Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "dove mangiare" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

I migliori pancakes di New York: dove mangiarli? May 16 2019

Se vi parlo di un dolce tipico della tradizione americana per la prima colazione o per il brunch, sono sicuro che tanti di voi penseranno immediatamente ai pancakes. Queste “frittelle”, che ricordano le crêpes francesi ma con uno spessore differente, sono davvero irresistibili!

Si tratta di vere e proprie delizie per il palato, famose per la loro morbidezza e per il loro colore dorato. Possono essere gustati in maniera semplice con zucchero e sciroppo d’acero oppure in maniera decisamente più golosa con l’aggiunta di frutta fresca, cioccolato, panna montata, crema pasticcera.. c’è solo l’imbarazzo della scelta. 

Pancakes

Durante il vostro viaggio a New York, non potete non assaggiarli. Abbiate fiducia in me! D’altronde sono componente essenziale per una vera e autentica colazione all’americana. Perciò, non dimenticate di inserire i pancakes tra le specialità dolciarie da provare nella grande mela!

Ma, a questo punto, sorge spontanea una domanda: dove mangiare i migliori pancakes di New York? Sono davvero tanti i locali che li propongono nel loro menu. In questo articolo, vi parlo di quelli più conosciuti in città per questi dolci tipici della tradizione americana. Fatemi sapere il vostro preferito!

  

Clinton St. Baking Company & Restaurant

Da molti considerati i migliori pancakes di New York, quelli del Clinton St. Baking Company & Restaurant sono davvero squisiti! I gusti distintivi del locale sono: i blueberry pancakes, i chocolate chunk pancakes e i banana walnut pancakes. 

Clinton St. Baking Company & Restaurant

Il Clinton St. Baking Company & Restaurant è stato aperto nel 2001 dall’iniziativa degli chef Neil Kleinberg e DeDe Lahman, con l’intento di servire colazioni realizzate con prodotti freschi e semplici. Il successo fu notevole e, perciò, decisero di aprire anche in occasione del pranzo e della cena. Oggi, c’è un Clinton St. Baking Company & Restaurant anche a Tokyo, Dubai, Singapore e a Bangkok.

Come suggerisce il nome, il locale si trova lungo Clinton Street al numero 4 (Lower East Side). Considerata la popolarità, è sempre piuttosto affollato, per questo vi consiglio di evitare gli orari di punta e il weekend. Il prezzo non è basso (circa 15$ per una porzione di pancakes), ma ne vale la pena!

 

Sarabeth’s

Una vera e propria istituzione a New York sia per le colazioni sia per i brunch. Il primo Sarabeth’s è stato aperto nel 1983 ed ha riscontrato talmente tanto successo che, negli anni, sono stati aperti altri locali non solo a New York ma nel mondo.

Sarabeth's 

Attualmente, nella grande mela sono 5 i ristoranti Sarabeth’s e sono collocati in diversi punti della metropoli. Nello specifico si trovano a:

  • Central Park South (40 Central Park S)
  • Tribeca (339 Greenwich St)
  • Upper West Side (423 Amsterdam Ave)
  • Park Avenue South (381 Park Ave S)
  • Upper East Side (1295 Madison Ave

Il Sarabeth’s nell’Upper East Side è stato il primo ad essere aperto e, quindi, è quello più famoso per la sua tradizione e per l’atmosfera anni ’80. 

Difficile resistere ai pancakes di Sarabeth’s! I gusti per cui sono famosi: Lemon & Ricotta Pancakes e Buttermilk Pancakes. Ovviamente oltre ai pancakes, il locale offre tantissimi piatti della tradizione americana.

Sarabeth's

Non si tratta di un locale economico (un piatto del menu colazione va dai 20$ in su), tuttavia l’ambiente, il servizio e la qualità rispecchiano il prezzo. Sul sito potete visionare tutti i piatti e gli orari dei diversi Sarabeth’s.

 

Bubby’s

Bubby’s, aperto nel 1990 e spesso frequentato dalle celebrità, prepara tantissimi piatti americani ma molti lo considerano un punto di riferimento per i pancakes. I topping sono svariati: mirtilli, banana caramellata e noci tostate, nutella con fragole e panna.. sono solo alcuni. Un paradiso per i golosi!

Bubby's

Attualmente ci sono due locali Bubby’s a New York:

  • Tribeca (120 Hudson St)
  • Highline (73 Gansevoort St)

  

Norma’s

Norma’s si trova all’interno del Parker New York, un elegante hotel a 4 stelle vicino Central Park (119 West 56th Street). Le colazioni servite in questo locale sono davvero deliziose e incontrano i gusti dei più golosi.

Norma’s Pancakes 

Come potrete immaginare, il prezzo è alto (un piatto di pancakes costa intorno ai 29-30$), tuttavia, le porzioni sono davvero molto abbondanti. La loro specialità sono i Norma’s Super Blueberry Pancakes serviti con crema Devonshire. Per i celiaci, c’è anche la versione Gluten Free!

 

Pershing Square

Questo locale vicino Grand Central Station (90 East 42nd Street) ha un aspetto decisamente “vecchio stile” ed è molto apprezzato per fare colazione oppure per il brunch. I piatti nel menu sono davvero tantissimi ed è aperto anche a pranzo e a cena.

Pershing Square nyc

Per quanto riguarda i pancakes, è possibile scegliere sia la versione con la farina bianca sia quella con la farina integrale e scegliere differenti topping (mirtilli, fragole, banana, etc..).


Chelsea Market: il mercato da vedere a New York March 07 2019 1 Comment

Durante il vostro viaggio a New York, quando vi ritroverete a scoprire il quartiere di Chelsea, nel West Side di Manhattan, oltre alla passeggiata sulla famosa High Line vi consiglio di non perdervi la visita del Chelsea Market! Se amate andare alla scoperta di nuovi sapori e, nei vostri viaggi, ricercate le specialità gastronomiche, questo è il posto che fa per voi! 

Chelsea Market

In realtà, in questo grande mercato coperto non troverete soltanto prodotti alimentari ma tanto altro: capi di abbigliamento, articoli per la casa, oggetti di artigianato, etc..; ma, soprattutto, scoprirete un modo del tutto nuovo di concepire il mercato, diverso da ciò a cui siamo abituati in Italia. Questo il motivo per cui vi stupirà!

In questo articolo, vi darò tutte le informazioni per visitare il Chelsea Market e vi racconterò la storia che c’è dietro questa sorprendente attrazione newyorkese.

 

Perché visitare il Chelsea Market

Si tratta di un luogo unico in città, nel quale trascorrere ore piacevoli per assaggiare cibi mai provati e per dedicarsi allo shopping di articoli di ogni genere e, in alcuni casi, provenienti dall’altro lato del mondo.

Chelsea Market

A colpirvi sarà anche la location in cui questo mercato si inserisce, una ex fabbrica che ha mantenuto la sua impronta di edificio storico ma, allo stesso tempo, si è arricchito di elementi di modernità. L’ambiente è giovane e dinamico e, spesso, vengono organizzati eventi. Cliccate qui per scoprire quelli attualmente in corso. 

Un consiglio: se andate nel weekend non perdetevi il brunch!

 

Come arrivarci e quando andare

Come suddetto, il Chelsea Market si colloca nell’omonimo quartiere di New York. In questo quartiere, le oltre 200 gallerie d’arte convivono con negozi e ristoranti ricercati e saltano subito all’occhio i caratteristici edifici in mattoni rossi. Si tratta di una zona della città che è stata interessata da un processo di rinascita e riqualificazione. Come non pensare alla High Line, nata da una ferrovia sopraelevata in disuso?

Nello specifico, il Chelsea Market si trova al numero 75 della 9th Avenue, tra la 15esima e la 16esima strada

Chelsea Market google maps

Se siete fortunati e il meteo è dalla vostra parte, vi consiglio di raggiungere il Chelsea Market dopo aver fatto una passeggiata sulla High Line; percorrendola in direzione sud troverete l’accesso diretto al mercato. Altrimenti, potrete raggiungerlo con le linee A, C ed E della metropolitana, scendendo alla 14th Street Station.

Di seguito, gli orari di apertura del Chelsea Market:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 7:00 alle ore 2:00 di notte
  • la domenica dalle ore 8:00 alle ore 22:00

 

Dove mangiare

La scelta dei posti dove mangiare al Chelsea Market è davvero vasta e, perciò, sarà molto difficile decidere in quale stand o ristorante fermarsi. Ci sono cibi di ogni tipo e provenienti da ogni parte del mondo. Per questo motivo, la scelta migliore è assaggiare differenti specialità e non fermarsi a un solo stand.

Molto famoso è il Lobster Place, qui è possibile sia acquistare il pesce fresco da portare a casa sia fermarsi a mangiare. La specialità è il Lobster Roll, il panino con l’aragosta condito con una salsa davvero squisita. C’è anche la possibilità di mangiare l’aragosta semplicemente bollita e accompagnata da contorni vari. 

Lobster Roll

Altri luoghi dove mangiare, all’interno del Chelsea Market, sono: Los Tacos No. 1, specializzato in cucina messicana; il Mok Bar, ristorante coreano; Beyond Sushi, specializzato in sushi vegano e vegetariano; Amy’s Bread, panificio e pasticceria; Friedman’s Lunch, che propone la tradizionale cucina americana; il ristorante Giovanni Rana; Bar Suzette, specializzato in crepes; Doughnuttery, famoso per i donuts; etc.. C’è l’imbarazzo della scelta!

  

Dove fare shopping

All’interno del Chelsea Market, ci sono diversi negozi dove è possibile fare shopping sia di prodotti enogastronomici (vini, cioccolata, frutta secca, spezie..) sia di altri tipi di articoli.

Chelsea Market

Credit Alexandra Marshall

Ad esempio, c’è il famoso negozio Anthropologie che vende articoli per la casa e abbigliamento femminile oppure il negozio Kikkerland specializzato nella vendita di singolari oggetti di design. Inoltre, non mancano le librerie e i negozi di articoli rari e provenienti da ogni parte del mondo.

Molto interessante è la sezione Artists & Fleas. Quest’ultima si trova nella parte finale del Chelsea Market e, qui, stilisti e artisti vendono le loro creazioni. E’ possibile trovare dei pezzi unici e davvero originali!

 

La storia

La nascita del Chelsea Market risale al 1997. Prima di questa data, andando indietro nel tempo e arrivando alla fine dell’Ottocento, questa struttura era sede di un’importante fabbrica di biscotti e crakers, la Nabisco, National Biscuit Company. E’ stata proprio questa fabbrica a commercializzare i biscotti Oreo e i Ritz! 

La posizione della Nabisco non era casuale: trovandosi vicino al Meatpaking District, il quartiere del commercio della carne, poteva disporre facilmente di grandi quantità di strutto.

Tuttavia, negli anni ’60, la fabbrica fu spostata altrove e l’area rimase a lungo inutilizzata. Soltanto negli anni ’90, la struttura è stata ristrutturata e riqualificata fino ad arrivare all’inaugurazione del Chelsea Market.

Chelsea Market


Quartieri di New York: East Village February 23 2019

Un viaggio a New York è una di quelle esperienze che vanno provate almeno una volta nella vita! La Grande Mela regala ai turisti moltissime attrazioni, tra queste ci sono anche i suoi quartieri, dove si respira la vera anima della città.

Parlando di quartieri newyorkesi tra quelli più interessanti c'è sicuramente l’East Village, un quartiere speciale colorato e movimentato, lontano dal caos e dai grattacieli, dove immergersi a pieno nello stile delle avanguardie che hanno fatto la storia della musica e dell’arte a partire dagli anni '50. 

East Village

 

La storia dell’East Village

Il quartiere dell’East Village ha subito, nel corso degli anni, numerosi cambiamentiNasce, infatti, nell’Ottocento come quartiere per le ricche famiglie americane, ma già a partire dal '900, con l’immigrazione di massa verso New York, diventa un quartiere per immigrati, soprattutto dall’Est Europa. E', infatti, risaputo che ancora oggi qui si trovi una forte comunità ucraina.

A partire dagli anni '70 la fisionomia del quartiere cambia radicalmente. Esso si spopola a causa della crisi economica.

L’abbandono del quartiere portò al crollo dei prezzi degli immobili, permettendo così ad artisti e musicisti squattrinati di affittare delle stanze e rivitalizzare in poco tempo la vita della zona. Quest'ultima divenne il centro nevralgico delle nuove avanguardie artistiche e musicali; tra queste in particolare la No wave.

 

Cosa vedere ad East Village

L'East Village è un quartiere particolare che non presenta di per sé grandi attrazioni da vedere. La principale cosa da fare è assaporare il quartiere stesso, considerato una galleria d’arte a cielo aperto e dove si può respirare, ancora oggi, quell’atmosfera di controcultura intellettuale che si è sviluppata a partire dagli anni '70.

Passeggiando per l’East Village ci sono dei luoghi d’interesse che meritano di essere visti almeno una volta nella vita. Di seguito, scopriamo quali sono. 

Alphabet City

La zona più importante dell’East Village è sicuramente Alphabet City, chiamata così perché qui le vie, invece che essere indicate come di consueto con i numeri, vengono indicate con le lettere dell’alfabeto!
Alphabet City è una zona viva 24 ore su 24, in cui si possono trovare deliziosi bistrò e negozi di ogni genere, dove poter acquistare un quadro fine art o un vinile di musica underground.

Questa è la parte di New York che tutti sognano e immaginano di scoprire, colorata dai murales, con un sottofondo di musica e la presenza di numerosi artisti di strada e di giovani che sfrecciano sui loro skateboard

Merchant's House Museum

Il posto ideale per chi ama fare un tuffo nel passato ad East Village è il Merchant's House Museum. Costruita nel 1832, un tempo era l'abitazione di un vecchio mercante e, ancora oggi, con i suoi interni originali rappresenta un emblema dell’architettura americana del periodo.

Merchant's House Museum

Di seguito gli orari del museo:

  • il giovedì dalle ore 12:00 alle ore 20:00
  • dal venerdì al lunedì dalle ore 12:00 alle ore 17:00 

Cooper Union

Tra gli edifici più importanti situati nell’East Village rientra il Cooper Union, un’università considerata d’eccellenza per l’architettura, il design e l’ingegneria.

Cooper Union

Fondata nel 1859 da Peter Cooper, è la prima università americana a concedere una borsa di studio completa, in base al merito, a tutti gli studenti.

All’interno della Cooper Union è possibile ammirare la fantastica Great Hall, dove Abramo Lincoln tenne uno dei suoi primi discorsi, seguito poi da numerosi presidenti degli Stati Uniti.

Potrete visitare La Cooper Union tra Cooper Square e Astor Place.

Alamo

Alamo è una particolare scultura, un cubo nero in acciaio che può ruotare se viene spinto. Creata da Tony Rosenthal, si trova al centro dell’Astor Place ad East Village.

Alamo

Installato nel 1967, per l’iniziativa “Scultura e Ambiente” lanciata dagli Affari Culturali della città, doveva essere un’installazione temporanea, che però è diventata nel tempo uno dei simboli del quartiere dell’East Village.

 

Dove mangiare ad East Village

Il quartiere dell’East Village ospita numerosi posti dove potersi fermare, in piena tranquillità, a gustare un pranzo senza spendere una fortuna.

La zona principale dove andare, se si vuole mangiare e bere, è quella di St. Marks Place, una via sempre trafficata di giovani e con ristorantini e bistrò in ogni angolo.

Tree Bistro

Il Tree Bistro rappresenta a pieno lo stile cool e all’avanguardia del quartiere. La cucina presenta numerosi piatti soprattutto di cucina francese e una grande varietà di vini, che ne fanno un posto perfetto anche per gli aperitivi a prezzi davvero vantaggiosi.

Tree Bistro

    Giano

    Per chi ha nostalgia di casa e non può stare senza un bel piatto di pasta a New York, nell’East Village si può consolare recandosi da Giano, uno dei migliori ristoranti italiani della città.

    Giano

    Il menù del ristorante presenta diversi piatti: primi di pasta fresca fatta in casa e secondi fedeli alla tradizione italiana, accompagnati da ottimo vino, con uno staff competente che vi farà sentire veramente a casa.

      Momofuku Ko

      Nel cuore dell’East Village si può trovare il Momofuku Ko, un ristorante asiatico tra i più rinomati di tutta New York con ben due stelle Michelin.

      Qui è davvero importante prenotare con anticipo per trovare un posto al tavolo, altrimenti si dovrà mangiare al bancone. Se siete amanti la cucina asiatica ne varrà sicuramente la pena!

      Momofuku Ko

      Il locale rispetta a pieno lo stile dell’East Village, con un arredamento industrial e tantissimi murales all’interno, che ne fanno un locale di assoluta tendenza.

      La cucina spazia tra piatti cinesi, giapponesi e coreani.

      Mangiare al Momofuku Ko è un’esperienza da vivere, ma siate preparati. Il conto potrebbe essere piuttosto salato!

       

      Gli speakeasy dell’East Village

      Oltre ai locali dove mangiare dell’ottimo cibo, l’East Village è il posto ideale per aperitivi e drink in compagnia!
      Proprio in questo quartiere, infatti, troverete qualcosa di unico che solo New York può offrire, gli speakeasy, i bar segreti di New York.

      speakeasy

      Durante il periodo del proibizionismo, quando in America era vietato consumare alcolici, a New York erano molti i bar che vendevano alcool clandestinamente. Alcuni di questi, sono tutt’oggi aperti e potrete trovarli proprio nel quartiere dell’East Village.

      Inoltre, vi ricordo che ho dedicato un intero tour alla scoperta degli speakeasy. Cliccate qui per saperne di più!


      L’Oculus di New York February 21 2019

      L’Oculus di New York, meglio conosciuto come il World Trade Center Trasportation Hub, è lo snodo ferroviario di Lower Manhattan, situato tra la torre 2 e la torre 3 del World Trade Center.

      Collega ben 11 linee della metropolitana, i treni Path e l’Hudson Ferrey Terminal.

      Considerato un vero e proprio capolavoro dell’architettura moderna, il progetto monumentale di questa stazione parte dall’idea di riqualificare l’area di Ground Zero, colpita degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001.

      Oculus

      L’Oculus di New York è, senza dubbio, un punto nevralgico della città e della zona di Manhattan. Uno spazio nuovo che ha cambiato la concezione di stazione ferroviaria, trasformandola in un’attrazione turistica e in un luogo dove si può fare shopping e fermarsi a mangiare

       

      L’Architettura dell’Oculus

      La struttura dell’Oculus è stata ideata del famoso architetto spagnolo Santiago Calatrava, ed è composta da due grandi ali bianche d’acciaio, che vogliono ricordare una colomba nelle mani di un bambino, e sono viste come simbolo di pace e di rinascita della città di New York, ma in particolare della zona del Word Trade Center.

      Oculus

      L’opera di Calatrava s’innalza per 50 metri da terra ed è coperta da un’imponente cupola ovale e da pannelli di vetro attraverso cui filtra il sole e permette, grazie anche al pavimento bianco in marmo, di creare dei magnifici giochi di luce, che affascinano le migliaia di persone che affollano ogni giorno la stazione.

      L’Oculus, inaugurato nel marzo del 2016, ha subito dei ritardi nella sua creazione, tanto che ci sono voluti ben 12 anni per metterlo in piedi ed è costato alla casse della città ben 4 miliardi di dollari, invece dei 2 che erano stati inizialmente stanziati, diventando il fulcro di numerose polemiche tra i cittadini newyorkesi.

       

      Cosa fare all’Oculus di New York

      La stazione stessa, quindi, può essere considerata come un’attrazione turistica. Non si può non scattare una foto ricordo o un selfie mentre si guarda questa fantastica struttura architettonica. 

      Rappresenta un punto d’accesso fondamentale della Grande Mela. Da qui, è possibile raggiungere il World Trade Center, il 9/11 Memorial per le vittime degli attentati del 2001 e il Brookfield Palace.

      L’ Oculus è un posto ideale anche per gli amanti dello shopping e del buon cibo. Al suo interno, infatti, sorge il Westfield World Trade Center, un imponente centro commerciale che ospita al suo interno più di 100 negozi per una struttura di ben 33.000 mila metri quadrati, che ne fanno il centro commerciale più grande di New York.

      Oculus

       

      Westfield World Trade Center

      Il nuovo centro commerciale fa parte del progetto di rinascita della zona. Esso, infatti, è andato a sostituire il The Mall, distrutto durante gli attentati del 2001.

      Il Westfield World Trade Center è stato inaugurato il 16 agosto del 2016 con una grande cerimonia che ha visto anche la partecipazione di due stelle della musica e del cinema: John Legend e Leslie Odom Jr.

      Sono presenti alcuni tra i marchi più importanti del mondo come: Apple, Mont Blanc, Longines, Pandora,Under Armour, etc... Una grande opportunità per turisti e pendolari di dedicarsi allo shopping a 360 gradi!

      Il centro commerciale è aperto tutti i giorni:

      • Dal Lunedì al Sabato dalle ore 10:00 alle ore 21:00
      • La Domenica dalle ore 11:00 alle ore 19:00

      Oculus

      Visitare New York, in lungo e in largo, mette sicuramente fame e all’interno dell’Oculus, nel Westfield World Trade Center, c’è un'area adibita solo per il food! Qui si possono trovare numerosi locali per mangiare e per bere prodotti di ottima qualità.


      Épicerie Boulud

      All’interno del Westfield World Center è possibile fermarsi per gustare dell’ottima cucina, grazie all’Épicerie Boulud, di proprietà di Daniel Boulud, considerato tra i migliori chef del mondo e un’eccellenza della cucina francese.

      L’Épicerie Boulud è un posto ideale per chi vuole fare colazione e bere un caffè ed, inoltre, offre numerose opzioni per fare un pranzo veloce, perfetto anche per chi si trova all’Oculus di New York ad aspettare la coincidenza.

      Il ristorante ha un’ampia gamma di piatti che vanno dalle zuppe fino ad arrivare a dei ricchi sandwich con salumi e formaggi; potrete trovare anche una vasta scelta per ciò che riguarda le bevande: molti vini pregiati e birre artigianali.

      Epicerie Boulud

      Gli orari dell’Épicerie Boulud sono:

      • Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 07:00 alle ore 21:00
      • Il Sabato dalle ore 8:00 alle ore 21:00
      • La Domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:00

       

      Eataly

      All’interno dell’Oculus di New York c’è spazio anche per un pezzo d’Italia. Se vi viene nostalgia di casa e, soprattutto della fantastica cucina italiana, al Westfield World Trade Center potrete mangiare un bel piatto di pasta nel centro della Grande Mela, grazie ad Eataly.

      Ci si può sedere ammirando la monumentale costruzione dell’architetto Calatrava, mangiando i migliori piatti della cucina italiana ed inoltre, grazie allo store, potrete fare shopping e portare a casa prodotti di primissima scelta, provenienti direttamente dall’Italia.

      Gli orari del punto Eataly, all’interno del Westfield World Trade Center, sono:

      • Dal Lunedì alla Domenica dalle ore 07:00 alle ore 21:00

      Eataly

       

      Neuhaus Belgian Chocolate

      C’è spazio anche per i più golosi che possono entrare da Neuhaus Belgian Chocolate per assaggiare squisiti e finissimi cioccolatini, preparati dal 1857 dalle mani dei maestri cioccolatai belgi.

      Entrando da Neuhaus Belgian Chocolate avrete la possibilità di mangiare un’infinita varietà di cioccolatini e troverete anche un posto dove fare un regalo diverso dal solito.

      Gli orari di apertura sono:

      • Dal Lunedì al Sabato dalle ore 09:00 alle 21:00
      • La Domenica dalle ore 11:00 alle ore 19:00

       

      The Great American Bagel & Bakery

      Se volete qualcosa di tipicamente americano, e prettamente newyorkese da mangiare, la vostra ricerca vi porterà verso i bagel e le doughnuts, perfetti per uno snack veloce tipico del turista che va di corsa per la Grande Mela.

      Burger

      All’interno dell’Oculus e del centro commerciale si trova il The Great American Bagel & Bakery. C'è l’imbarazzo della scelta tra le svariate opzioni che vengono offerte di bagel, muffin, donuts e cupcakes.

      Il The Great American Bagel & Bakery è aperto:

      • Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 07:00 alle ore 21:00
      • Dal Sabato alla Domenica dalle ore 08:00 alle 20:00

      Le migliori cheesecakes di New York: dove mangiarle January 15 2019 1 Comment

      Chi non ha mai sentito parlare di cheesecake? Questa torta, con la crema di formaggio come ingrediente principale, è conosciuta in tutto il mondo ma soltanto a New York è possibile assaggiarne l’originale.

      Come i golosi ben sapranno, non si può dire di aver mangiato una vera cheesecake senza aver assaggiato la tradizionale New York cheesecake! Quest’ultima viene solitamente preparata con il Philadelphia e ricoperta da uno strato di panna e frutta fresca. Una vera delizia.. 

      New York Cheesecake

      La cheesecake, insieme ai cupcakes, è un vero e proprio simbolo della pasticceria newyorkese e, perciò, assaggiarla è quasi un obbligo durante il vostro soggiorno nella Grande Mela.

      Le bakery newyorkesi che vendono la cheesecake sono tantissime e realizzano questa torta in tantissime varianti e versioni. Proprio per questo motivo, credo sia necessaria una “guida” alle pasticcerie che realizzano le torte al formaggio più buone della città.

      Per scoprire dove mangiare le migliori cheesecakes di New York, vi consiglio di continuare a leggere…

        

      EILEEN’S SPECIAL CHEESECAKE

      Questa bakery, nel quartiere di SoHo, come suggerisce il nome è specializzata in cheesecakes! La pasticceria è stata aperta nel 1976 da Eileen Avezzano e, all’inizio, era dedicata alla vendita di cheesecakes all’ingrosso. Oggi, le sue famose torte al formaggio gli hanno permesso di ricevere molteplici riconoscimenti e apparizioni televisive. 

      Eileen's Special Cheesecake

      Sono più di 20 i gusti tra cui scegliere: Classic Plain, Blueberry, Cherry, Pineapple, Raspberry, Strawberry, Chocolate Caramel Pretzel, Candy, etc.. Inoltre, c’è la possibilità di assaggiare la cheesecake in comode monoporzioni.

      Eileen's Special Cheesecake

      Dove si trova:

      17 Cleveland Place

       

      TWO LITTLE RED HENS

      Un piccolo gioiellino nell’Upper East Side in cui potrete assaggiare una straordinaria New York cheesecake! Questa bakery, che fa anche da caffetteria e panetteria, è molto piccola e i posti a sedere sono limitati. Tuttavia, potrete prendere la cheesecake e gustarla mentre passeggiate per le strade della Grande Mela. 

      Two Little Red Hens

      Da Two Little Red Hens vendono tanti dolci tipici della pasticceria newyorkese: la torta Brooklyn Blackout, la torta Red Velvet, i cupcakes… ma la cheesecake è la vera specialità! I gusti sono quelli della tradizione: New York Cheesecake, Cherry Cheesecake, e Pumpkin Cheesecake (disponibile solo in autunno). 

      Two Little Red Hens

      Dove si trova:

      1652 2nd Avenue

      Sul sito sono disponibili gli orari della bakery.

       

      JUNIOR’S CHEESECAKE

      Il nome del locale è Junior’s Restaurant e, all’interno, è possibile mangiare il tradizionale cibo americano. Tuttavia, Junior’s è diventato famoso a New York per le sue cheesecakes, ormai conosciute in tutto il mondo.

      Junior's Cheesecake 

      Il primo locale è stato aperto negli anni ’50 da Harry Rosen nel quartiere di Brooklyn (386 di Flatbush Avenue). Da allora, sono state aperte altre sedi e Junior’s è diventato una vera e propria catena di ristoranti. 

      Junior's Restaurant

      Le cheesecakes proposte da Junior’s sono tantissime: Strawberry Cheesecake, Plain Cheesecake, Fruit Cheesecake, Chocolate Swirl Cheesecake, Red Velvet Cheesecake, etc. Sul sito si può visionare il menu sia del ristorante sia della pasticceria.

      Le sedi di Junior’s a New York:

      • 1515 Broadway (45th Street)
      • 1626 Broadway (49th Street)
      • 386 Flatbush Avenue (Brooklyn)

       

      VENIERO’S PASTICCERIA & CAFFE’

      Questa pasticceria italiana, oltre ai dolci della tradizione come i cannoli e le sfogliatelle, realizza un’ottima cheesecake! Aperta nel 1894 da Antonio Veniero, è la classica attività a conduzione familiare.

      Veniero's Pasticceria

      Sul sito si possono acquistare i dolci e le cheesecakes di diversi gusti, da quella tradizionale a quelle con le mandorle, con le fragole oppure con i biscotti Oreo.

      Veniero's

      Dove si trova:

      342 E 11th Street

        

      BILLY’S BAKERY

      Billy’s Bakery è una piccola pasticceria dall’arredamento curato, un luogo ideale per una sosta durante il vostro viaggio nella città che non dorme mai. Le due sedi, una a Tribeca e l’altra nel quartiere di Chelsea, offrono una vasta scelta di cheesecakes: Blueberry Cheesecake, Caramel Pecan Cheesecake, Cherry Cheesecake, Mocha Cheesecake…

      Billy's Bakery

      Dove si trova:

      • 184 9th Avenue (quartiere Chelsea)
      • 75 Franklin Street (Tribeca)
      • One West 59th Street (Plaza Food Hall)