Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "la storia" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

Il Madison Square Garden di New York May 13 2019

Chi di voi non ha mai sentito parlare del Madison Square Garden? Credo davvero pochi! Si tratta, infatti, di uno degli stadi più famosi e grandi di New York. Con una capienza di circa 20.000 persone, ospita ogni anno sia eventi e incontri legati al mondo dello sport sia concerti e spettacoli di ogni genere.

Il Madison Square Garden

Per i newyorkesi, il Madison Square Garden (o MSG) è una leggenda ed un pezzo importante della storia della loro città. Qui, si sono esibiti leggende del mondo della musica come Elvis Presley, i Queen, John Lennon, Frank Sinatra, i Led Zeppelin... e, per anni, sul suo ring sono saliti pugili del calibro di Mike Tyson, Muhammad Ali, Rocky Marciano e tanti altri.

Oggi, gli eventi più importanti organizzati presso il Madison Square Garden, oltre ai concerti, sono le partite di hockey sul ghiaccio e di basket. Nello specifico, è lo stadio della squadra di basket dei New York Knicks, della squadra di basket femminile dei New York Liberty e della squadra di hockey dei New York Rangers.

madison square garden partita

Per gli appassionati di basket e per coloro che vogliono vivere l’esperienza eccitante di assistere ad una partita NBA a New York, vi consiglio di passare presso la nostra agenzia a Times Square (324 W 47th St, tra la 8th e la 9th) e di acquistare i biglietti al miglior prezzo. Io vi aspetto!

Per sapere di più sulle partite NBA a New York, vi suggerisco di leggere questo articolo. Mentre per conoscere la mia esperienza di partita NBA al Madison Square Garden, cliccate qui. E’ stato emozionante.

 

Il Madison Square Garden: la storia

Conosciuto in tutto il mondo e noto anche come The Garden, il MSG è stato inaugurato l’11 febbraio del 1968 e, da subito, ha richiesto un grande investimento economico. E’ costato, infatti, più di un miliardo di dollari e, per questo motivo, rientra tra i dieci stadi più dispendiosi al mondo. L’architetto che ha curato i lavori è stato Charles Luckman, mentre il nome dello stadio è un omaggio a James Madison, quarto presidente degli Stati Uniti.

madison square garden storia

In realtà, il Madison Square Garden come si presenta oggi è frutto di molteplici interventi di ristrutturazione e ampliamento. In precedenza, altri tre edifici, poi demoliti, hanno portato questo nome.

madison square garden

Attualmente, quindi, il MSG è una struttura moderna e molto curata, dotata delle tecnologie più all’avanguardia, tra cui i chioschi interrativi e i sistemi video in HD. I posti sono distribuiti su sei anelli, ciascuno identificato con un nome e un colore, ma non tutti sono accessibili in ogni occasione. Ad esempio, durante le partite di hockey sul ghiaccio, il livello più basso non è disponibile e, per questo, la capienza dello stadio è inferiore rispetto ad altre occasioni.

 

Il Madison Square Garden: gli eventi

Gli eventi organizzati negli anni, presso il Madison Square Garden, hanno contribuito ad assicurargli un posto nel mito! E’ proprio qui, infatti, che si è svolto il concerto dedicato a New York dopo gli attentati dell’11 settembre del 2001 o, ancora, il concerto di beneficenza dopo l’uragano Katrina per dare aiuto a New Orleans. 

Inoltre, in questo stadio, ci sono stati eventi ed episodi destinati a rimanere nella storia; come l’ultimo concerto di John Lennon oppure il famoso incontro sportivo tra Muhammad Ali e Joe Frazier, per non parlare di concerti che sono diventati leggendari.

madison square garden incontro pugilato

 

Il Madison Square Garden: dove si trova e come raggiungerlo

Il Madison Square Garden si trova proprio nel cuore di Manhattan, a Midtown, sopra alla conosciuta Pennsylvania Station, nelle vicinanze di Herald Square e non lontano dall’Empire State Building. 

L’indirizzo da digitare su Google Maps è il seguente: 4 Pennsylvania Plaza, New York, NY 10001, Stati Uniti.

madison square garden google maps

E’ raggiungibile comodamente a piedi se soggiornate a Midtown oppure con la metropolitana. Basta prendere le linee della metro A, C, E oppure 1, 2, 3 e scendere alla fermata 34th Street- Penn Station.

  

Il Madison Square Garden: come visitarlo

Oltre ad assistere ai concerti oppure alle partite sportive, avete la possibilità di visitare la struttura del Madison Square Garden prenotando un All Access Tour.

Inoltre, il Madison Square Garden fa parte del circuito del New York Pass che consente l’ingresso scontato a tantissime attrazioni di New York. Potete acquistarlo qui.


Il Giardino Botanico di Brooklyn April 22 2019

New York non è solo grattacieli ma è una metropoli ricca di spazi verdi che permettono sia ai newyorkesi sia ai turisti di isolarsi dalla frenesia della città che non dorme mai e di ritagliarsi momenti di relax e svago.

Tra questi spazi verdi, un posto speciale è occupato dal Giardino Botanico di Brooklyn, in inglese Brooklyn Botanic Garden. Si tratta di una delle principali attrazioni della grande mela per chi ama la natura e rientra tra i luoghi più belli da visitare durante la primavera newyorkese.

Brooklyn Botanic Garden Credit Pat Bianculli

Se vi trovate a New York in questo periodo, dunque, vi consiglio di non lasciarvi scappare l’opportunità di ammirare questo meraviglioso giardino botanico. Inoltre, ogni anno, verso la fine di questo mese e l’inizio di maggio (quest’anno il 27 e il 28 aprile), al suo interno viene organizzato il Sakura Matsuri Cherry Blossom Festival, ovvero il festival dei fiori di ciliegio. Uno spettacolo unico!

Per conoscere tutto ciò che c’è da sapere sul Brooklyn Botanic Garden, continuate a leggere!

 

La storia

Nell’Ottocento questo parco era solo una discarica per le ceneri. Risale al 1897 la decisione di realizzare un giardino botanico e nel 1910 fu aperto ufficialmente il Brooklyn Botanic Garden. Inizialmente, il giardino non era così ricco di sezioni e zone come oggi; ad esempio il famoso Giardino Giapponese fu completato più tardi così come presero vita una serie di attività ed eventi che hanno reso nel tempo questa attrazione newyorkese molto frequentata.

Brooklyn Botanic Garden

Credit Shinya Suzuki

Oggi, il Giardino Botanico di Brooklyn occupa una superficie di circa 21 ettari e ospita, al suo interno, straordinarie varietà di piante e fiori che danno vita a scenari da sogno! Con oltre 12.000 specie vegetali, è una imperdibile tappa per gli amanti della natura. Sul sito ufficiale c’è la sezione in cui potete visionare le piante in fiore del periodo.

 

Principali attrazioni e punti di interesse

Una delle più importanti attrazioni del Brooklyn Botanic Garden è il Giardino Giapponese. Si tratta di un giardino di ispirazione giapponese con tantissimi alberi di ciliegio che in primavera sono in piena fioritura e che, perciò, proprio in questo periodo raggiungono il loro massimo splendore. Completano il paesaggio: il laghetto, il tempio shintoista, le rocce, i ponti in legno.. sembra proprio di essere stati trasportati nel paese del Sol levante.

Brooklyn Botanic Garden

Credit Salim Virji

Altro punto di interesse è rappresentato dal Cranford Rose Garden. Questo giardino è un’esplosione straordinaria di rose. Pensate un po’: alcune di queste sono state piantate nel 1927! In questa sezione, la fioritura inizia a giugno e si prolunga fino a settembre, regalando uno scenario fantastico: oltre 1.400 varietà di rose dai colori cangianti e dai profumi inebrianti. 

Molto popolare è la Lily Pool Terrace. A colpirvi saranno le vasche di ninfee , le piante acquatiche e le piante carnivore che popolano questa zona del giardino botanico.

Se visitate il Brooklyn Botanic Garden nella stagione autunnale, non potete non soffermarvi ad ammirare il Rock Garden: il giardino roccioso ricco di alberi sempreverdi e cespugli in fiore.

In inverno, invece, la neve rende il giardino botanico ancora più magico! E per riscaldarvi, potrete rifugiarvi all’interno della serra della Steinhardt Conservatory. Proprio qui, oltre alle piante tropicali, c’è una grandissima collezione di bonsai! 

Steinhardt Conservatory

Sono tantissime altre le sezioni e le aree che compongono il Brooklyn Botanic Garden. Tutte insieme contribuiscono a rendere speciale questo giardino botanico in qualsiasi stagione venga visitato. Inoltre, gli eventi, organizzati in maniera periodica, non vi faranno annoiare! Cliccate qui per conoscere quelli in programma.

 

Come arrivarci

Il Giardino Botanico di Brooklyn si trova all’interno del Prospect Park, nel cuore di Brooklyn e dietro al Brooklyn Museum. L’indirizzo da digitare su Google Maps per raggiungerlo è il seguente: 990 Washington Ave, Brooklyn, NY. 

Brooklyn Botanic Garden

Con la metropolitana, è possibile arrivarci prendendo le linee B e Q (fermata Prospect Park), la linea S (fermata Botanic Garden) e le linee 2 e 3 (fermata Eastern Parkway-Brooklyn Museum).

 

Orari e Biglietti

Di seguito gli orari del Brooklyn Botanic Garden:

- da marzo a ottobre

  • dal martedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00 (da aprile a settembre quasi tutti i martedì la chiusura del giardino è posticipata alle 20 o alle 20:30)
  • sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:00
  • chiusura lunedì (salvo eccezioni)

- novembre

  • dal martedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 16:30
  • sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 16:30
  • chiusura lunedì e il giorno del Ringraziamento

- da dicembre a febbraio

  • dal martedì alla domenica dalle ore 10:00 alle ore 16:30
  • chiusura lunedì (salvo eccezioni)
  • chiusura Natale e Capodanno 

Quest’anno, nel 2019, da marzo a novembre l’ingresso al giardino botanico è gratuito ogni venerdì mattina fino a mezzogiorno. Mentre, da dicembre a febbraio l’accesso sarà gratuito nei giorni feriali. In generale, il costo del biglietto per gli adulti è di 15$ mentre per gli anziani (> di 65 anni) e per gli studenti è di 8$. I bambini (al di sotto dei 12 anni) hanno diritto all’ingresso gratuito.

Ovviamente, per l’accesso ai festival organizzati all’interno del giardino (ad esempio quello di Sakura Matsuri il 27 e il 28 aprile) occorre acquistare un altro biglietto. Qui potete approfondire con altre informazioni.

Inoltre, il Giardino Botanico di Brooklyn fa parte del circuito del New York Pass che consente l’ingresso scontato a tantissime attrazioni newyorkesi. Cliccate qui per acquistarlo.

Un’altra possibilità è il cosiddetto Art and Garden Ticket che vi permette con un solo biglietto di visitare sia il giardino botanico sia il vicino Brooklyn Museum nella stessa giornata.


Chelsea Market: il mercato da vedere a New York March 07 2019 1 Comment

Durante il vostro viaggio a New York, quando vi ritroverete a scoprire il quartiere di Chelsea, nel West Side di Manhattan, oltre alla passeggiata sulla famosa High Line vi consiglio di non perdervi la visita del Chelsea Market! Se amate andare alla scoperta di nuovi sapori e, nei vostri viaggi, ricercate le specialità gastronomiche, questo è il posto che fa per voi! 

Chelsea Market

In realtà, in questo grande mercato coperto non troverete soltanto prodotti alimentari ma tanto altro: capi di abbigliamento, articoli per la casa, oggetti di artigianato, etc..; ma, soprattutto, scoprirete un modo del tutto nuovo di concepire il mercato, diverso da ciò a cui siamo abituati in Italia. Questo il motivo per cui vi stupirà!

In questo articolo, vi darò tutte le informazioni per visitare il Chelsea Market e vi racconterò la storia che c’è dietro questa sorprendente attrazione newyorkese.

 

Perché visitare il Chelsea Market

Si tratta di un luogo unico in città, nel quale trascorrere ore piacevoli per assaggiare cibi mai provati e per dedicarsi allo shopping di articoli di ogni genere e, in alcuni casi, provenienti dall’altro lato del mondo.

Chelsea Market

A colpirvi sarà anche la location in cui questo mercato si inserisce, una ex fabbrica che ha mantenuto la sua impronta di edificio storico ma, allo stesso tempo, si è arricchito di elementi di modernità. L’ambiente è giovane e dinamico e, spesso, vengono organizzati eventi. Cliccate qui per scoprire quelli attualmente in corso. 

Un consiglio: se andate nel weekend non perdetevi il brunch!

 

Come arrivarci e quando andare

Come suddetto, il Chelsea Market si colloca nell’omonimo quartiere di New York. In questo quartiere, le oltre 200 gallerie d’arte convivono con negozi e ristoranti ricercati e saltano subito all’occhio i caratteristici edifici in mattoni rossi. Si tratta di una zona della città che è stata interessata da un processo di rinascita e riqualificazione. Come non pensare alla High Line, nata da una ferrovia sopraelevata in disuso?

Nello specifico, il Chelsea Market si trova al numero 75 della 9th Avenue, tra la 15esima e la 16esima strada

Chelsea Market google maps

Se siete fortunati e il meteo è dalla vostra parte, vi consiglio di raggiungere il Chelsea Market dopo aver fatto una passeggiata sulla High Line; percorrendola in direzione sud troverete l’accesso diretto al mercato. Altrimenti, potrete raggiungerlo con le linee A, C ed E della metropolitana, scendendo alla 14th Street Station.

Di seguito, gli orari di apertura del Chelsea Market:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 7:00 alle ore 2:00 di notte
  • la domenica dalle ore 8:00 alle ore 22:00

 

Dove mangiare

La scelta dei posti dove mangiare al Chelsea Market è davvero vasta e, perciò, sarà molto difficile decidere in quale stand o ristorante fermarsi. Ci sono cibi di ogni tipo e provenienti da ogni parte del mondo. Per questo motivo, la scelta migliore è assaggiare differenti specialità e non fermarsi a un solo stand.

Molto famoso è il Lobster Place, qui è possibile sia acquistare il pesce fresco da portare a casa sia fermarsi a mangiare. La specialità è il Lobster Roll, il panino con l’aragosta condito con una salsa davvero squisita. C’è anche la possibilità di mangiare l’aragosta semplicemente bollita e accompagnata da contorni vari. 

Lobster Roll

Altri luoghi dove mangiare, all’interno del Chelsea Market, sono: Los Tacos No. 1, specializzato in cucina messicana; il Mok Bar, ristorante coreano; Beyond Sushi, specializzato in sushi vegano e vegetariano; Amy’s Bread, panificio e pasticceria; Friedman’s Lunch, che propone la tradizionale cucina americana; il ristorante Giovanni Rana; Bar Suzette, specializzato in crepes; Doughnuttery, famoso per i donuts; etc.. C’è l’imbarazzo della scelta!

  

Dove fare shopping

All’interno del Chelsea Market, ci sono diversi negozi dove è possibile fare shopping sia di prodotti enogastronomici (vini, cioccolata, frutta secca, spezie..) sia di altri tipi di articoli.

Chelsea Market

Credit Alexandra Marshall

Ad esempio, c’è il famoso negozio Anthropologie che vende articoli per la casa e abbigliamento femminile oppure il negozio Kikkerland specializzato nella vendita di singolari oggetti di design. Inoltre, non mancano le librerie e i negozi di articoli rari e provenienti da ogni parte del mondo.

Molto interessante è la sezione Artists & Fleas. Quest’ultima si trova nella parte finale del Chelsea Market e, qui, stilisti e artisti vendono le loro creazioni. E’ possibile trovare dei pezzi unici e davvero originali!

 

La storia

La nascita del Chelsea Market risale al 1997. Prima di questa data, andando indietro nel tempo e arrivando alla fine dell’Ottocento, questa struttura era sede di un’importante fabbrica di biscotti e crakers, la Nabisco, National Biscuit Company. E’ stata proprio questa fabbrica a commercializzare i biscotti Oreo e i Ritz! 

La posizione della Nabisco non era casuale: trovandosi vicino al Meatpaking District, il quartiere del commercio della carne, poteva disporre facilmente di grandi quantità di strutto.

Tuttavia, negli anni ’60, la fabbrica fu spostata altrove e l’area rimase a lungo inutilizzata. Soltanto negli anni ’90, la struttura è stata ristrutturata e riqualificata fino ad arrivare all’inaugurazione del Chelsea Market.

Chelsea Market