Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "da vedere" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

I negozi più pazzi di New York October 11 2019

Da sempre New York è un punto di riferimento per gli amanti dello shopping e, non solo per quanto riguarda la moda e l’abbigliamento, ma per tutti i settori e le categorie merceologiche: dall’elettronica ai negozi di articoli sportivi, dalla gioielleria ai prodotti dolciari.. c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Inoltre, nella Grande Mela gli affari sono all’ordine del giorno e i prezzi sono davvero competitivi, ovviamente anche grazie all’ampia offerta. Potrete trovare tutte le novità uscite da poco sul mercato. Ma non solo. In questa città, è possibile reperire qualsiasi cosa vi venga in mente, anche la più strana! 

Lucy Sparrow’s Delicatessen

In questo articolo, vi parlo dei negozi più pazzi di New York, ovvero di quelli che vendono gli articoli più strani e che difficilmente riuscirete a reperire in Italia o altrove. Ve li consiglio se desiderate dedicarvi ad uno shopping meno convenzionale oppure se semplicemente desiderate ammirare prodotti originali e insoliti.

 

Brooklyn Superhero Supply Co.

372 5th Ave, Brooklyn

Amate i supereroi? Questo è il negozio che fa per voi! Brooklyn Superhero Supply Co., infatti, vende qualsiasi cosa che ruoti intorno al mondo dei supereroi.

Brooklyn Superhero Supply Co. 

Qui potrete trovare di tutto, dagli articoli più strani (mantelli, maschere, occhiali a raggi x, kit per l’identità segreta, etc..) a quelli più comuni come t-shirt, libri e poster. Vi sembrerà di essere tornati bambini e di trovarvi nel negozio che avete sempre sognato!

Oltre all’aspetto divertente e ludico, Brooklyn Superhero Supply Co. nasconde un vero e proprio progetto di beneficenza. Infatti, tutto il ricavato delle vendite viene donato ad un’associazione no profit (la 826NYC) che aiuta i ragazzi con problemi negli studi fornendo tutoraggio post-scolastico gratuito, seminari, tutoraggio all’interno delle scuole, etc.

Sito webwww.superherosupplies.com

 

The Evolution Store

687 Broadway

Minerali, fossili, teschi, scheletri, denti… vi sembrerà quasi di essere in un negozio dell’orrore e, di sicuro, molti oggetti in vendita vi daranno i brividi. Ma non c’è dubbio sul fatto che qui troverete gli articoli più strani e insoliti. Difficili anche da immaginare.

The Evolution Store

Sito web: www.theevolutionstore.com

 

Enchantments

424 E 9th St

Enchantments si trova nell’East Village ed è considerato il più antico negozio di magia e di occultismo di New York. Dunque, si tratta dello store ideale per gli amanti dell’occulto e del mondo magico. Ma anche per chi vuole curiosare tra oggetti stravaganti.

Enchantments

Tarocchi, oli profumati, candele, amuleti, libri sulla magia… sono solo alcuni degli articoli che troverete in vendita in questo negozio.

Sito web: www.enchantmentsincnyc.com

 

Story

144 10th St

La stranezza di questo punto vendita è il fatto di cambiare di continuo! All’incirca ogni mese o giù di lì, chiude e riapre vendendo prodotti completamente diversi e con un tema tutto nuovo. Impossibile annoiarsi! 

Story

L’idea è quella di non raccontare mai la stessa storia e di far scoprire brand emergenti creati da piccole imprese. Un concetto rivoluzionario di vendita che ha come filo conduttore quello della narrativa.

Sito web: www.macys.com/social/story

  

Lucy Sparrow’s Delicatessen

6th Avenue tra la 49th and 50th

Si tratta di un temporary store che è stato aperto il 1 ottobre e chiuderà il 20 ottobre di quest’anno (2019). Nasce come progetto interattivo di arte pubblica presso il Rockefeller Center e, al suo interno, vengono venduti gli articoli in feltro che hanno reso famosa l’artista britannica Lucy Sparrow. Quest’ultima è nota perché realizza a mano versioni morbide di oggetti della vita reale, come cioccolatini, formaggio e frutti di mare. 

Lucy Sparrow’s Delicatessen

Lucy Sparrow’s Delicatessen rientra a pieno titolo tra gli store più pazzi e strani di New York. Un negozio di specialità gastronomiche ma tutte completamente in feltro! Troverete pomodori, cornetti, granchi, sushi, etc. I prezzi sono tutt’altro che economici essendo considerati pezzi d’arte.

In questo video vi porto al suo interno: 

Sito webLucy Sparrow’s Delicatessen


Eventi di ottobre: il New York Comic Con September 30 2019

Siete appassionati di fumetti, manga e cosplay? Allora non potete perdervi il New York Comic Con che, come ogni anno, viene organizzato nella Grande Mela in questo periodo.

Si tratta di una grande fiera dedicata a tutto ciò che ruota intorno al mondo dei fumetti, videogames, manga, anime, etc. Un evento imperdibile e che attrae appassionati del genere da ogni parte del mondo.

Quest’anno, nel 2019, il New York Comic Con si svolgerà dal 3 al 6 ottobre. La fiera sarà ospitata all’interno del Javits Center, ovvero il centro congressi collocato in Eleventh Avenue, tra la 34a e la 40a strada, a Hell's Kitchen

New York Comic Con

Se vi trovate a New York può essere l’occasione per indossare i panni del vostro supereroe preferito e partecipare alle diverse attività previste per l’evento. Inoltre, avrete l’opportunità di incontrare fumettisti e ospiti di fama internazionale, creatori di anime giapponesi e pluripremiati artisti comici. Un vero sogno per gli amanti dei fumetti! 

New York Comic Con

Il New York Comic Con viene organizzato a partire dal 2006 e, da allora, il successo della fiera è cresciuto in maniera esponenziale di anno in anno. Oggi è un punto di riferimento nel settore e attrae ogni anno non solo famosi fumettisti ma personaggi del mondo dello spettacolo, giornalisti e personalità di spicco nel panorama internazionale.

Tra gli ospiti di quest’anno gli attori Tom Hiddleston e Paul Rudd, i fumettisti Aaron Kuder e Aaron Alexovich, gli autori Adam Silvera e Alex White e tanti altri. Cliccate qui per visionarli tutti.

Dunque, la partecipazione al New York Comic Con vi permetterà, tra le tante cose, di:

  • acquistare fumetti, oggetti da collezione e articoli di merchandising negli appositi spazi. Per i collezionisti è il paradiso. Essi, infatti, potranno trovare sia stampe rare del passato sia le ultime novità del settore.
  • assistere a conferenze sul mondo del cinema e delle serie televisive.
  • accedere alle anteprime.
  • incontrare i propri idoli e gli ospiti di fama internazionale.
  • condividere le proprie passioni con persone che hanno gli stessi interessi.

New York Comic Con

L’edizione di quest’anno includerà:

  • il panel e la proiezione dell’adattamento di Watchmen da parte di Damon Lindelof.
  • il panel con il cast della nuova serie Star Trek: Picard.
  • il panel della serie Angel (lo spin-off di Buffy l'ammazzavampiri), come tributo per il suo ventesimo anniversario.
  • la premiere della serie di Netflix Daybreak.

In generale, le proiezioni e i panel durante il New York Comic Con sono davvero tanti. Cliccando qui, potrete vedere la lunga lista. 

New York Comic Con

Per entrare alla fiera è necessario acquistare il badge dell’evento. Cliccate qui per comprarlo direttamente online nel sito dedicato alla fiera. I posti si esauriscono molto in fretta, proprio per questo motivo vi consiglio di non pensarci troppo se siete interessati.

Il prezzo di ciascun biglietto (per l’ingresso giornaliero) parte dai 55 dollari e, nel caso in cui i biglietti per il giorno desiderato non fossero più disponibili, è comunque possibile tramite il sito lyte.com richiedere un biglietto inserendo la propria mail e sperare che torni disponibile. Per i bambini di età pari o inferiore ai 5 anni, l’ingresso è gratuito.

Di seguito, gli orari del New York Comic Con 2019:

  • giovedì 3 ottobre dalle ore 10:00 alle ore 19:00
  • venerdì 4 ottobre dalle ore 10:00 alle ore 19:00
  • sabato 5 ottobre dalle ore 10:00 alle ore 19:00
  • domenica 6 ottobre dalle ore 10:00 alle ore 17:00

Settembre a New York: la Festa di San Gennaro September 13 2019 1 Comment

Tra gli eventi da non perdere a New York, nel mese di settembre, rientra la famosa Festa di San Gennaro. Proprio così, San Gennaro non si festeggia solo a Napoli il 19 settembre ma anche nella Grande Mela! 

Giunta alla sua 93esima edizione, la Feast of San Gennaro è un appuntamento molto atteso in città

Festa di San Gennaro

Ogni anno, sono davvero tanti coloro che prendono parte a questa festività, non solo italo-americani ma anche newyorkesi e turisti. Quest’anno, nel 2019, è iniziata il 12 settembre e terminerà il 22 settembre. Undici giorni di celebrazioni che, come sempre, si terranno a Little Italy, il famoso quartiere italiano. 

La Festa di San Gennaro a New York racconta una meravigliosa storia di tradizioni e cultura italo-americana. Ecco perché, se vi trovate nella Grande Mela in questo periodo, non lasciatevela sfuggire!

 

Le origini della Festa

La Feast of San Gennaro ha origini lontane. Nel periodo in cui gli immigrati italiani provenienti dal Sud Italia arrivarono a New York, costruirono a Little Italy una piccola cappella con l’immagine del Santo come luogo di culto e devozione.

Fu il 18 settembre del 1926 che gli immigrati di origine napoletana celebrarono, per la prima volta a New York, la Festa di San Gennaro. Già allora, la strada principale in cui si tenevano i festeggiamenti era Mulberry Street, cuore di Little Italy.

Non è un caso. A pochi passi, si trova la Chiesa del Preziosissimo Sangue, in inglese Shrine Church of the Most Precious Blood (113 di Baxter St), luogo di grande rilevanza per la Feast of San Gennaro. Infatti, è proprio in questa chiesa che, ogni anno, si svolge la messa solenne nel giorno del Santo (19 settembre) ed è da qui che parte la processione con la sua statua.

 

La Festa oggi

Oggi la Festa di San Gennaro a New York non ha soltanto carattere religioso. Piuttosto si tratta di un evento che oltre ai momenti religiosi prevede anche tantissimi spettacoli e intrattenimenti in una sorta di suggestiva e folcloristica “fiera di strada”.

Festa di San Gennaro oggi

Credit Jazz Guy

Ovviamente, oltre alle parate, agli intrattenimenti musicali, ai giochi… non manca il cibo di strada, con specialità della tradizione culinaria italiana e non solo. Cannoli, zeppole, pizza, mozzarelle, salsicce, gelati, arancini e tanto altro. C’è solo l’imbarazzo della scelta. 

Street Food Feast of San Gennaro

Street Food alla festa di San Gennaro

Credit Jazz Guy

Inoltre, durante gli undici giorni di festa, Mulberry Street viene chiusa al traffico e si riempie di bancarelle non solo dedicate allo street food. L’atmosfera è gioiosa, vivace e coinvolgente, tipica della cultura italo-americana.

Da non perdere sono le varie gare riguardanti il cibo; ad esempio la gara dei mangiatori di cannoli oppure quella dei mangiatori di zeppole! Cliccate qui per visionare il calendario di tutte le attività e gli spettacoli previsti durante la Festa di San Gennaro.

 

Tra i momenti più importanti ci sono

  • The Grand Procession: la processione in cui la statua di San Gennaro viene trasportata su un carro insieme alla banda che intona le tradizionali canzoni napoletane. Seguono altri carri colorati, alcuni con i membri delle associazioni italiane a New York. I partecipanti alla processione sono davvero tanti e quest’anno si svolgerà sabato 14 settembre dalle ore 14:00 alle ore 16:00. Punto di partenza: l’incrocio tra Canal Street e Mulberry Street, a pochi passi dalla Chiesa del Preziosissimo Sangue. A fare da Grand Marshal sarà Steve Schirripa (attore de I Soprano e Blue Bloods).
  • Solemn High Mass: la messa solenne in onore di San Gennaro seguita dalla processione con la statua del Santo. Ogni anno si svolge il 19 settembre nella Chiesa del Preziosissimo Sangue. Si terrà dalle ore 18:00 alle ore 20:00. 

Ecco il manifesto della 93esima edizione della Feast of San Gennaro: 

manifesto Festa di San Gennaro 2019

Curiosità:

  • Dal 1996, l’organizzazione della festa avviene ad opera dell’associazione no profit Figli di San Gennaro. Quest’ultima si pone l’obiettivo di preservare la cultura e le tradizioni degli immigrati italiani.
  • Attualmente, i festeggiamenti in onore di San Gennaro si svolgono anche nel Bronx e nel New Jersey. Ovviamente la più importante Feast of San Gennaro è quella di Little Italy.

New York da scoprire: i bar storici September 07 2019

Durante la scoperta della città che non dorme mai, vi accorgerete che ci sono alcuni luoghi che parlano di New York.. luoghi che raccontano storie e conservano il fascino di un tempo passato. Scoprirli è davvero emozionante.

Tra questi rientrano i bar storici della città, ovvero quelli più vecchi e che tramandano un pezzo della storia della grande mela. In questo articolo, vi svelo quali sono, così, se desiderate, potrete visitarli durante le vostre passeggiate a New York.

Bar storici di New York 

Altri locali di grande fascino sono gli speakeasy, i bar segreti dell’epoca del proibizionismo. In questo caso, vi consiglio il tour dedicato. Cliccate qui per saperne di più.

 

Old Town Bar

45 East 18th Street

Questo iconico bar, posizionato nel Flatiron District, risale al 1892 ed era molto popolare durante gli anni ’20, in pieno proibizionismo. Fu proprio in questo periodo che il bar cambiò nome, da Viemeisters a Craig's Restaurant ed iniziò a servire da mangiare per restare tra i bar segreti dell’epoca. Ai suoi albori, infatti, serviva solo da bere. 

Old Town Bar

La sua fama è cresciuta anche grazie alla comparsa sul grande schermo, nei film Bullets Over Broadway e Stato di Grazia. Gli arredi così come l’atmosfera vi faranno compiere un vero e proprio tuffo nel passato!

Sito webwww.oldtownbar.com

 

Fraunces Tavern

54 Pearl Street

Spetta a Fraunces Tavern il primato del bar più vecchio di New York! Pensate un po’, risale al 1719 e non è soltanto un semplice bar ma un luogo di grande rilevanza storica. In particolare, ha avuto un ruolo fondamentale nella storia della rivoluzione americana e personaggi come George Washington, Alexander Hamilton e John Jay lo frequentavano molto spesso, tanto da farne il proprio ufficio. E’ qui che sono stati fatti i negoziati di pace con gli inglesi! 

Fraunces Tavern

In pochi lo sanno, ma si tratta del più antico edificio di Manhattan ancora in uso ed offre, per gli amanti della storia, un vero e proprio museo, il Fraunces Tavern Museum, collocato al secondo e terzo piano dello stabile.

Sito web: frauncestavern.com

 

Ear Inn

326 Spring Street

Uno dei bar storici più famosi della Grande Mela e in cui si respira la storia della metropoli. Non si sa con certezza la data in cui questo bar sia entrato in attività, probabilmente intorno al 1817. In realtà, l’edificio risale al 1770 e fu costruito per James Brown, veterano della guerra rivoluzionaria.

Negli anni ha cambiato più volte nome e soltanto nel 1977 è stato riaperto come Ear Inn, dal titolo di una rivista musicale!

Ear Inn

 

Sito web: www.earinn.com

  

McSorley's Old Ale House

15 East 7th Street

Si tratta del “pub irlandese” più vecchio della Grande Mela, in attività dal 1854, e uno degli ultimi bar Men Only. Infatti, fino al 1970 le donne non potevano entrare in questa taverna e, per questo motivo, gli avvocati dell’Organizzazione Nazionale per le Donne presentarono un procedimento di discriminazione e vinsero la causa nello stesso anno. Da allora, il McSorley's Old Ale House permise l’ingresso anche alle donne.

McSorley's Old Ale House

Situato nell’East Village, è una tappa consigliata per chi vuole vivere l’atmosfera di tempi passati.

Sito web: mcsorleysoldalehouse.nyc

 

Pete's Tavern

129 East 18th Street

In attività dal 1864, la Pete's Tavern era frequentata in maniera abituale dallo scrittore statunitense O. Henry, pseudonimo di William Sydney Porter. Egli, infatti, viveva al 55 di Irving Place, a pochi passi dalla taverna. Ecco perché anche sul sito web, si legge a chiare lettere “The Tavern O. Henry made famous!”.

Durante il proibizionismo, il bar continuò a funzionare segretamente e ad offrire un servizio di ristorazione ma all’apparenza era travestito da negozio di fiori.

Pete's Tavern 

Oggi, questo locale storico lavora principalmente come ristorante e prevede un menu anche per il brunch.

Sito web: www.petestavern.com

 

Neir's Tavern

87-48 78th Street, Woodhaven

Questo bar di quartiere si trova nel Queens ed è stato aperto nel 1829. Di certo, non vi capiterà di passarci durante la vostra visita della Grande Mela ma merita di essere ricordato quando si parla dei bar storici di New York. Qui, infatti, hanno girato alcune scene del film Goodfellas, in italiano Quei bravi ragazzi così come alcuni spezzoni del film Tower Heist , in italiano Colpo ad alto livello con Ben Stiller.

Negli anni ha cambiato più volte nome e forma, conservando però il fascino del passato. 

Sito web: neirstavern.com


Quartieri di New York: il Bronx August 30 2019

Noto nel mondo per essere sinonimo di quartiere malfamato in realtà negli ultimi anni il Bronx sta vivendo un periodo di rinascita e gentrificazione.

Il Bronx è il distretto più a nord di New York, e deve il suo nome a Jonas Bronck, un immigrato olandese che comprò questo territorio dai nativi americani.
L'appellativo di "The Bronck's Land" si è trasformato poi negli anni in "The Bronx".

distretto del Bronx a New YorkCredit Marc B.

La reputazione di questa zona è legata principalmente al crescente degrado che coinvolse l'area a partire dagli anni '70.
Infatti, se inizialmente il distretto era abitato da una parte di popolazione benestante, sul finire degli anni '60, gran parte degli abitanti, in concomitanza con il boom economico, decisero di trasferirsi altrove.
Il Bronx cominciò allora a diventare meta per quella parte di popolazione più povera e senza lavoro.
Questo portò in pochi anni ad una crescita esponenziale della criminalità e solo in anni recenti si è riusciti a sviluppare un piano di riqualificazione, che ha portato quest'area ad essere sicura e attrattiva per i turisti.

Se volete godervi al meglio la visita in questo distretto potete prenotare qui il nostro tour.

Come arrivare

Per raggiungere il Bronx potete utilizzare la metro. Le linee di riferimento sono la 1, la 2, la 4, la 5, la 6, la B e la D. Come alternative potete considerare anche il treno oppure gli autobus.
Vi sono delle strade che collegano il Bronx con il Queens e con Brooklyn, ma i collegamenti più veloci e diretti sono quelli con Manhattan.

Esterno Yankee StadiumCredit Elena C.

Cosa Vedere

Nonostante non sia famoso come Manhattan o Brooklyn, anche questo distretto presenta diversi punti di interesse che meritano una visita.

Bronx Zoo

E' lo zoo più grande degli Stati Uniti. Si estende su un'area di 107 ettari ed ospita circa 700 specie di animali.
Al suo interno è diviso in aree tematiche, dalla zona africana con i grandi mammiferi della savana, alla Wild Asia, alla zona degli orsi dove è possibile ammirare orsi bruni e orsi polari e tante altre ancora.

La caratteristica principale di questo zoo è costituita dal fatto che, nel ricreare gli habitat naturali delle varie specie, si è cercato di eliminare le gabbie, sfruttando come fattori di separazione, fossati ed elementi strutturali.

Durante la visita, è poi possibile effettuare un tour a bordo del trenino shuttle, che partendo dalla zona della Wild Asia vi accompagnerà per una visita panoramica delle differenti aree. Questo servizio è disponibile da Aprile a Settembre e nei weekend di Ottobre.

Lo zoo del Bronx. Il più grande degli Stati Uniti.Credit Terrell B.

Per la zona della Wild Asia è prevista inoltre la possibilità di un giro su una monorotaia, con una guida che durante il tragitto vi descriverà la vita e alcuni aneddoti sugli animali presenti. Anche questo servizio è stagionale, ed è disponibile da Maggio ad Ottobre.

Vi consiglio vivamente di visitare questo zoo, in quanto oltre alla semplice visita, sono previste tante altre attività come le passeggiate sulla groppa di un cammello oppure dar da mangiare ai leoni marini e ai pinguini.

Gli orari di apertura sono dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 17:00 e il weekend e i festivi dalle 10:00 alle 17:30.

Indirizzo: 2300 Southern Boulevard.

New York Botanical Garden

Il giardino botanico del Bronx si trova nelle vicinanze dello zoo, ed è uno dei più grandi ed antichi al mondo.

Ha un'estensione di circa 100 ettari ed è organizzato in 50 giardini che ospitano un'ampia collezione di varie specie vegetali. In particolare una zona è dedicata alle piante che erano presenti sul suolo americano prima della colonizzazione.

Il giardino botanico del BronxCredit Glen F.

Little Italy nel Bronx

Sono in molti a considerare questa la vera Little Italy di New York. Infatti, mentre quella di Manhattan sta pian piano venendo inglobata da Chinatown, nella zona di Arthur Avenue respirerete ancora la vera cultura italo-americana.
Avrete un'elevata possibilità di parlare in italiano con i residenti ed assaggiare specialità culinarie tipiche del Bel Paese nei numerosissimi ristoranti italiani della zona.

Little Italy nel Bronx
Credit Marc B.

Yankee Stadium

Il Bronx è anche la sede di una delle squadre di baseball più importanti e titolate degli Stati Uniti: gli Yankees.

Nelle fila di questa squadra hanno militato alcuni tra i più grandi giocatori di questo sport come Babe Ruth e Joe DiMaggio.

Lo storico stadio costruito nel 1932, denominato "The Cathedral of Baseball" o semplicemente "The Stadium", è stato demolito nel 2008.
Ma nel 2009 ha aperto i battenti una struttura tutta nuova, più grande e ricca anche di attività commerciali, dove è possibile organizzare e partecipare ad eventi, oltre ovviamente a poter assistere alle partite di baseball della squadra.

Interno dello Yankee Stadium

Centri Commerciali

Il Bronx è anche un ottimo posto per gli amanti dello shopping, qui potrete trovare diversi posti che fanno al caso vostro.
A nord il Bay Plaza Shopping Center è uno dei più grandi centri commerciali di New York. Ospita al suo interno più di 50 negozi, diversi ristoranti ed anche un cinema.
Nella zona sud c'è invece il The Hub, uno dei centri per lo shopping più antichi di New York e famoso per i negozi di musica.
Vi sono poi altre strade ricche di negozi dove è possibile soddisfare la vostra vogli a di acquisti, come Fordham Road e Arthur Avenue.

Il Centro Commerciale Bay Plaza Shopping CenterCredit Jaime P.

Cottage di Edgar Allan Poe

In questo distretto sarà anche possibile visitare l'ultima abitazione dello scrittore statunitense.
La struttura si trova all'interno del Poe Park ed è un piccolo cottage bianco, rimasto completamente immutato sia all'esterno, sia nell'arredamento interno.
Durante la visita, la guida, su richiesta, vi parlerà della storia dello scrittore e alcuni aneddoti sul Bronx.

Il cottage di Edgar Allan Poe nel BronxCredit Alexander P.

City Island

Nella zona orientale del distretto c'è poi una piccola isoletta molto caratteristica. Un borgo di pescatori che vale la pena visitare, in particolar modo nel periodo estivo. Il mio consiglio, una volta ultimato il giro, è quello di soffermarvi ancora un po' per gustarvi un'ottima cena a base di pesce.


Coney Island: come arrivarci e cosa vedere August 15 2019

Sulla costa sud di Brooklyn potete imbattervi in un luogo completamente estraneo alla dimensione della metropoli. E’ Coney Island, una delle spiagge più famose di New York.

Famosa per il suo Luna Park, Coney Island è un posto unico nel suo genere, poiché conserva l’atmosfera tipica dei parchi divertimento di una volta.
Visitando questo posto che ha lasciato immutati i propri chioschi e le proprie attrazioni principali, vi sembrerà di fare un tuffo nel passato immersi in luci, colori e profumi di un’altra epoca.

panoramica di Coney Island

Come arrivare a Coney Island

Situata nella zona sud di Brooklyn, Coney Island è piuttosto semplice da raggiungere.
Utilizzando la metropolitana è possibile giungere a destinazione attraverso le linee D, F, N e Q che fermano alla stazione di Coney Island – Stillwell Avenue.
Su queste linee è possibile utilizzare la Metrocard valida anche per Manhattan.

Fermata metro di Coney Island

Altro modo per raggiungere Coney Island è prendere il bus.
La linea da prendere è la B36 e la fermata è Surf Avenue/West 10th Street.

Mentre chi è motorizzato può scegliere di raggiungere la meta in auto. L’indirizzo è 1000 Surf Avenue, Brooklyn, New York 11224. Ma in questo caso il tempo di percorrenza può variare in base al punto di partenza ed al traffico, specie in alta stagione.

Cosa fare a Coney Island

L’attrazione principale del luogo è sicuramente il Luna Park.

Il parco divertimenti inaugurato nel 1903, è aperto da fine marzo/inizio aprile fino ad Halloween.
Nei mesi di giugno, luglio e agosto è aperto tutti i giorni, anche se gli orari di apertura e chiusura variano. Mentre in primavera ed autunno è aperto principalmente nei fine settimana.
Per essere aggiornati su tutti gli orari di apertura e chiusura del parco potete visitare il sito ufficiale del Luna Park.

Wonder Wheel del Luna Park

All’interno del parco divertimenti è poi possibile trovare numerose attrazioni, sia per adulti, che per bambini.
Infatti le giostre sono suddivise in quattro categorie: Extreme Thrill (ossia brivido estremo),High ThrillModerate Thrill ed infine Mild Thrill, quest’ultima è la categoria adatta ai più piccoli (in questo caso però per accedere alle giostre è richiesta un’altezza minima che varia da 90 cm ad 1 m e 20).

Tra le tante attrazioni su cui potrete salire, due sono quelle che vi consiglio assolutamente di provare.

The Cyclone al Luna Park

La prima è il The Cyclone.
Inaugurate nel 1927 e realizzate completamente in legno, queste sono le montagne russe più vecchie, ma ancora perfettamente funzionanti, degli Stati Uniti.

La seconda è invece la Wonder Wheel.
Questa ruota panoramica è stata costruita nel 1920, e data la posizione del Luna Park, vi consentirà di godere a circa 50 metri di altezza, di una meravigliosa vista su Brooklyn da un lato e sull’oceano dall’altro.
Inoltre 16 cabine della giostra, non sono fisse, ma sono lasciate libere di scorrere sui binari, aumentando l’adrenalina dell’attrazione.

Nathan's Hot Dog a Coney Island

Altra tappa obbligatoria a Coney Island prevede una fermata da Nathan’s per assaggiare i famosi hot dog.

Qui infatti nel 1916 è stato inventato il famoso panino e proprio quelli di Nathan’s continuano ad essere tra i più buoni e gustosi al mondo.
In particolare se vi trovate a Coney Island il 4 luglio, potrete anche assistere al celeberrimo “Hot Dog Eating Contest”, la gara in cui vince chi riesce a mangiare il maggior numero di hot dog in un tempo prestabilito.
L’attuale record appartiene a Joey Chestnut, che nel 2018 è riuscito a divorare 74 panini in soli 10 minuti.

Tramonto e profilo del Luna Park a Coney Island

Infine vi consiglio una spettacolare passeggiata sul lungomare in legno che fiancheggia la lunghissima spiaggia bianca. La camminata sarà ancor più suggestiva se fatta al tramonto.
E nel caso vi trovaste a farla di venerdì avrete anche la possibilità di assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio. Uno show pirotecnico caratteristico del periodo estivo che solitamente inizia verso le 21:30.


Crociera sui fiumi di New York August 12 2019

Le crociere sull’Hudson e sull’East River vi permetteranno di visitare New York da una prospettiva completamente diversa, solcando le acque a bordo di un battello che vi consentirà di ammirare la città lontana dal traffico e dai suoi rumori.

Crociera sul fiume a New York

Una delle particolarità di New York è che, questa fantastica città può essere visitata in tanti modi diversi.

Girando a piedi tra le varie attrazioni, i monumenti ed i musei disseminati per la città.
Dall’alto dei grattacieli attraverso il tour dei rooftop (che potrete prenotare presso la nostra agenzia cliccando qui), che caratterizzano lo skyline della Grande Mela e che permettono di godere di suggestivi panorami su tutta la città.

Ma anche a bordo di un'imbarcazione. Si, perché New York è completamente circondata dall’acqua. Non è un segreto infatti che Brooklyn, il Queens, Manhattan e Staten Island sorgano su delle isole.

Vista della Statua della Libertà dal battelloCredit Taiba Sheerin A.

Ecco allora che una crociera lungo le acque dei fiumi che delimitano i distretti newyorkesi rappresenta un modo incantevole e diverso di ammirare la città.

Esistono tantissime opzioni per visitare la Grande Mela attraverso un tour in battello.

Crociera classica

Una delle principali compagnie che organizza queste tipologie di crociere, la Circle Line, offre, ad esempio, tre differenti percorsi, con partenze durante tutta la giornata e con orari variabili in base alla stagione.

Crociera a New York Circle LineCredit Zachary H.

Il primo itinerario, quello più breve, il Liberty Cruise, prevede un percorso di circa un’ora, che costeggia Ellis Island e Liberty Island, per poter apprezzare da vicino, ma senza sbarcare, la statua più famosa d’America.

Il secondo itinerario, effettua un giro di circa due ore lungo tutto la costa sud di Manhattan. E’ probabilmente la crociera migliore, in quanto consente di ammirare non solo Lady Liberty, ma anche tutta la skyline della città, il ponte di Brooklyn, l’Empire State Building, il Chrysler Building e Wall Street. A partire da metà marzo, con l’arrivo delle belle giornate è possibile anche effettuare tour serali, godendo del fantastico spettacolo della città completamente illuminata.

Crociera di sera a New YorkCredit Angela D.

La terza opzione prevede invece una completa circumnavigazione dell’isola di Manhattan, con un giro di circa tre ore.
Una crociera sicuramente interessante che permette di vedere anche posti meno conosciuti del distretto, ma che vi porterà via anche più tempo e dunque meno consigliata se avete poco tempo a disposizione.

Per prenotare con noi la crociera Circle Line lungo i fiumi che circondano New York cliccate qui.

Crociera sull'Hudson River a New YorkCredit Kathy V.

Crociera con cena

Per chi ha voglia di abbinare un’esperienza gastronomica a quella della navigazione, vi suggerisco di prenotare una crociera con cena a bordo.
In questo caso avrete due opzioni.
La prima prevede una cena a buffet con intrattenimento musicale mentre ammirate il suggestivo panorama della città illuminata.
La seconda opzione, invece, include un tavolo riservato, la degustazione di una cena di tre portate e l’accompagnamento dal vivo di un complesso musicale che farà da sottofondo alla spettacolare vista dello skyline notturno della Grande Mela.
Per questa crociera è previsto un determinato dress code. Non è consentito un abbigliamento sportivo, mentre è consigliata la giacca per gli uomini e un abito elegante per le donne.
Prenotate presso la nostra agenzia la vostra romantica cena in barca, cliccando qui.

Crociera in barca a vela

Per gli amanti del genere, vengono inoltre organizzate crociere in barca a vela. In questo caso verrete accompagnati lungo le rive del fiume Hudson a bordo di antichi velieri restaurati, ammirando il profilo della città mentre starete sorseggiando un bicchiere di vino ed ascoltando della rilassante musica di sottofondo.

Tour sulla beast speedboat a New YorkCredit Zachary H.

Crociera ad alta velocità

Infine un’ultima opzione che consiglio agli amanti della velocità e alla ricerca di attività adrenaliniche, è la crociera a bordo dei motoscafi The Beast Speedboat.

In questo caso più che godersi la vista e scattare foto e video, l’obiettivo sarà quello di divertirsi con un tour a tutta velocità, solcando le onde del fiume tra Liberty Island, Ellis Island e Lower Manhattan.
Sfrecciando a circa 70 Km orari ci sarà un’alta possibilità di bagnarsi, ecco perché anche questi tour, come quelli in barca a vela si svolgono solo durante il periodo estivo.
Per conoscere tutte le regole previste per partecipare a questo tipo di tour e prenotare il vostro giro a tutta velocità sull’Hudson River potete cliccare qui.

 


Come vedere una partita di baseball a New York August 05 2019

Se volete godere di uno spettacolo sportivo in pieno stile americano dentro e fuori dal campo, assistere ad una partita di baseball è un'esperienza che vi consiglio di non perdere.

Il baseball è uno sport non molto popolare in Europa, ma negli USA ha tutto un altro ruolo.

Basti pensare agli innumerevoli film di Hollywood che sono stati girati e che hanno questo sport come protagonista.

Se siete in viaggio a New York vi conviene approfittarne, ed assistere ad una partita di baseball. Un vero e proprio spettacolo, non solo per gli addetti ai lavori o per i tifosi più accaniti, ma anche per chi volesse passare una giornata diversa.

baseball azione lanciatore

Infatti, uno dei motivi per cui questo sport è tanto amato è perché le partite sono abbastanza lunghe (quasi mai sotto le 3 ore) e gli spettatori si godono una giornata o una serata di relax allo stadio, approfittando delle numerose pause di gioco per chiacchierare, bere e mangiare allegramente in compagnia come ad un picnic.

Le squadre di New York

Il più importante campionato di baseball degli Stati Uniti è la Major League Baseball, suddiviso in due leghe principali, l'American League e la National League, a loro volta suddivise in 3 diversi mini-gironi chiamati Division.

Le squadre della Grande Mela che militano nella MLB sono due, i New York Yankees ed i New York Mets.

Sicuramente la squadra più famosa è quella degli Yankees che milita nell’American League.

Yankee Stadium

La loro sede è nella zona del Bronx e giocano le partite casalinghe allo Yankee Stadium (II), che ha una capienza di 52.000 posti e si trova a E. 161 Street & River Avenue. Il vecchio stadio, lo Yankee Stadium (I), definito come The Cathedral of Baseball o semplicemente The Stadium, è stato demolito nel 2009, per far posto alla nuova struttura, molto più grande e con un’ampia area di intrattenimento con negozi e ristoranti al suo interno.

Gli Yankees sono la squadra con il maggior numero di campionati vinti ed hanno visto giocare tra le loro fila alcuni tra i più forti giocatori di questo sport, come Babe Ruth e Joe Di Maggio.

I Mets invece, sono nati nel ’62 per sostituire due franchigie della Grande Mela che giocavano nella National League, i New York Giants ed i Brooklyn Dodgers.

Citi Field Mets

Hanno un palmares meno ricco rispetto ai cugini, hanno sede nel distretto del Queens e giocano le loro partite casalinghe al Citi Field (12001 Roosvelt Avenue) che ha una capienza di 42.000 posti.

Quando andare a vedere una partita di baseball a New York?

La stagione regolare della Major League Baseball si apre tra Marzo ed Aprile e si conclude a Settembre.

Tra Ottobre e l’inizio di Novembre si svolgono invece i playoff, che vedono qualificate le prime squadre classificate di ogni Division. Mentre le migliori quattro seconde si giocano gli ultimi due posti rimanenti in due scontri diretti.

baseball azione del battitore

A questo punto le migliori otto squadre della lega, giocheranno per il titolo, affrontandosi in scontri ad eliminazione diretta.

Se dunque vi trovate a New York nel periodo estivo potrete verificare sul calendario della lega quali incontri sono in programma durante la vostra permanenza in città.

Come acquistare i biglietti per una partita di baseball a New York?

E’ piuttosto semplice riuscire a trovare i biglietti per una partita di baseball. A differenza di altri sport come il basket (di cui potete sempre acquistare i biglietti presso la nostra agenzia "Il mio viaggio a New York" nel cuore di Times Square, al civico 324 W 47th St, tra la 8th e la 9th), la capienza degli stadi permette di accogliere molte più persone e dunque vi sarà più facile trovare biglietti disponibili.

I biglietti possono essere acquistati:

Online: è l’opzione che vi consiglio perché nel caso in cui avete già organizzato il viaggio, conoscete le date in cui sarete in città ed avete adocchiato una partita che vi interessa. Sarete sicuri in ogni caso di riuscire a vedere la partita ed avrete una maggiore possibilità nella scelta dei posti.

Al botteghino: nel caso in cui vedere una partita di baseball non è una vostra priorità, ma si dovesse presentare l’occasione per andare allo stadio, potete recarvi al box office dello stadio e valutare al momento i prezzi ed i posti ancora disponibili.

Nel caso di acquisti online, va precisato che in America la rivendita dei biglietti è legale. Quindi è possibile trovare in circolazione biglietti che vengono rivenduti da membri paganti, altre società o sponsor.
In questo caso però non si può parlare di bagarinaggio. Infatti, se è vero che nel caso di partite importanti il prezzo sarà più alto, è anche vero che nel caso di partite di minor interesse, potreste riuscire ad acquistare il biglietto ad un prezzo più vantaggioso.

piantina Yankee Stadium

Sito Web MLB (Ticketmaster): sito ufficiale della lega, che permette di acquistare in modo diretto i biglietti. Si viene reindirizzati alla stessa pagina anche attraverso i siti web delle singole squadre.

TicketNetwork e Vividseats.com: sono due siti molto conosciuti e che offrono ottimi prezzi per l’acquisto di biglietti.

Il mio consiglio è quello di confrontare diversi siti, poiché i prezzi variano in base alla partita e non esiste un sito che sia più economico degli altri.

In ogni caso, per poter effettuare un reale confronto è buona norma arrivare alla fine del processo di acquisto e valutare eventuali spese extra (gestioni, servizio…) in modo da avere un’idea effettiva del costo complessivo del biglietto.

piantina Citi Filed Mets

Come scegliere i posti

Il prezzo dei biglietti può variare in base a diversi fattori, ad esempio l'importanza del match, ma anche la vicinanza rispetto al terreno di gioco.

Generalmente i più economici sono i posti sulle gradinate più in alto e lontani dal terreno di gioco.

Si parte dai 15,00 dollari per i posti meno costosi, fino ad una spesa di 300/400 dollari per poter accaparrarsi le postazioni con le visuali migliori e più vicine al campo.

Ovviamente il mio consiglio è quello di spendere in base alle proprie disponibilità economiche e alla passione per il gioco.

Se siete degli amanti di questo sport e volete seguire al meglio la partita allora è il caso di spendere un po' di più.

Ma se volete assistere ad un match solo per curiosità, allora potete accedere anche acquistando un biglietto più economico e godervi lo spettacolo, non solo quello sul campo. Infatti è da ammirare anche tutto il contorno, dato che anche sugli spalti si svolge un vero e proprio show.

vista dagli spalti dello stadio

Oltre le classiche chiacchierate da bar tra amici, le mangiate di cibo e le ola sugli spalti, durante gli intervalli si può assistere a veri e propri spettacoli come festeggiamenti di compleanno, dichiarazioni di amore e balletti improvvisati proiettati anche sui maxischermi per rendere partecipe l'intero stadio. Il tutto con gli spettatori di entrambe le squadre seduti fianco a fianco, in un clima di festa ed allegria.


Ellis Island: la porta dell'America July 09 2019

Ellis Island è lo storico isolotto sul fiume Hudson su cui sono sbarcati milioni di migranti da tutto il mondo in cerca di fortuna nel nuovo continente.

Ellis Island

La storia

Un tempo adibita alla coltivazione delle ostriche, tra la fine dell’800 e la prima metà del ‘900, Ellis Island diventò il punto di approdo di milioni di persone costrette a lasciare il proprio paese d’origine alla ricerca di maggior fortuna negli Stati Uniti.

Si calcola infatti che dal 1892, l’isolotto vide arrivare più di 12 milioni di migranti, che venivano sottoposti a controlli da parte di ispettori, per registrarne le generalità e dei medici, per valutarne lo stato di salute.

Il servizio immigrazione venne poi chiuso nel 1954, per essere trasferito a Manhattan.

Ellis Island oggi

Oggigiorno Ellis Island costituisce un punto di attrazione per tutti i turisti che visitano New York, in particolar modo per gli europei.

Il motivo? Poiché dal 1990 l’isolotto ospita il Museo dell’Immigrazione.

Qui è possibile visitare i luoghi attraversati da coloro che nel secolo scorso vennero negli Stati Uniti per coronare il sogno americano.

Il Museo è strutturato su 3 piani.

Al primo piano si trovano le sezioni:

  • Baggage Room: è l’entrata del museo, un tempo punto di ingresso delle migliaia di migranti che sbarcavano sull’isolotto.
  • Journeys: The Peopling of America 1550-1890: è una mostra che permette di capire come l’immigrazione ha modellato il paese che poi sarebbe diventato gli attuali Stati Uniti.
  • New Eras of Immigration 1945 – Present: guarda alla storia dell’immigrazione dopo la chiusura di Ellis Island. Inoltre, in questa sezione è possibile rispondere ad alcune delle domande poste nel test di nazionalizzazione per diventare un cittadino americano.

Al secondo piano:

  • Registry Room: all’epoca una stanza rumorosa, confusa e a tratti spaventosa per i nuovi arrivati, che venivano registrati e sottoposti ad accertamenti medici. Oggi è uno spazio silenzioso in cui i visitatori possono immedesimarsi nei panni di coloro che vivevano nell’attesa di conoscere il proprio destino.
  • Hearing Room: era la sala d'ascolto del Board of Special Inquiry. Oggi completamente restaurata per apparire come nel 1911, era il luogo in cui chi era sospettato di qualche crimine veniva trattenuto per un’udienza legale ed in caso di decisione sfavorevole poteva essergli negato l’accesso agli Stati Uniti.
  • Through America’s Gate: è la mostra che descrive passo dopo passo ciò che la maggior parte dei nuovi arrivati ​​ha sperimentato su Ellis Island. Infatti, la funzione principale di Ellis Island era quella di escludere le persone considerate indesiderabili: i malati incurabili, i poveri, i disabili, i criminali e tutti gli altri esclusi dalle leggi sull'immigrazione degli Stati Uniti.
  • Peak Immigrations years (1880 – 1924): è la parte della mostra dedicata agli anni di massima immigrazione, tra il 1880 e il 1924, e descrive le sue cause e il loro impatto su coloro che hanno viaggiato per migliaia di km verso una terra straniera, per ricostruirsi una vita.

Al terzo piano:

  • Dormitory Room: è la stanza che mostra come dormivano coloro che arrivavano ad Ellis Island. Ogni camera ospitava circa 300 detenuti, che dormivano in letti a castello su tre livelli.
  • Ellis Island Chronicles: è la sezione che descrive la storia di Ellis Island. Racconta di come l’isola si sia estesa, passando da una superficie di sabbia di 3,3 acri a un complesso di 27,5 acri di edifici in mattoni e pietra che è servito come principale porta degli Stati Uniti.
  • Treasures from Home: qui è possibile ritrovare una raccolta di manufatti donati da famiglie che sono venute negli Stati Uniti durante gli anni di massima immigrazione al National Park Service. Rappresentano tutto ciò che gli immigrati portavano con sé durante il loro viaggio.
  • Silent Voices: racconta la storia dell’isola nel periodo tra la chiusura del 1954 e l’inizio dei lavori di restauro all’inizio degli anni ’80, in cui Ellis Island fu completamente abbandonata.
  • Restoring a Landmark: l’ultima sezione in cui viene spiegato come è stato possibile ridare luce all’isola, grazie ad un meticoloso restauro durato anni, ad opera di una squadra di architetti ed artigiani.

Inoltre, una sezione del terzo piano è dedicata alle mostre temporanee. In particolare, dal 25 Maggio al 2 Settembre ci sarà l’esposizione intitolata: “What we carried: Fragments & Memories from Iraq & Syria”.

Museo dell'immigrazione

Vi suggerisco di non perdere l’occasione di visitare un posto che racchiude insieme le speranze e le angosce di chi vi è passato per poter vivere il sogno americano.

Inoltre se avete avuto parenti emigrati verso gli Stati Uniti, vi sarà possibile usare i desk del museo per accedere agli archivi e scoprire se i vostri antenati sono entrati negli Usa passando di lì.

Per godervi al meglio la visita ad Ellis Island potete prenotare qui il tour che comprende anche la visita alla Statua della Libertà.

Curiosità:

Tra i personaggi famosi che sono passati per Ellis Island vi sono stati: Rodolfo Valentino (1913), Cary Grant (1920) e Albert Einstein (1921).

E’ stata fonte di ispirazione per diversi film e per scene di alcuni capolavori cinematografici, come ad esempio l’arrivo in America di Don Vito Corleone ne “Il Padrino”.

 

 


Vista panoramica su Manhattan: il Liberty State Park June 24 2019

Tra i luoghi che offrono una meravigliosa vista su Manhattan e che permettono di ammirare lo skyline di New York da un’altra prospettiva, c’è il Liberty State Park. Questo parco, collocato nel New Jersey, si trova aldilà del fiume Hudson, dietro la Statua della Libertà.

Liberty State Park

Credit Shinya Suzuki

Il Liberty State Park non rientra tra le mete più frequentate dai turisti durante il loro viaggio a New York; tuttavia, offre un interessante punto di osservazione sulla metropoli. Il mio consiglio è quello di abbinare la visita di questo parco ad una scoperta più ampia e approfondita del New Jersey.

A tal proposito, ho creato un Tour che vi farà conoscere la vera anima del New Jersey e vi farà scoprire posti poco conosciuti ma straordinari. Ad esempio, il famoso Empty Sky, il commovente memoriale dedicato alle vittime degli attentati dell’11 settembre. Per maggiori informazioni cliccate qui.

 

Liberty State Park

Il Liberty State Park, dunque, si trova nel New Jersey, precisamente a Jersey City, sulla sponda opposta del fiume Hudson rispetto a Battery Park. Questo ampio parco, di circa 490 ettari, regala una visuale insolita della Statua della Libertà: di spalle!

Aperto nel 1976, non è famoso per i suoi spazi verdi, quanto piuttosto perché offre una straordinaria vista su Manhattan. Infatti, è uno dei migliori punti di osservazione per godere del famoso skyline newyorkese

Liberty State Park

Credit Shinya Suzuki

Al centro del parco, c’è la cosiddetta Freedom Way che divide il Liberty State Park tra la zona che si affaccia sul fiume Hudson (accessibile al pubblico) e quella che, invece, non è visitabile. Sono tantissimi i percorsi ciclabili e pedonali che si trovano in quest’area.

Sicuramente, durante la vostra visita noterete il ponte che collega il parco con Ellis Island! Purtroppo, questo ponte è ad uso esclusivo dei veicoli e di coloro che hanno un'apposita autorizzazione. Per questo motivo, non è accessibile a piedi.

 

La Liberty Walkway e il memoriale Empty Sky 

Ci sono 2 punti di interesse che vi consiglio assolutamente di non tralasciare durante la visita del Liberty State Park: la Liberty Walkway e il memoriale Empty Sky. 

La Liberty Walkway è il percorso che regala una fantastica vista, non solo su Manhattan, ma anche su una parte del New Jersey e sulla Statua della Libertà ( che viene vista di spalle e/o di lato). Impossibile resistere alla tentazione di scattare delle foto. Davvero suggestivo.

Liberty Walkway 

Credit Marco Verch

L’Empty Sky è il memoriale che ricorda le vittime degli attentati del 2001. E’ stato inaugurato l’11 settembre del 2011, in occasione dei dieci anni dagli attacchi terroristici che hanno ferito profondamente non solo l’America ma il mondo intero. Si tratta di due pareti parallele collocate in direzione del punto esatto dove si ergevano le torri gemelle. I nomi di tutte le vittime sono state incise su entrambe le pareti; inoltre, vicino al memoriale, sono stati riportati anche dei resti strutturali del World Trade Center. Emozionante.

Empty Sky 

Empty Sky

Un altro punto di interesse, all’interno del parco, è il Liberty Science Center. Si tratta di un museo scientifico interattivo con finalità educativa, rivolto ai più giovani. Cliccate qui per saperne di più.

  

Liberty State Park: come raggiungerlo

Per raggiugere in maniera diretta il Liberty State Park da Manhattan il modo più veloce consiste nel prendere il traghetto. Infatti, la Liberty Landing Ferry collega la zona del World Financial Center con il parco.

Ci sono altre soluzioni (ad esempio il PATH) ma non conducono direttamente al Liberty State Park.


Viaggio a New York con i bambini: il Bronx Zoo June 01 2019

Viaggio a New York con i bambini? Tra i luoghi che meritano una visita rientra il Bronx Zoo.

Questo parco zoo, di notevoli dimensioni, vi darà la possibilità di intrattenere i vostri bambini e di far trascorrere loro una giornata a contatto con la natura e con tantissime specie di animali. Al suo interno, infatti, ci sono oltre 6.000 animali appartenenti a più di 700 specie diverse tra loro.

Bronx Zoo

In realtà, è una meta che consiglio non solo a chi viaggia in famiglia ma a tutti coloro che hanno più giorni a disposizione da trascorrere nella grande mela. D’altronde il Bronx Zoo, pur essendo sconosciuto alla maggior parte dei turisti, è lo zoo più grande di tutti gli Stati Uniti

Come suggerisce il nome, questo parco zoo si trova proprio nel Bronx. Più precisamente, all’interno del New York Botanical Center. Di seguito, vi fornisco tutte le informazioni per visitarlo al meglio!

 

Bronx Zoo: “aree tematiche” e mappa

Con una lunga storia alle spalle, aperto sin dal 1899, il Bronx Zoo è suddiviso in diverse aree. Ciascuna di queste è abitata da diverse specie di animali. Ad esempio, c’è la riserva dei babbuini; l’area degli orsi; l’area degli uccelli d’acqua, etc…. Vi sembrerà di passare da una parte all’altra del globo. 

Bronx Zoo

Non tutte le aree sono visitabili tutto l’anno. Per questo motivo, vi consiglio di pianificare prima la vostra visita all’interno dello zoo così da gestire al meglio il tempo che avete a disposizione e così da vedere le cose di vostro maggior interesse. Sul sito avete la possibilità di visionare tutte le aree tematiche e la mappa completa del parco con i principali punti di interesse.

Ecco la mappa:

Mappa Bronx Zoo

 

Bronx Zoo: attività e attrazioni

Oltre alla visita del parco e degli animali, ci sono tantissime attività che vengono organizzate all’interno del Bronx Zoo e diverse altre attrazioni. Di seguito vi riporto le più gettonate:

  • La visita del Children’s Zoo (in italiano lo Zoo dei Bambini): si tratta di una sorta di “zoo all’interno dello zoo” pensato per i più piccoli. Qui, ad esempio, vivono alcuni animali che possono essere avvicinati dai bambini. I vostri figli potranno divertirsi a dar loro da mangiare! Inoltre, all’interno del Children’s Zoo, ci sono zone imperdibili come l’area Madagascar con i famosi lemuri. Unica nota negativa: l’accesso completo al Children’s Zoo è consentito a partire dalla fine di maggio ed è soggetto alle condizioni metereologiche. L’ingresso è a pagamento. Per maggiori informazioni cliccate qui.
  • Wild Asia Monorail: il giro a bordo della monorotaia che vi permetterà di scoprire la zona del parco chiamata Wild Asia. Quest’attività è a pagamento ed è disponibile da maggio ad ottobre.
  • Zoo Shuttle: il giro panoramico dello zoo a bordo dello shuttle. La partenza è prevista nella zona Wild Asia mentre l’arrivo è presso lo Zoo Center. Questo tour è a pagamento ed è disponibile a partire dal mese di aprile, mentre a settembre e a ottobre solo nei weekend. 
  • Camel Rides: al costo di 8 dollari potrete vivere l’esperienza di cavalcare un cammello. Questa attività è disponibile il mercoledì e nei weekend nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre.
  • Penguin Feedings: la possibilità di dar da mangiare ai pinguini tutti giorni alle ore 15:30. Quest’esperienza è inclusa nel biglietto di ingresso allo zoo.
  • Sea Lion Feedings: la possibilità di dar da mangiare ai leoni marini tutti i giorni dalle ore 11:00 alle 15:00. Anche in questo caso, l’esperienza è inclusa nel biglietto di ingresso dello zoo.

Cliccate qui per conoscere le attività e le esperienze previste giornalmente all’interno del Bronx Zoo.

 

Bronx Zoo: come raggiungerlo

Il Bronx Zoo, come suddetto, si trova all’interno del New York Botanical Center. L’indirizzo, da digitare su Google Maps per raggiungerlo, è il seguente: 2300 Southern Blvd, The Bronx, NY 10460, Stati Uniti

Mappa Bronx Zoo

Con la metropolitana, è possibile arrivare con la linea 2 oppure con la linea 5, scendendo alla stazione West Farms Square-E Tremont Av. Da qui, percorrendo Boston Avenue, in direzione nord, si raggiunge l’ingresso A in pochi minuti.

 

Bronx Zoo: orari e ticket

L’apertura del Bronx Zoo varia in base alla stagione (estiva e invernale) e potrebbe subire modifiche ogni anno. Per questo motivo, vi consiglio sempre di verificare gli orari di apertura sul sito web ufficiale, cliccando qui.

Attualmente, da aprile fino al 2 novembre 2019, lo zoo è aperto:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 17:00
  • nei weekend e nei giorni festivi dalle ore 10:00 alle ore 17:30

Bronx Zoo 

IMPORTANTE: ogni mercoledì, l’ingresso al Bronx Zoo è gratuito. Vale il cosiddetto pay-as-you-wish ovvero l’offerta libera per sostenere i costi di gestione e mantenimento.

Gli altri giorni, invece, la visita dello zoo è a pagamento. Ci sono due tipologie di biglietti:

  • Total Experience (venduto solo online): comprende tutte le attrazioni extra. Cliccate qui per acquistarlo.
  • General Admission (venduto in loco): prevede solo l’ingresso allo zoo e non le attività extra.

La General Admission è inclusa all’interno del Sightseeing Flex Pass. Cliccate qui per saperne di più.


Manhattanhenge: tutto ciò che c'è da sapere May 23 2019

Il tramonto più bello che possiate immaginare, capace di lasciarvi senza fiato e con gli occhi sognanti? E’ quello che potete ammirare in occasione del Manhattanhenge, famoso anche come il “Solstizio di Manhattan”.

Questo meraviglioso spettacolo della natura è difficile da descrivere a parole e, la sua bellezza, lo rende quasi magico. Si tratta di un fenomeno a cui non siamo abituati e che, per questo motivo, conserva tutte le caratteristiche di evento straordinario. 

Manhattanhenge

Il Manhattanhenge si verifica soltanto due volte all’anno e, perciò, siete davvero fortunati se vi trovate nella Grande Mela nel periodo giusto per assistervi.

In questo articolo, vi do tutte le informazioni sul “Solstizio di Manhattan” e vi svelo i luoghi migliori per ammirarlo e le date in cui si verificherà nel 2019. Preparate le macchine fotografiche!

Altro tramonto che toglie il fiato è quello che potrete ammirare dal ponte di Brooklyn. Ho ideato un Tour apposito che vi porterà alla scoperta anche di Dumbo e Seaport Village, mete imperdibili durante il vostro viaggio a New York. Cliccate qui per saperne di più.

 

Il Manhattanhenge: di cosa si tratta?

Il Manhattanhenge è il fenomeno durante il quale il sole, nel momento in cui tramonta, si allinea a tutte le strade di Manhattan in direzione est-ovest. Dunque, basta trovarsi in una di queste strade per assistere al sole che tramonta proprio davanti a sé.

L’immagine del disco solare tra i grattacieli è un’immagine destinata a rimanere impressa nella memoria. I raggi del sole, con i colori caldi tipici del tramonto, colpiscono gli edifici e creano incantevoli giochi di luce. E’, dunque, emozionante contemplare questo tramonto senza ostacoli. 

Manhattanhenge

Il fatto che questo spettacolo della natura venga chiamato Manhattanhenge non è casuale! Il termine è stato coniato nel 1996 dall’astrofisico Neil deGrasse Tyson unendo le parole Manhattan e Stonehenge. Come già saprete, Stonehenge è il famoso sito neolitico situato in Inghilterra ed è proprio qui che, durante il solstizio d’estate, il sole si allinea con la famosa “pietra del tallone”. 

Dunque, ciò che accade a New York, durante il Manhattanhenge, assomiglia molto al fenomeno del solstizio d’estate di Stonehenge ma si colloca all’interno di una metropoli non paragonabile alle altre città. Neil deGrasse Tyson ne ha parlato come di “un fenomeno urbano unico al mondo, se non nell’universo”.

 

Il Manhattanhenge nel 2019

Come suddetto, il Manhattanhenge si verifica due volte all’anno e le date variano in base al solstizio d’estate. In generale, il famoso “Solstizio di Manhattan” si svolge in primis verso la fine di maggio e, poi, successivamente intorno al 12 luglio.

Di seguito, vi riporto le date e gli orari del Manhattanhenge nel 2019:

  • 29 maggio ore 20:13 Half Sun (una metà del sole è sotto all’orizzonte)
  • 30 maggio ore 20:12 Full Sun (il sole è visibile per intero tra i grattacieli)
  • 11 luglio ore 20:20 Full Sun (il sole è visibile per intero tra i grattacieli)
  • 12 luglio ore 20:21 Half Sun (una metà del sole è sotto all’orizzonte)

Quest’anno, dunque, i giorni in cui vi consiglio di assistere al Manhattanhenge sono il 30 maggio e l’11 luglio, ovvero quelli in cui si ha la possibilità di ammirare per intero il disco solare che tramonta, incastonato tra i grattacieli.

Manhattanhenge

 

Il Manhattanhenge: da dove ammirarlo?

Non tutte le strade di Manhattan sono indicate per ammirare il Manhattanhenge. Seguendo i consigli di Neil deGrasse Tyson, le migliori per assistere a questo spettacolare tramonto sono la 14th, la 23rd, la 34th, la 42nd e la 57th. Ovviamente, il segreto è quello di posizionarsi ad Est di una di queste cinque strade e di guardare verso Ovest (in direzione del New Jersey) dove tramonta il sole.

Manhattanhenge

Punti molto frequentati durante il Manhattanhenge sono quelli nei pressi dell’Empire State Building sulla 34esima e nei pressi del Chrysler Building sulla 42esima. Invece, i fotografi professionisti spesso si recano sul Tudor City Bridge, vicino Grand Central Terminal. Tuttavia, se volete recarvi qui, preparatevi a trovare molta folla!

 

Alcune curiosità

  • In occasione del solstizio di inverno, a New York esiste lo stesso fenomeno ma all’alba e, quindi, guardando in direzione opposta, da ovest verso est. Dunque, durante l’inverno, in due occasioni (intorno al 5 dicembre e all’8 gennaio) accade che il sole sorge allineandosi con le strade di Manhattan. Tuttavia, si tratta di un fenomeno meno seguito sia per le temperature sia per la visuale decisamente meno spettacolare. 
  • Fenomeni paragonabili al Manhattanhenge avvengono anche in altre città caratterizzate da un reticolo urbano simile a quello newyorkese. Ad esempio: Chicago, Baltimora, Toronto, etc.. Ovviamente cambiano le date in cui si verificano.

Il Madison Square Garden di New York May 13 2019

Chi di voi non ha mai sentito parlare del Madison Square Garden? Credo davvero pochi! Si tratta, infatti, di uno degli stadi più famosi e grandi di New York. Con una capienza di circa 20.000 persone, ospita ogni anno sia eventi e incontri legati al mondo dello sport sia concerti e spettacoli di ogni genere.

Il Madison Square Garden

Per i newyorkesi, il Madison Square Garden (o MSG) è una leggenda ed un pezzo importante della storia della loro città. Qui, si sono esibiti leggende del mondo della musica come Elvis Presley, i Queen, John Lennon, Frank Sinatra, i Led Zeppelin... e, per anni, sul suo ring sono saliti pugili del calibro di Mike Tyson, Muhammad Ali, Rocky Marciano e tanti altri.

Oggi, gli eventi più importanti organizzati presso il Madison Square Garden, oltre ai concerti, sono le partite di hockey sul ghiaccio e di basket. Nello specifico, è lo stadio della squadra di basket dei New York Knicks, della squadra di basket femminile dei New York Liberty e della squadra di hockey dei New York Rangers.

madison square garden partita

Per gli appassionati di basket e per coloro che vogliono vivere l’esperienza eccitante di assistere ad una partita NBA a New York, vi consiglio di passare presso la nostra agenzia a Times Square (324 W 47th St, tra la 8th e la 9th) e di acquistare i biglietti al miglior prezzo. Io vi aspetto!

Per sapere di più sulle partite NBA a New York, vi suggerisco di leggere questo articolo. Mentre per conoscere la mia esperienza di partita NBA al Madison Square Garden, cliccate qui. E’ stato emozionante.

 

Il Madison Square Garden: la storia

Conosciuto in tutto il mondo e noto anche come The Garden, il MSG è stato inaugurato l’11 febbraio del 1968 e, da subito, ha richiesto un grande investimento economico. E’ costato, infatti, più di un miliardo di dollari e, per questo motivo, rientra tra i dieci stadi più dispendiosi al mondo. L’architetto che ha curato i lavori è stato Charles Luckman, mentre il nome dello stadio è un omaggio a James Madison, quarto presidente degli Stati Uniti.

madison square garden storia

In realtà, il Madison Square Garden come si presenta oggi è frutto di molteplici interventi di ristrutturazione e ampliamento. In precedenza, altri tre edifici, poi demoliti, hanno portato questo nome.

madison square garden

Attualmente, quindi, il MSG è una struttura moderna e molto curata, dotata delle tecnologie più all’avanguardia, tra cui i chioschi interrativi e i sistemi video in HD. I posti sono distribuiti su sei anelli, ciascuno identificato con un nome e un colore, ma non tutti sono accessibili in ogni occasione. Ad esempio, durante le partite di hockey sul ghiaccio, il livello più basso non è disponibile e, per questo, la capienza dello stadio è inferiore rispetto ad altre occasioni.

 

Il Madison Square Garden: gli eventi

Gli eventi organizzati negli anni, presso il Madison Square Garden, hanno contribuito ad assicurargli un posto nel mito! E’ proprio qui, infatti, che si è svolto il concerto dedicato a New York dopo gli attentati dell’11 settembre del 2001 o, ancora, il concerto di beneficenza dopo l’uragano Katrina per dare aiuto a New Orleans. 

Inoltre, in questo stadio, ci sono stati eventi ed episodi destinati a rimanere nella storia; come l’ultimo concerto di John Lennon oppure il famoso incontro sportivo tra Muhammad Ali e Joe Frazier, per non parlare di concerti che sono diventati leggendari.

madison square garden incontro pugilato

 

Il Madison Square Garden: dove si trova e come raggiungerlo

Il Madison Square Garden si trova proprio nel cuore di Manhattan, a Midtown, sopra alla conosciuta Pennsylvania Station, nelle vicinanze di Herald Square e non lontano dall’Empire State Building. 

L’indirizzo da digitare su Google Maps è il seguente: 4 Pennsylvania Plaza, New York, NY 10001, Stati Uniti.

madison square garden google maps

E’ raggiungibile comodamente a piedi se soggiornate a Midtown oppure con la metropolitana. Basta prendere le linee della metro A, C, E oppure 1, 2, 3 e scendere alla fermata 34th Street- Penn Station.

  

Il Madison Square Garden: come visitarlo

Oltre ad assistere ai concerti oppure alle partite sportive, avete la possibilità di visitare la struttura del Madison Square Garden prenotando un All Access Tour.

Inoltre, il Madison Square Garden fa parte del circuito del New York Pass che consente l’ingresso scontato a tantissime attrazioni di New York. Potete acquistarlo qui.


Lo shopping a New York: gli Outlet da non perdere April 29 2019

New York è la meta ideale per gli amanti dello shopping e per coloro che amano stare al passo con le nuove tendenze in fatto di moda! La quantità così come la varietà di negozi di questa metropoli è davvero straordinaria e non smette di sorprendere.

Inoltre, non ci sono dubbi sul fatto che la grande mela sia la destinazione perfetta per coloro che sono alla ricerca di occasioni imperdibili.

Nella città che non dorme mai, riuscirete a scovare dei veri e propri affari!

 

In generale, per coloro che desiderano trovare offerte e sconti molto vantaggiosi, sia per quanto riguarda l’abbigliamento sia per le altre tipologie di prodotto, il mio consiglio è quello di non perdersi i famosi outlet. 

woodbury common outlet

In questo articolo, vi parlo dei migliori outlet di New York, ovvero di quei negozi in cui potrete trovare occasioni irrinunciabili in qualsiasi periodo dell’anno.

 

Century 21

Century 21 è uno degli outlet più in voga della grande mela. Il suo punto di forza? Il fatto di trovarsi proprio nel cuore di Manhattan.

Century 21 

Sono diversi i Century 21 Department Store a New York ma quello più conosciuto si trova nel noto Financial District, a Lower Manhattan (22 Cortlandt Street) ed ospita al suo interno brand molto famosi, tra cui Dolce & Gabbana, Marc Jacobs, Ralph Lauren, Calvin Klein..

Century 21

Una vastissima offerta non solo di abbigliamento ma anche di scarpe, accessori e tanto altro.. per uomo, donna e bambino. Sette piani di prezzi davvero convenienti e di sconti che, spesso, superano il 60%..

Sul sito potete visionare gli orari di ciascun punto vendita e tutti i marchi venduti all’interno dell’outlet.

  

Woodbury Common

L'outlet Woodbury Common Premium è il più famoso non solo di New York ma di tutti gli Stati Uniti! Con oltre 200 negozi delle più grandi firme della moda (Prada, Armani, Celine, Gucci, Jimmy Choo, Dior, Michael Kors...) è una meta irresistibile per tutti gli shopping addicted. E’ l’occasione per trovare capi di brand che avete sempre sognato di avere nel vostro armadio ma con un prezzo da outlet!

Woodbury Common

Woodbury Common si trova appena fuori Manhattan, a solo un’ora da New York. Cliccate qui per acquistare i biglietti degli autobus che vi porteranno in questo paradiso dello shopping scontato.

 

The Mills at Jersey Gardens

L’outlet The Mills at Jersey Gardens si trova nel New Jersey, precisamente ad Elizabeth, raggiungibile in appena mezz’ora da Manhattan. A differenza del Woodbury Common, il The Mills è al coperto e racchiude in un enorme centro commerciale sia negozi tradizionali sia outlet. 

The Mills at Jersey Gardens

Si può raggiungere con l’autobus 111, in partenza da Port Authority Bus Terminal (625 8 Ave, Manhattan).

Importante: presentando il passaporto presso il Visitor Center è possibile ottenere ulteriori sconti. 

 

Tanger Outlets

Questa grande catena vanta tantissimi outlet in oltre 20 Stati dagli USA al Canada. Uno dei più conosciuti è il Tanger Outlet di Long Island (200 Tanger Mall Drive, Riverhead, NY 11901), con i suoi oltre 165 negozi. Solitamente la visita di questo outlet viene abbinata alla scoperta degli Hamptons e delle spiagge vicino New York.  

Tanger Outlets

Anche qui, potrete trovare brand molto famosi a prezzi davvero competitivi: Abercrombie & Fitch, Calvin Klein, Levi's, Tommy Hilfiger, UGG, etc… Cliccate qui per saperne di più!

Molto frequentato è anche quello che si trova ad Atlantic City nel New Jersey (1931 Atlantic Ave, Atlantic City, NJ 08401).


7 perle nascoste di New York April 25 2019 2 Comments

New York è talmente tante cose insieme che è davvero difficile scoprirla tutta, anche dopo anni, e in 15 giorni non scoprirete in maniera semplice tutti i suoi angoli nascosti. Ovviamente, sono sicuro che riuscirete a visitare le top attrazioni della grande mela, soprattutto se prenotate uno dei nostri tour, come per esempio il Tour del Bronx, Queens e Brooklyn oppure il Tour dei Rooftop per scoprire le migliori terrazze panoramiche ed ammirare NY da angoli completamente diversi.  

Ma ci sono alcuni posti che nessuno vi menzionerà e che sono meno battuti dai turisti. Meritano una visita? Secondo me sì, a patto che abbiate un po' più di tempo così da organizzarvi al meglio.

Roosevelt Island

Ed allora scopriamo rapidamente questi 7 posti “diversi” e “segreti”, se permettete, della grande mela

 

Governors Island

Non è sicuramente il più segreto, ma è uno dei più belli. E’ il luogo dove vi consiglio di andare se siete a NY in estate oppure in un periodo dal clima mite. E’ un’isola che si trova a poca distanza da Lower Manhattan. Un tempo una base militare, oggi è un National Monument. E’ il luogo perfetto per staccare veramente la spina dal caos cittadino.  

Governors Island

Aperta solo da Maggio a Ottobre (dalle 10 alle 18, nel weekend fino alle 19)

E’ un’oasi di relax senza auto, perfetta per un picnic ed è uno dei luoghi migliori per ammirare i panorami su Lower Manhattan e sulla Statua della Libertà. Tra l'altro è un luogo molto instagrammabile, quindi: smartphone pronto! 

Ospita molti eventi all’aperto e ci sono tante amache... perciò come vi dicevo è il luogo perfetto per staccare la spina 

Per arrivarci dovrete prendere il battello da Battery Park, con soli 2$ e, in qualche minuto, arriverete in questa oasi. Nel weekend, fino alle ore 11:30, il battello è gratuito

Governors Island

 

Irish Hunger Memorial 

Anche questo luogo è davvero perfetto per riposarsi e rilassarsi. Sempre vicino a Battery Park ed immerso nel verde, è un memoriale che ricorda una pagina triste della storia irlandese: la grande carestia del 1845. Una carestia dovuta ad un batterio (un fungo) che distrusse tutte le piantagioni di patate. 

Un luogo importante per New York perché quasi 1 milione di abitanti della grande mela ha origini irlandesi. Oggi è un memoriale anche su temi legati all' immigrazione e alla fame nel mondo (non solo irlandese).  

Irish Hunger Memorial

Da qui, tra il verde e la calma, potrete ammirare la Statua della Libertà, Ellis Island. Dopo il tramonto sarete travolti dalle bellissime luci che vi regaleranno un’atmosfera unica

E’ aperto tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 18:45 (da maggio a ottobre fino alle 21) e l’accesso è gratuito

Irish Hunger Memorial  

  

Roosevelt Island 

Quest'altra isoletta, poco conosciuta dai turisti, offre un modo davvero unico per raggiungerla: la funivia!  

Roosevelt Island

Lunga 3 km circa, si trova sull’East River e in mezz’ora riuscirete a percorrerla interamente a piedi. Come dicevamo, è possibile raggiungerla con la funivia oppure in metro. Ovviamente, la prima opzione vi consentirà di vedere Manhattan da una prospettiva diversa. In tal caso, la funivia è la Roosevelt Island Tramway (la trovate tra la 59esima e la 2nd Avenue). 

Roosevelt Island

Se optate invece per la metro, la linea è la F Sixth Avenue Local, fermata Roosevelt Island

Nonostante le dimensioni dell'isola, potrete ammirare: 

  • Il parco in memoriale al presidente Roosevelt dove pronunciò il discorso delle quattro libertà. Il Four Freedoms Park è recente (inaugurato nel 2012);

Four Freedoms Park

  • Rovine del Smallpox Hospital: un ospedale del 1856 decadente, molto carino per qualche foto ed un tuffo nel passato;
  • Chapel of the Good Shepherd: una chiesa del 1888, posizionata al centro dell’isola (al civico 543 nella Main Street);
  • Il Faro di pietra: costruito nel 1872, funzionò fino al 1940 e serviva ovviamente alle navi per orientarsi. Oggi è una zona perfetta per un picnic e qualche foto ad effetto;
  • The Octagon: è un vecchio edificio, oggi residenza di lusso, iscritto nel registro nazionale dei luoghi storici. Una costruzione di cinque piani.. davvero incantevole. 

Presso Roosevelt Island potrete anche mangiare: troverete qualche trattoria italiana, ristoranti multietnici e Starbucks. Insomma, non rimarrete a digiuno!

 

Il muro di Berlino

Il muro di Berlino? Lo trovate anche a New York. Non è un modo di dire, non è neanche la solita “truffa” ma è davvero così. Nel 1989, alcuni pezzi del muro sono andati all’asta e... a New York sono andati ben 5 pezzi. 

Il muro di Berlino

Dove si trovano? Una mappa completa la troverete su viewing.nyc. Ti consiglio quello di Midtown (su Madison Avenue, ad un isolato dal MOMA) e quello che si trova a Battery Park (precisamente nella piazza Kowsky Plaza). 

Un altro si trova fuori dal palazzo delle nazioni unite ed è di grande importanza simbolica poiché riporta la frase “trophy of civil rights”. 

  

Old City Hall 

Vetrate, lucernari e lampadari in ottone. Pareti curve e soffitti vintage. Non è la descrizione di un’appartamento ma... di una vecchia metropolitana abbandonata. Chiusa dopo solo 40 anni, nel 1904, City Hall era il capolinea della metropolitana ed era uno spettacolo anzi è uno spettacolo perché è visitabile durante tour guidati che vengono organizzati in serie limitata ogni settimana.

  Old City Hall

Un tuffo nel passato, un posto un po’ mistico dove si respira la vera New York di una volta. Una chicca imperdibile. 

 

Whispering Gallery

Ovviamente vi troverete a visitare Grand Central Station, la stazione ferroviaria principale di New York. Bene, in pochi sanno che c’è una galleria dove è possibile (in coppia) parlare a distanza (in appositi angoli) e sussurrarsi nell’orecchio anche se si è di spalle e, quindi, lontani. Una chicca divertente all’interno di una delle stazioni ferroviarie più belle del mondo (da non perdere!) 

Per raggiungerla, vi basta arrivare a Grand Central Station ed entrare... poi scopritela e capirete voi dove andare. 

  

Pomander Walk

Tra la Broadway e la West End Avenue, il Pomander Walk è formato da una serie di sedici edifici in legno e mattoni, realizzati nel 1921 da un imprenditore irlandese di nome Thomas Healy, con l’obiettivo di replicare una via privata irlandese ispirata proprio alla commedia irlandese Pomander Walk. Un luogo insolito, che merita una visita senz’altro.

Pomander Walk


Il Giardino Botanico di Brooklyn April 22 2019

New York non è solo grattacieli ma è una metropoli ricca di spazi verdi che permettono sia ai newyorkesi sia ai turisti di isolarsi dalla frenesia della città che non dorme mai e di ritagliarsi momenti di relax e svago.

Tra questi spazi verdi, un posto speciale è occupato dal Giardino Botanico di Brooklyn, in inglese Brooklyn Botanic Garden. Si tratta di una delle principali attrazioni della grande mela per chi ama la natura e rientra tra i luoghi più belli da visitare durante la primavera newyorkese.

Brooklyn Botanic Garden Credit Pat Bianculli

Se vi trovate a New York in questo periodo, dunque, vi consiglio di non lasciarvi scappare l’opportunità di ammirare questo meraviglioso giardino botanico. Inoltre, ogni anno, verso la fine di questo mese e l’inizio di maggio (quest’anno il 27 e il 28 aprile), al suo interno viene organizzato il Sakura Matsuri Cherry Blossom Festival, ovvero il festival dei fiori di ciliegio. Uno spettacolo unico!

Per conoscere tutto ciò che c’è da sapere sul Brooklyn Botanic Garden, continuate a leggere!

 

La storia

Nell’Ottocento questo parco era solo una discarica per le ceneri. Risale al 1897 la decisione di realizzare un giardino botanico e nel 1910 fu aperto ufficialmente il Brooklyn Botanic Garden. Inizialmente, il giardino non era così ricco di sezioni e zone come oggi; ad esempio il famoso Giardino Giapponese fu completato più tardi così come presero vita una serie di attività ed eventi che hanno reso nel tempo questa attrazione newyorkese molto frequentata.

Brooklyn Botanic Garden

Credit Shinya Suzuki

Oggi, il Giardino Botanico di Brooklyn occupa una superficie di circa 21 ettari e ospita, al suo interno, straordinarie varietà di piante e fiori che danno vita a scenari da sogno! Con oltre 12.000 specie vegetali, è una imperdibile tappa per gli amanti della natura. Sul sito ufficiale c’è la sezione in cui potete visionare le piante in fiore del periodo.

 

Principali attrazioni e punti di interesse

Una delle più importanti attrazioni del Brooklyn Botanic Garden è il Giardino Giapponese. Si tratta di un giardino di ispirazione giapponese con tantissimi alberi di ciliegio che in primavera sono in piena fioritura e che, perciò, proprio in questo periodo raggiungono il loro massimo splendore. Completano il paesaggio: il laghetto, il tempio shintoista, le rocce, i ponti in legno.. sembra proprio di essere stati trasportati nel paese del Sol levante.

Brooklyn Botanic Garden

Credit Salim Virji

Altro punto di interesse è rappresentato dal Cranford Rose Garden. Questo giardino è un’esplosione straordinaria di rose. Pensate un po’: alcune di queste sono state piantate nel 1927! In questa sezione, la fioritura inizia a giugno e si prolunga fino a settembre, regalando uno scenario fantastico: oltre 1.400 varietà di rose dai colori cangianti e dai profumi inebrianti. 

Molto popolare è la Lily Pool Terrace. A colpirvi saranno le vasche di ninfee , le piante acquatiche e le piante carnivore che popolano questa zona del giardino botanico.

Se visitate il Brooklyn Botanic Garden nella stagione autunnale, non potete non soffermarvi ad ammirare il Rock Garden: il giardino roccioso ricco di alberi sempreverdi e cespugli in fiore.

In inverno, invece, la neve rende il giardino botanico ancora più magico! E per riscaldarvi, potrete rifugiarvi all’interno della serra della Steinhardt Conservatory. Proprio qui, oltre alle piante tropicali, c’è una grandissima collezione di bonsai! 

Steinhardt Conservatory

Sono tantissime altre le sezioni e le aree che compongono il Brooklyn Botanic Garden. Tutte insieme contribuiscono a rendere speciale questo giardino botanico in qualsiasi stagione venga visitato. Inoltre, gli eventi, organizzati in maniera periodica, non vi faranno annoiare! Cliccate qui per conoscere quelli in programma.

 

Come arrivarci

Il Giardino Botanico di Brooklyn si trova all’interno del Prospect Park, nel cuore di Brooklyn e dietro al Brooklyn Museum. L’indirizzo da digitare su Google Maps per raggiungerlo è il seguente: 990 Washington Ave, Brooklyn, NY. 

Brooklyn Botanic Garden

Con la metropolitana, è possibile arrivarci prendendo le linee B e Q (fermata Prospect Park), la linea S (fermata Botanic Garden) e le linee 2 e 3 (fermata Eastern Parkway-Brooklyn Museum).

 

Orari e Biglietti

Di seguito gli orari del Brooklyn Botanic Garden:

- da marzo a ottobre

  • dal martedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00 (da aprile a settembre quasi tutti i martedì la chiusura del giardino è posticipata alle 20 o alle 20:30)
  • sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:00
  • chiusura lunedì (salvo eccezioni)

- novembre

  • dal martedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 16:30
  • sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 16:30
  • chiusura lunedì e il giorno del Ringraziamento

- da dicembre a febbraio

  • dal martedì alla domenica dalle ore 10:00 alle ore 16:30
  • chiusura lunedì (salvo eccezioni)
  • chiusura Natale e Capodanno 

Quest’anno, nel 2019, da marzo a novembre l’ingresso al giardino botanico è gratuito ogni venerdì mattina fino a mezzogiorno. Mentre, da dicembre a febbraio l’accesso sarà gratuito nei giorni feriali. In generale, il costo del biglietto per gli adulti è di 15$ mentre per gli anziani (> di 65 anni) e per gli studenti è di 8$. I bambini (al di sotto dei 12 anni) hanno diritto all’ingresso gratuito.

Ovviamente, per l’accesso ai festival organizzati all’interno del giardino (ad esempio quello di Sakura Matsuri il 27 e il 28 aprile) occorre acquistare un altro biglietto. Qui potete approfondire con altre informazioni.

Inoltre, il Giardino Botanico di Brooklyn fa parte del circuito del New York Pass che consente l’ingresso scontato a tantissime attrazioni newyorkesi. Cliccate qui per acquistarlo.

Un’altra possibilità è il cosiddetto Art and Garden Ticket che vi permette con un solo biglietto di visitare sia il giardino botanico sia il vicino Brooklyn Museum nella stessa giornata.


Aprile a New York: gli eventi da non perdere April 03 2019

Aprile è il mese in cui si entra nel vivo della primavera newyorkese. Per questo motivo, è un ottimo periodo per visitare la grande mela. La metropoli si riempie dei colori e dei profumi primaverili e ciò contribuisce ad esaltare ancor di più la sua bellezza. Le giornate si allungano e il freddo dell’inverno è ormai un ricordo.

Le temperature, pur essendo imprevedibili, iniziano a divenire più miti e la massima raggiunge anche i 18-20 gradi circa, soprattutto a fine mese. In ogni caso, se visitate la città in questo periodo, vi consiglio di tener presente che le temperature variano molto nel corso della giornata. Potrete ritrovarvi ad uscire la mattina presto con una temperatura di 4-5 gradi e arrivare all’ora di pranzo in cui si superano i 18 gradi... Per questa ragione, la miglior cosa è attrezzarsi con capi di abbigliamento sia invernali sia estivi e vestirsi a strati, senza dimenticare l’ombrello!

In genere, aprile non è considerato un periodo di alta stagione e i prezzi di un viaggio nella grande mela sono piuttosto vantaggiosi, ad eccezione della settimana di Pasqua che quest’anno cadrà il 21 del mese. La città non è troppo affollata e potrete godervi le principali attrazioni senza fare file eccessive. A tal proposito, vi consiglio il CityPass, l’abbonamento che vi permetterà di usufruire degli ingressi preferenziali. Per acquistarlo, cliccate qui.

Brooklyn Botanical Garden

Per scoprire gli eventi più importanti organizzati a New York nel mese di aprile, continuate a leggere!

 

International Pillow Fight Day

6 aprile 2019

Divertirsi in una lotta a cuscinate nel cuore di New York.. non è un sogno da bambini ma realtà! La giornata mondiale della lotta coi cuscini, l’International Pillow Fight Day, viene organizzata in diverse città, tra cui anche la grande mela, e attrae ogni anno tantissimi turisti e non.

International Pillow Fight Day 

Solitamente questo evento, fuori dal comune, si svolge nei primi giorni di Aprile e quest’anno, nel 2019, la data prevista è sabato 6 aprile. L’appuntamento è alle ore 15 presso Washington Square Park e la lotta dura fino alle 18.

Per partecipare occorre rispettare poche e semplici regole:

  • aspettare che venga dato il “via” alla lotta;
  • non colpire troppo forte e in maniera violenta;
  • non urtare chi sta scattando foto o filmando e, in generale, chi è disarmato;
  • non portare con sé cuscini troppo pesanti oppure che comportino la fuoriuscita di piume;
  • non lasciare i cuscini sul posto una volta terminato l’evento.

Per tutte le altre informazioni, cliccate qui.

 

Macy’s Flower Show

dal 24 marzo al 7 aprile 2019

Avete tempo fino a domenica 7 aprile per assistere alla spettacolare e gratuita mostra floreale che, ogni anno, viene organizzata all’interno del Macy’s Herald Square (151 W 34th St, tra la sesta e la settima strada). 

Macy’s Flower Show

Questa grande esposizione floreale è un appuntamento imperdibile sia per i newyorkesi sia per i turisti di tutto il mondo da oltre 70 anni! Per approfondire, vi consiglio di leggere questo articolo.

 

MoCCA Arts Festival

6 e 7 aprile 2019

Si tratta di uno dei più grandi festival di fumetti e cartoni animati di Manhattan. Se siete appassionati del genere non potete perderlo! Oltre 400 artisti mettono in mostra il proprio lavoro e, di solito, sono presenti fumettisti di fama mondiale.

Viene organizzato presso il Metropolitan West (639 W 46th St) dalle ore 11:00 fino alle ore 18:00. Potete acquistare i biglietti qui.

MoCCA Arts Festival  

Orchid Show

fino al 28 aprile 2019

Migliaia di orchidee colorate vi lasceranno senza fiato presso l’Orchid Show, organizzato all’interno del Giardino Botanico di New York nel Bronx (2900 Southern Blvd).

Orchid Show 

L’allestimento floreale di quest’anno è un vero e proprio omaggio a Singapore che, non a caso, vanta l’orchidea come fiore nazionale. La mostra, infatti, è stata sviluppata in collaborazione con Gardens by the Bay e i Singapore Botanic Gardens.

Cliccando qui è possibile acquistare i biglietti e accedere a tutte le informazioni su questo evento.

  

Easter Parade Bonnet

21 aprile

In occasione di una festività a New York non può mancare una parata! La Easter Parade Bonnet è la sfilata organizzata per festeggiare la domenica di Pasqua che quest’anno cadrà il 21 aprile. Si tratta di una parata alquanto stravagante in quanto i partecipanti indossano cappelli dalle forme insolite e strane ispirate al tema pasquale o semplicemente alla primavera.

Easter Parade Bonnet 

La tradizione della Easter Parade Bonnet risale alla seconda metà dell’Ottocento (1870) quando, in occasione della Pasqua, le signore altolocate sfoggiavano i loro ricchi cappelli. Oggi, tutti possono prendere parte alla sfilata che si svolge dalle 10 del mattino fino alle 16 del pomeriggio sulla Fifth Avenue, dalla 49esima alla 57esima strada.

Easter Parade Bonnet

Il posto migliore per assistere alla parata è nei pressi di St. Patrick's Cathedral oppure potete munirvi di cappello e partecipare anche voi!

 

Easter Egg Hunt

Un’importante tradizione pasquale americana è quella della caccia alle uova, la cosiddetta Easter Egg Hunt, che coinvolge i bambini in un’esperienza davvero divertente. A New York, la caccia alle uova colorate viene organizzata in diversi quartieri, sia nei parchi sia nelle principali attrazioni della grande mela, nel giorno che precede Pasqua oppure nei giorni precedenti. 

Easter Egg Hunt

L’anno scorso anche il Rockefeller Center ha organizzato, il giorno prima di Pasqua, la famosa caccia alle uova dando la possibilità di iscriversi sul sito.

 

Earth Day

22 aprile 2019

La giornata internazionale della Terra viene celebrata, ogni anno, in tutto il mondo per sensibilizzare sull’ambiente e iniziare a fare qualcosa per contrastare l’inquinamento. A New York, in occasione dell’Earth Day, sono previsti diversi eventi.

Una delle manifestazioni più famose è quella che si svolge presso Union Square. Qui il 23 aprile, dalle ore 12:00 alle ore 18:30, ci saranno decine di espositori, spettacoli dal vivo, attività per bambini, etc. Per maggiori informazioni, cliccate qui.

  

Tribeca Film Festival

dal 24 aprile al 5 maggio

Se amate il cinema questo è l’evento che fa per voi. Il Tribeca Film Festival è nato dall’iniziativa di Robert De Niro e prevede, ogni anno, la partecipazione di registi e attori di fama mondiale.

Il programma è davvero ricco e include: proiezioni, conferenze, incontri e altri tipi di eventi. Sul sito è possibile acquistare i ticket e conoscere tutto ciò che ruota intorno a questa rassegna cinematografica.

  

Sakura Matsuri Cherry Blossom Festival

27 aprile e 28 aprile 2019

Si tratta del festival annuale dei fiori di ciliegio che celebra la cultura giapponese attraverso un ricco programma che si sviluppa in due giornate. Tra gli eventi previsti ci sono: concerti, arti marziali, cerimonie del tè, spettacoli di danza giapponese, etc.. Potrete partecipare e assistere a queste attività, circondati da 220 alberi di ciliegio in piena fioritura. Pura magia!

Cherry Blossom Festival

Il festival si svolge presso il Brooklyn Botanic Garden (990 Washington Ave, Brooklyn) e rientra tra le attrazioni da non perdere se vi trovate a New York in questo periodo. Cliccate qui per acquistare i biglietti.

Orari:

dalle ore 10:00 alle ore 18:00


I negozi da non perdere a New York March 22 2019

Durante il vostro viaggio nella grande mela, vi consiglio di ritagliarvi del tempo per dedicarvi allo shopping. Lo shopping newyorkese è famoso in tutto il mondo e non è paragonabile alle esperienze di acquisto nelle altre città che avete visitato! Innanzitutto, i prezzi sono davvero vantaggiosi e le offerte sono all’ordine del giorno. Inoltre, a questo, bisogna aggiungere la possibilità di trovare un cambio favorevole euro-dollaro.. in questo caso, non potrete non approfittarne!

La quantità e la varietà di negozi presenti a New York è davvero notevole: dall’abbigliamento all’elettronica, dai prodotti dolciari ai negozi di intimo, dagli outlet ai negozi di articoli sportivi… c’è solo l’imbarazzo della scelta

Colazione da Tiffany

In questo articolo, vi parlo dei negozi da non perdere a New York, ovvero di quelli più famosi e in voga in città. Si tratta, spesso, di catene e brand non presenti in Italia oppure di flagship store di grande impatto che meritano di essere visitati. Alcuni di questi, sono apparsi sul grande e/o piccolo schermo e ciò ha contribuito ad aumentarne la popolarità.

  

Century 21

Siete alla ricerca di affari? E’ questo il posto giusto dove cercarli e trovarli! Century 21 è uno degli outlet più famosi di New York e, a differenza di molti altri, si trova nel cuore della metropoli.

Century 21 

Il Century 21 più importante si trova a Lower Manhattan (21 Dey St) nel noto Financial District e, con i suoi 7 piani, offre articoli di alcuni dei brand più prestigiosi al mondo: Marc Jacobs, Dolce & Gabbana, Calvin Klein, Ralph Lauren, etc… L’outlet non vende solo abbigliamento per uomo, donna e bambino ma tantissime altre tipologie di prodotti. 

Come potrete immaginare, è sempre molto affollato e, per questo motivo, consiglio di evitare le ore di punta e i giorni di maggior affluenza (nel weekend).

Un altro outlet molto noto nella grande mela è quello di Woodbury Commons. Clicca qui per acquistare i biglietti.

 

Apple Store

Nei pressi di Central Park, nello specifico al numero 767 della Fifth Avenue, c’è l’Apple Store più importante di New York e, in generale, il punto vendita Apple più iconico al mondo. Impossibile non notarlo: un cubo in vetro all’interno del quale è ben visibile il logo del brand, una mela morsicata.

Apple Store a New York

Si tratta di una vera e propria opera architettonica, realizzata con grande cura dei dettagli e dei materiali al fine di conferirle l’aspetto riflettente che tanto la caratterizza. Tantissimi i turisti che scattano le loro foto ricordo dinanzi al cubo in vetro. Ovviamente, non mancano i selfie da condividere sui social.

Attualmente il negozio è ancora in fase di ristrutturazione. Infatti, questo Apple Store è stato chiuso nel 2017 con l’obiettivo di aumentarne le dimensioni. In maniera temporanea, le vendite dei prodotti sono state trasferite nell’edificio accanto, lì dove in passato c’era il negozio di giocattoli FAO Schwarz.

Tuttavia, ci sono buone notizie: sembra che l’iconico store riaprirà i battenti nella prima metà di questo 2019 e ci aspettiamo grandi cose!

 

Macy’s

Se venite a New York, non potete perdervi il flagship store di Macy’s, il grande magazzino più famoso e frequentato in città. L’indirizzo è il seguente: 151 W 34th St. Si trova accanto Herald Square e, con i suoi 11 piani, ha la grandezza di un intero isolato. 

Macy's

Macy’s è diventato quasi una delle attrazioni della grande mela e deve la sua fama anche al fatto di essere apparso sul grande schermo. Avete presente il grande magazzino che avete visto nel film Il miracolo della 34° strada? E’ proprio lui!

Gli articoli che potete trovare al suo interno sono tantissimi e spaziano attraverso tutte le categorie merceologiche. Inoltre, vi segnalo che se presentate il passaporto presso il Visitor Center, otterrete una tessera sconto da usare per il vostro shopping.

 

Victoria’s Secret

Il colosso dell’intimo e della lingerie femminile vanta un importante flagship store nei pressi di Herald Square, più precisamente al numero 1328 della Broadway (di fronte Macy’s). Si tratta del negozio più grande al mondo di questo brand che deve la sua popolarità anche alle famose sfilate dei suoi angeli

Victoria's Secret

Victoria’s Secret non vende solo intimo ma anche accessori, abbigliamento sportivo, profumi, borse… un paradiso per le amanti dello shopping! Di recente è approdato anche in Italia, ma, con il cambio favorevole, conviene senza dubbio acquistare a New York.

Nella grande mela, ci sono tantissimi negozi Victoria’s Secret. Di seguito, gli indirizzi di alcuni:

  • 1328 Broadway
  • 565 Broadway
  • 115 5th Ave
  • 640 5th Ave

 

FAO Schwarz

Un negozio di giocattoli di lunga tradizione, apparso in film come Big con Tom Hanks oppure Mamma mi sono perso a New York. FAO Schwarz è un negozio iconico di New York e al quale sia i grandi sia i più piccoli sono molto affezionati

Attualmente lo store si trova nelle vicinanze del Rockefeller Center. L’indirizzo preciso è il seguente: 30 Rockefeller Plaza, New York, NY 10111

Negozio FAO Schwarz 

M&M’s World

Il negozio dei famosi confetti di cioccolato, gli M&M’s, si trova proprio nel cuore di Times Square, precisamente al numero 1600 della Broadway. L’M&M’s World di New York si sviluppa su tre piani ed è un paradiso non solo per i bambini ma per tutti i golosi!

M&M's a New York 

Oltre alla vendita dei colorati confetti in tantissimi gusti differenti, questo store permette l’acquisto di articoli e oggetti vari, tutti a tema M&M’s. Tazze, magliette, cuscini, portachiavi, etc…

 

NikeTown

Questa “città” dedicata alla Nike si trova sulla 57esima strada, vicino alla quinta strada. Si tratta di uno store rivoluzionario che ripensa il rapporto con il consumatore all’intero dell’area di vendita.

La tecnologia è parte integrante del nuovo concept di punto vendita, in cui il cliente tramite il proprio smartphone può pagare, personalizzare i capi o le scarpe, prenotare un esperto di stile..

Insomma, con i suoi cinque piani, questo flagship store è diverso da qualunque negozio Nike al mondo. Oltre al fatto che, qui, potrete trovare articoli e modelli di scarpe non presenti in nessun altro store. 

NikeTown

Per gli appassionati del brand e, più in generale, dell’abbigliamento sportivo, è il negozio da non perdere!

 

Lego Store

Amati sia dai bambini sia dagli adulti, i Lego hanno un negozio a loro dedicato nella grande mela. Il Lego Store si trova di fronte al Rockefeller Center, e precisamente all’indirizzo: West 50th Street, 620 5th Ave.

Al suo interno, vi ritroverete di fronte a delle vere e proprie opere d’arte realizzate con i Lego. Fantastico!

 

NBA Store

Un negozio a tre piani che farà innamorare gli appassionati di basket e non solo. L’NBA Store è molto più di un semplice punto vendita.. è uno spazio che racchiude tutto ciò che ruota intorno a questo sport molto amato dagli americani. 

NBA Store

Al suo interno, tra le tante cose, è possibile: guardare le repliche delle partite sugli appositi schermi, dilettarsi con i tiri a canestro, giocare con la playstation, personalizzare gli articoli, etc…

Dove si trova? All’angolo tra la 45esima e la quinta strada.

  

Tiffany

Avete presente la scena in cui, nel film Colazione da Tiffany, Audrey Hepburn ammira le vetrine della gioielleria mentre consuma la colazione? Il negozio in questione è il Tiffany che si trova sulla Fifth Avenue, all’altezza della 57esima strada!

Tiffany

Si tratta di un flagship store che ha fatto storia e, con la sua apparizione nel film, ha aumentato la fama del brand in maniera esponenziale.

Al suo interno, per tre piani, è tutto un luccichio di gioielli e diamanti e l’ambiente riflette l’eleganza e la raffinatezza che contraddistingue Tiffany. Al quarto piano c’è anche un café, The Blue Box Cafe, dove è possibile fare la famosa colazione che tanto ci ha fatto sognare. Ovviamente tutto, dall’arredamento alle tazze, richiama il tipico colore Tiffany.

Per leggere la mia esperienza della colazione da Tiffany, vi consiglio di leggere questo articolo.


Chelsea Market: il mercato da vedere a New York March 07 2019 1 Comment

Durante il vostro viaggio a New York, quando vi ritroverete a scoprire il quartiere di Chelsea, nel West Side di Manhattan, oltre alla passeggiata sulla famosa High Line vi consiglio di non perdervi la visita del Chelsea Market! Se amate andare alla scoperta di nuovi sapori e, nei vostri viaggi, ricercate le specialità gastronomiche, questo è il posto che fa per voi! 

Chelsea Market

In realtà, in questo grande mercato coperto non troverete soltanto prodotti alimentari ma tanto altro: capi di abbigliamento, articoli per la casa, oggetti di artigianato, etc..; ma, soprattutto, scoprirete un modo del tutto nuovo di concepire il mercato, diverso da ciò a cui siamo abituati in Italia. Questo il motivo per cui vi stupirà!

In questo articolo, vi darò tutte le informazioni per visitare il Chelsea Market e vi racconterò la storia che c’è dietro questa sorprendente attrazione newyorkese.

 

Perché visitare il Chelsea Market

Si tratta di un luogo unico in città, nel quale trascorrere ore piacevoli per assaggiare cibi mai provati e per dedicarsi allo shopping di articoli di ogni genere e, in alcuni casi, provenienti dall’altro lato del mondo.

Chelsea Market

A colpirvi sarà anche la location in cui questo mercato si inserisce, una ex fabbrica che ha mantenuto la sua impronta di edificio storico ma, allo stesso tempo, si è arricchito di elementi di modernità. L’ambiente è giovane e dinamico e, spesso, vengono organizzati eventi. Cliccate qui per scoprire quelli attualmente in corso. 

Un consiglio: se andate nel weekend non perdetevi il brunch!

 

Come arrivarci e quando andare

Come suddetto, il Chelsea Market si colloca nell’omonimo quartiere di New York. In questo quartiere, le oltre 200 gallerie d’arte convivono con negozi e ristoranti ricercati e saltano subito all’occhio i caratteristici edifici in mattoni rossi. Si tratta di una zona della città che è stata interessata da un processo di rinascita e riqualificazione. Come non pensare alla High Line, nata da una ferrovia sopraelevata in disuso?

Nello specifico, il Chelsea Market si trova al numero 75 della 9th Avenue, tra la 15esima e la 16esima strada

Chelsea Market google maps

Se siete fortunati e il meteo è dalla vostra parte, vi consiglio di raggiungere il Chelsea Market dopo aver fatto una passeggiata sulla High Line; percorrendola in direzione sud troverete l’accesso diretto al mercato. Altrimenti, potrete raggiungerlo con le linee A, C ed E della metropolitana, scendendo alla 14th Street Station.

Di seguito, gli orari di apertura del Chelsea Market:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 7:00 alle ore 2:00 di notte
  • la domenica dalle ore 8:00 alle ore 22:00

 

Dove mangiare

La scelta dei posti dove mangiare al Chelsea Market è davvero vasta e, perciò, sarà molto difficile decidere in quale stand o ristorante fermarsi. Ci sono cibi di ogni tipo e provenienti da ogni parte del mondo. Per questo motivo, la scelta migliore è assaggiare differenti specialità e non fermarsi a un solo stand.

Molto famoso è il Lobster Place, qui è possibile sia acquistare il pesce fresco da portare a casa sia fermarsi a mangiare. La specialità è il Lobster Roll, il panino con l’aragosta condito con una salsa davvero squisita. C’è anche la possibilità di mangiare l’aragosta semplicemente bollita e accompagnata da contorni vari. 

Lobster Roll

Altri luoghi dove mangiare, all’interno del Chelsea Market, sono: Los Tacos No. 1, specializzato in cucina messicana; il Mok Bar, ristorante coreano; Beyond Sushi, specializzato in sushi vegano e vegetariano; Amy’s Bread, panificio e pasticceria; Friedman’s Lunch, che propone la tradizionale cucina americana; il ristorante Giovanni Rana; Bar Suzette, specializzato in crepes; Doughnuttery, famoso per i donuts; etc.. C’è l’imbarazzo della scelta!

  

Dove fare shopping

All’interno del Chelsea Market, ci sono diversi negozi dove è possibile fare shopping sia di prodotti enogastronomici (vini, cioccolata, frutta secca, spezie..) sia di altri tipi di articoli.

Chelsea Market

Credit Alexandra Marshall

Ad esempio, c’è il famoso negozio Anthropologie che vende articoli per la casa e abbigliamento femminile oppure il negozio Kikkerland specializzato nella vendita di singolari oggetti di design. Inoltre, non mancano le librerie e i negozi di articoli rari e provenienti da ogni parte del mondo.

Molto interessante è la sezione Artists & Fleas. Quest’ultima si trova nella parte finale del Chelsea Market e, qui, stilisti e artisti vendono le loro creazioni. E’ possibile trovare dei pezzi unici e davvero originali!

 

La storia

La nascita del Chelsea Market risale al 1997. Prima di questa data, andando indietro nel tempo e arrivando alla fine dell’Ottocento, questa struttura era sede di un’importante fabbrica di biscotti e crakers, la Nabisco, National Biscuit Company. E’ stata proprio questa fabbrica a commercializzare i biscotti Oreo e i Ritz! 

La posizione della Nabisco non era casuale: trovandosi vicino al Meatpaking District, il quartiere del commercio della carne, poteva disporre facilmente di grandi quantità di strutto.

Tuttavia, negli anni ’60, la fabbrica fu spostata altrove e l’area rimase a lungo inutilizzata. Soltanto negli anni ’90, la struttura è stata ristrutturata e riqualificata fino ad arrivare all’inaugurazione del Chelsea Market.

Chelsea Market


La New York Public Library February 26 2019 1 Comment

Tra i luoghi da visitare, durante il vostro viaggio a New York, rientra senza ombra di dubbio la New York Public Library. Quest’ultima è la biblioteca pubblica di New York, con sede principale lungo la quinta strada, all’interno dello Stephen A. Schwarzman Building, nei pressi di Bryant Park e, quindi, nel cuore della Grande Mela.

New York Public Library

In realtà, la New York Public Library è un grandissimo sistema bibliotecario con oltre 90 sedi in tutto il territorio newyorkese, tra Manhattan, il Bronx e Staten Island. Si tratta, dunque, di una grande struttura, ben consolidata e gestita da un’associazione senza scopo di lucro.

La NYPL è considerata tra le più importanti biblioteche degli Stati Uniti ed è, perciò, un punto di riferimento per il patrimonio culturale americano. Per comprendere le dimensioni di questo polo bibliotecario con oltre 90 sedi, basti pensare che esso ospita, al suo interno, una collezione di oltre 50 milioni di volumi, tra libri, dvd, e-book, etc... Alcuni tra i documenti conservati sono di grande valore storico. Un esempio? La lettera in cui Cristoforo Colombo parla della scoperta dell’America!

 

La sede principale

Come suddetto, la sede principale della NYPL si trova all’interno dello Stephen A. Schwarzman Building. Si tratta di un imponente edificio in perfetto stile Beaux-Arts, con la facciata in marmo bianco.

New York Public Library

Due grandi leoni sono collocati ai lati della gradinata che conduce all’ingresso alla biblioteca. Quest'ultimi, noti come The Library Lions, a partire dagli anni ’30 sono stati denominati Patience e Fortitude (Pazienza e Forza) nel tentativo di simboleggiare la rinascita della società statunitense.

I due leoni sono diventati icona e segno di riconoscibilità della NYPL. I newyorkesi ci sono molto affezionati già a partire dall’inaugurazione della biblioteca, avvenuta il 23 maggio del 1911. Durante la vostra visita, perciò, non può mancare una foto oppure un selfie con queste statue molto amate!

Library Lions

La sede principale della New York Public Library si sviluppa su 3 piani, oltre al piano terra, ed è organizzata in sale e sezioni dedicate a differenti tematiche, dette divisions. Sul sito ufficiale sono riportate tutte le “divisions” in cui è strutturata la NYPL.

Di grande interesse è la Lionel Pincus and Princess Firyal Map Division, in cui sono conservate più di 400.000 mappe, 20.000 atlanti e libri geografici di tutto il mondo risalenti anche al 1400.

A lasciarvi senza parole saranno le sale di lettura che troverete al terzo piano: oltre 600 posti a sedere in ambienti luminosi e carichi di storia e sapere. Solo a guardare nasce il desiderio di sedersi e leggere i preziosi libri che qui sono custoditi! 

New York Public Library

Il catalogo delle opere, conservate presso la NYPL, è consultabile all’interno del sito web. In questo modo, è possibile documentarsi, prima della visita, sulla collezione presente all’interno dello Stephen A. Schwarzman Building.

 

Come e quando visitarla

Ogni anno, sono milioni i visitatori della New York Public Library! L’ingresso è assolutamente gratuito e c’è la possibilità sia di visitare in maniera autonoma la biblioteca sia di partecipare ai tour guidati e gratuiti della durata di un’ora (il numero massimo di partecipanti è di 25 persone). Quest’ultimi si svolgono dal lunedì al sabato dalle ore 11:00 alle ore 14:00 e la domenica alle ore 14:00 e il loro punto di incontro è la Reception Desk che si trova nell’Astor Hall. Tutti gli altri tour, invece, devono essere prenotati in anticipo.

A colpirvi sarà l’atmosfera maestosa e solenne che si respira all’interno della New York Public Library. Gli ambienti sono grandi, eleganti e luminosi. L’arredamento è suggestivo e di grande pregio.

New York Public Library

Vi ritroverete con lo sguardo rivolto all’insù a contemplare i soffitti e resterete colpiti dal silenzio che viene rispettato all’interno della biblioteca. Infatti, tra le regole da rispettare nella NYPL ci sono:

  • mantenere il silenzio in tutte le sale di lettura
  • impostare il telefonino in modalità silenziosa
  • non consumare cibo o bevande
  • non utilizzare il flash delle macchine fotografiche 

Gli orari della sede principale della NYPL:

  • lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 10:00 alle ore 18:00
  • martedì e mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • domenica dalle ore 13:00 alle ore 17:00

 

Come arrivarci

L’indirizzo da digitare su Google Maps per raggiungere la sede principale della New York Public Library è il seguente: 476 5th Ave, New York, NY 10018, Stati Uniti.

Mappa

Con la metropolitana è possibile arrivare con la Linea 7, scendendo alla fermata 5 Avenue – Bryant Park Station oppure con le Linee B,D,F,M, scendendo alla fermata 42 St – Bryant Park.