alla ricorrenza e, quindi, fu festeggiato il primo Veterans Day!

Veterans Day Parade

Credit Coast Guard News

I più attenti noteranno che tra il Veterans Day e il Memorial Day (celebrato nel mese di maggio) ci sono divere similitudini. La differenza sostanziale risiede nel loro significato e nel loro scopo. Infatti, con il Veterans Day vengono onorati i veterani di guerra, mentre durante il Memorial Day vengono ricordati i soldati che hanno perso la vita in guerra.

 

Veterans Day 2019: la cerimonia e la parata

Il Veterans Day a New York prevede una tradizionale cerimonia di apertura (chiusa al pubblico) che precede la famosa parata sulla quinta strada. Questa cerimonia si svolge presso il Madison Square Park (tra la 24esima strada e la fifth avenue) intorno alle ore 11:00 del mattino con la deposizione della corona presso l’Eternal Light Monument, il monumento commemorativo presente nel parco. Saranno presenti il sindaco, il presidente Trump e altri personaggi politici.

Veterans Day ParadeCredit The U.S. Army

Dopo la cerimonia ufficiale che apre il Veterans Day, segue la grandiosa parata che attraversa la fifth avenue verso nord, dalla 26esima alla 46esima strada. Sono all’incirca 1,2 miglia (30 minuti a piedi). Quest’anno inizierà alle ore 12:00 e terminerà intorno alle 15:30.

Ecco la mappa dell’itinerario previsto durante la Veterans Day Parade:

Ogni anno sono oltre 20.000 i partecipanti alla Veterans Day Parade. Militari, veterani di guerra, corpi militari, bande musicali, familiari dei soldati, etc. Ad aumentare l’effetto grandioso ed imponente contribuiscono i veicoli militari che partecipano alla sfilata.

Per coloro che non si trovano a New York, vi segnalo che è possibile assistere alla parata anche in streaming collegandosi al sito ufficiale.


Il giorno in cui tutto è cambiato September 10 2019

11 settembre 2001: una data che ha cambiato per sempre la storia degli Stati Uniti d’America (e non solo) ed ha segnato profondamente l’intera umanità. Un terribile evento che risulta impossibile da dimenticare ed è impresso nella memoria di ognuno di noi.

Chi di voi rammenta perfettamente dove si trovava e cosa faceva durante questa tragedia? Credo, tutti.

Quest’anno sono trascorsi 18 anni dagli attacchi terroristici alle due Torri Gemelle, dagli attentati che hanno causato la morte di quasi 3.000 persone e il ferimento di oltre 6.000. Eppure, il ricordo di quella terribile giornata è più vivido che mai.

Attentati 11 settembre

Da allora, New York si è rialzata ma mantiene costantemente viva la memoria dell’11 settembre per onorare coloro che hanno perso la vita durante gli attentati e per diffondere un messaggio di rinascita e speranza. Ed è proprio per questo che sono stati realizzati luoghi toccanti come: il 9/11 Memorial, il National September 11 Memorial Museum e il 9/11 Tribute Museum

9/11 Memorial

Durante il vostro viaggio a New York, vi consiglio di non perdervi questi luoghi commemorativi e, nel caso in cui abbiate poco tempo a disposizione, cercate di visitarne almeno uno.

Sono posti imperdibili che inducono profonde riflessioni e che permettono di comprendere meglio il significato dell’11 settembre per i newyorkesi e per il mondo intero. Guardare più da vicino la tragedia è un’esperienza che segna nell’intimo e che, senza dubbio, porterete per sempre dentro di voi.

 

L’11 settembre a New York

L’anniversario degli attentati è uno dei giorni più carichi di emozione a New York.

In mattinata, il Museo e il Memoriale dell’11 settembre ricordano le vittime degli attacchi terroristici con l’annuale cerimonia di commemorazione. Quest’ultima viene organizzata in onore delle 2.983 persone (uomini, donne e bambini) uccise negli attacchi al World Trade Center, al Pentagono, a bordo del volo United Airlines 93 e nell'attentato al WTC del 1993. 

attentati 11 settembre

La cerimonia inizia intorno alle ore 8:40 e si svolge presso la 9/11 Memorial Plaza, ovvero la grande oasi verde con ben 400 alberi di quercia bianca (simbolo di immortalità e forza) che occupa lo spazio attorno alle due vasche, realizzate dove sorgevano in passato le Twin Towers.

E' possibile seguire la cerimonia in diretta sulla pagina Facebook del National September 11 Memorial & Museum oppure su 911memorial.org/live. Gli organizzatori invitano ad utilizzare l’hashtag #Honor911 sui social media per partecipare e condividere i propri ricordi.

Durante la cerimonia commemorativa, il Museo e il Memoriale dell’11 settembre saranno accessibili solo ai parenti delle vittime degli attentati del 2001 e del 1993. Entrambi, quindi, saranno chiusi al pubblico.

Tuttavia, a partire dalle ore 15:00 fino a mezzanotte, la Memorial Plaza sarà aperta al pubblico per assistere al famoso Tribute in Light.

 

Il Tribute in Light

Il Tribute in Light è una meravigliosa installazione artistica commemorativa degli attentati dell’11 settembre, famosa in tutto il mondo e veicolante un messaggio davvero significativo

Per la prima volta, è stata proposta sei mesi dopo gli attacchi terroristici, dall’11 marzo al 14 aprile del 2002, come installazione temporanea. A partire poi dal 2003, ogni anno, questa installazione viene accesa dal tramonto dell’11 settembre fino all’alba del 12 settembre ed è diventata il simbolo dello spirito indistruttibile di New York.

Nello specifico, il Tribute in Light consiste in due fasci di luce che si proiettano verso il cielo e che si innalzano lì dove sorgevano le Torri Gemelle. Le due colonne di luce sono formate da ben 88 proiettori con lampadine allo xeno, ciascuna di 7.000 watts, e che sono collocati in due quadrati che riproducono forma e posizione delle Twin Towers.

Tribute in Light 

Lo spettacolo è molto suggestivo ed emozionante ed è un modo davvero speciale per rendere onore alle vittime. Pensate un po’, i fasci di luce sono visibili fino a 4 miglia nel cielo e fino a 60 miglia intorno a Manhattan! Di sicuro vi sarà capitato di vederlo in foto.

Tribute in Light

Se vi trovate a New York la sera dell’11 settembre, non potete perdervi il Tribute in Light. Del resto, sono tantissimi i punti da cui potrete ammirare questa stupenda installazione. In particolare, la vista da Brooklyn Heights lascia senza fiato

Una curiosità: inizialmente, nel 1997, questa installazione artistica era stata progettata da Ezra Orion e sarebbe dovuta essere montata in cima alle Torri Gemelle per festeggiare il 4 luglio. Ma l’idea fu abbandonata perché troppo costosa. Ovviamente, in seguito agli attentati, questa vera e propria opera d’arte ha acquisito tutto un altro significato.

Tribute in Light

Per concludere, vi lascio una piccola clip in memoria dell’11 settembre: