Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "new york city" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

Vista panoramica su Manhattan: il Liberty State Park June 24 2019

Tra i luoghi che offrono una meravigliosa vista su Manhattan e che permettono di ammirare lo skyline di New York da un’altra prospettiva, c’è il Liberty State Park. Questo parco, collocato nel New Jersey, si trova aldilà del fiume Hudson, dietro la Statua della Libertà.

Liberty State Park

Credit Shinya Suzuki

Il Liberty State Park non rientra tra le mete più frequentate dai turisti durante il loro viaggio a New York; tuttavia, offre un interessante punto di osservazione sulla metropoli. Il mio consiglio è quello di abbinare la visita di questo parco ad una scoperta più ampia e approfondita del New Jersey.

A tal proposito, ho creato un Tour che vi farà conoscere la vera anima del New Jersey e vi farà scoprire posti poco conosciuti ma straordinari. Ad esempio, il famoso Empty Sky, il commovente memoriale dedicato alle vittime degli attentati dell’11 settembre. Per maggiori informazioni cliccate qui.

 

Liberty State Park

Il Liberty State Park, dunque, si trova nel New Jersey, precisamente a Jersey City, sulla sponda opposta del fiume Hudson rispetto a Battery Park. Questo ampio parco, di circa 490 ettari, regala una visuale insolita della Statua della Libertà: di spalle!

Aperto nel 1976, non è famoso per i suoi spazi verdi, quanto piuttosto perché offre una straordinaria vista su Manhattan. Infatti, è uno dei migliori punti di osservazione per godere del famoso skyline newyorkese

Liberty State Park

Credit Shinya Suzuki

Al centro del parco, c’è la cosiddetta Freedom Way che divide il Liberty State Park tra la zona che si affaccia sul fiume Hudson (accessibile al pubblico) e quella che, invece, non è visitabile. Sono tantissimi i percorsi ciclabili e pedonali che si trovano in quest’area.

Sicuramente, durante la vostra visita noterete il ponte che collega il parco con Ellis Island! Purtroppo, questo ponte è ad uso esclusivo dei veicoli e di coloro che hanno un'apposita autorizzazione. Per questo motivo, non è accessibile a piedi.

 

La Liberty Walkway e il memoriale Empty Sky 

Ci sono 2 punti di interesse che vi consiglio assolutamente di non tralasciare durante la visita del Liberty State Park: la Liberty Walkway e il memoriale Empty Sky. 

La Liberty Walkway è il percorso che regala una fantastica vista, non solo su Manhattan, ma anche su una parte del New Jersey e sulla Statua della Libertà ( che viene vista di spalle e/o di lato). Impossibile resistere alla tentazione di scattare delle foto. Davvero suggestivo.

Liberty Walkway 

Credit Marco Verch

L’Empty Sky è il memoriale che ricorda le vittime degli attentati del 2001. E’ stato inaugurato l’11 settembre del 2011, in occasione dei dieci anni dagli attacchi terroristici che hanno ferito profondamente non solo l’America ma il mondo intero. Si tratta di due pareti parallele collocate in direzione del punto esatto dove si ergevano le torri gemelle. I nomi di tutte le vittime sono state incise su entrambe le pareti; inoltre, vicino al memoriale, sono stati riportati anche dei resti strutturali del World Trade Center. Emozionante.

Empty Sky 

Empty Sky

Un altro punto di interesse, all’interno del parco, è il Liberty Science Center. Si tratta di un museo scientifico interattivo con finalità educativa, rivolto ai più giovani. Cliccate qui per saperne di più.

  

Liberty State Park: come raggiungerlo

Per raggiugere in maniera diretta il Liberty State Park da Manhattan il modo più veloce consiste nel prendere il traghetto. Infatti, la Liberty Landing Ferry collega la zona del World Financial Center con il parco.

Ci sono altre soluzioni (ad esempio il PATH) ma non conducono direttamente al Liberty State Park.


5 posti dove mangiare gluten free a New York June 12 2019 2 Comments

Spesso mi avete chiesto di consigliarvi dei posti a New York dove poter mangiare del cibo gluten free, ovvero privo di glutine

La prima cosa su cui voglio rassicurarvi è che non dovete avere alcun tipo di preoccupazione! A New York, infatti, ci sono diversi locali che offrono nel loro menu del cibo senza glutine. Ma non solo. Nella città che non dorme mai, sono nati dei negozi interamente specializzati nella vendita di prodotti gluten free.

Di seguito, vi consiglio 5 posti dove mangiare gluten free nella grande mela. Dunque, se state organizzando il vostro viaggio a New York e seguite un’alimentazione priva di glutine, questo è l’articolo che fa per voi!

 

Senza Gluten

206 Sullivan St, New York, NY 10012

Come suggerisce il nome, questo ristorante è un paradiso del gluten free. Infatti, tutto ciò che trovate riportato nel menu è senza glutine e, perciò, potrete scegliere tra tantissimi piatti

Senza Gluten

Lo chef propone la tradizionale cucina italiana con i suoi piatti forti come la lasagna, il risotto, gli spaghetti alle vongole, le fettuccine alla bolognese, etc..; ovviamente il tutto gluten free!

Sito web: www.senzaglutennyc.com    

 

Friedman’s Lunch

Friedman’s Lunch nasce nel 2009 come una piccola attività all’interno del Chelsea Market, ma il suo successo è stato così crescente da portare alla creazione di una vera e propria catena di locali dislocati in varie zone di Manhattan.

Friedman’s Lunch

Oggi Friedman’s Lunch si trova a:

  • Chelsea Market (75 9th Avenue)
  • Columbia (1187 Amsterdam Ave)
  • Hell’s Kitchen (450 10th Ave)
  • Herald Square (132 W 31st St)
  • Theater District (inside the Edison Hotel NYC, 228 West 47th Street)
  • Upper West Side (130 West 72nd Street)

Il menu è composto da piatti che possono essere preparati in due versioni: con o senza glutine. La cucina è quella tradizionale americana ma non mancano piatti di tradizione ebraica come, ad esempio, il pastrami. Come si legge sul menu, il 99% dei piatti sono disponibili nella versione gluten free; è sufficiente farlo presente al momento dell’ordinazione!

Sito webwww.friedmansrestaurant.com              

 

Bareburger

Bareburger è una catena di fast food che si trova anche al di fuori di New York; ad esempio ad Atlanta e a Washington. E’ molto popolare perché si propone di utilizzare ingredienti biologici e provenienti da fornitori locali e selezionati.

Se desiderate mangiare un ottimo panino senza glutine, questo è il posto che fa per voi! Sul menu i piatti senza glutine sono indicati chiaramente con “gf” (gluten free). 

Bareburger

Di seguito, le location di Bareburger a Manhattan:

  • 173 Orchard St
  • 535 LaGuardia Place
  • 514 3rd Ave
  • 366 West 46 Street
  • 313 West 57th Street
  • 1370 1st Ave
  • 1681 1st Ave

Sito webwww.bareburger.com

  

S’MAC

197 1st Avenue, New York, NY 10003

S’MAC è specializzato in Macaroni & Cheese, i famosi maccheroni al formaggio tipicamente americani! Tutti i piatti proposti nel menu possono essere realizzati in versione gluten free con un piccolo sovrapprezzo.

S'MAC 

Sito web: www.eatsmac.com

 

Erin McKenna’s Bakery

248 Broome St, New York, NY 10002

Il paradiso dei dolci per i celiaci! A New York, Erin McKenna’s Bakery si trova nel Lower East Side ed ha aperto nel 2005. Specializzata nei dolci tipici della tradizione americana (cupcakes, donuts, cookies, etc..), questa bakery vende prodotti senza glutine, anche con opzioni vegan e sugar free.

Erin McKenna’s Bakery

La loro specialità sono i donuts, preparati con tantissimi topping diversi e che variano stagionalmente! 

Sito web: www.erinmckennasbakery.com


Concorso per vincere 2 biglietti Napoli – New York con la United June 06 2019 2 Comments

In occasione del lancio del nuovo volo diretto giornaliero Napoli – New York della compagnia aerea United Airlines, l’Aeroporto Internazionale di Napoli ha organizzato una fantastica iniziativa.

Tutto è partito da un’esclusiva caccia al tesoro che ha coinvolto tutti i cittadini di Napoli e che ha avuto inizio proprio nel giorno della prima partenza del volo Napoli-New York. In diversi punti della città, sono stati nascosti i pezzi di un puzzle raffigurante la grande mela. La sfida? Scovarli, seguendo gli indizi, i giochi e i quiz che sono stati pubblicati quotidianamente sui canali social ufficiali dell’Aeroporto di Napoli. Chi ha trovato i pezzi del puzzle, ha postato la foto utilizzando l’hashtag ufficiale dell’iniziativa: #TuPuoFaLAmericano.

Soltanto grazie al contributo attivo di tutta la Community è stato possibile scovare tutti i pezzi fisici del puzzle e sbloccare il concorso che si apre oggi!

Si tratta di un concorso speciale e che esaudisce il desiderio condiviso da tutti coloro che amano New York sia da chi l’ha già vista e, qui, ha lasciato il cuore, sia da chi ha imparato a conoscerla attraverso le immagini sul grande e piccolo schermo.  

In palio: 2 biglietti del nuovo volo Napoli – New York di United!

Il fortunato vincitore avrà la possibilità di visitare la città che non dorme mai. Una metropoli che ti avvolge, ti esalta e ti riempie di entusiasmo perché perennemente in movimento ed in continuo fermento. Una città che ti conquista al primo sguardo.

Ecco perché non potete lasciarvi sfuggire l’opportunità di partecipare a questo concorso. Da oggi, ognuno di voi può prendere parte all’estrazione per vincere questo incredibile viaggio a New York.

Concorso per vincere 2 biglietti Napoli – New York con la United Airlines

In questo momento, sono sicuro che la domanda che tutti vorreste farmi è: come faccio a partecipare? Nulla di più semplice. Cliccate qui e buona fortuna. #TuPuoFaLAmericano


Visto Usa: l'obbligo di dichiarare gli account dei social media June 04 2019

Ecco una notizia di questi giorni che può tornarvi utile!

A partire da venerdì 31 maggio, è entrata in vigore la nuova policy del Dipartimento di Stato statunitense. Quest’ultima prevede che chiunque si trovi nella situazione di dover compilare un modulo Ds-160, Ds-260 e Ds-156, per trasferirsi o per viaggiare negli USA, ha l’obbligo di comunicare i profili che ha utilizzato online negli ultimi cinque anni. In passato, dovevano fornire queste informazioni soltanto coloro che erano soggetti a controlli più approfonditi (ad esempio chi proveniva da un paese dominato dai gruppi terroristici).

Visto Usa 

Dunque, per ora, i moduli di autorizzazione interessati dal nuovo obbligo sono:

  • il modulo DS-160: il modulo online rivolto ai non immigranti
  • il modulo DS-156: si tratta della versione cartacea del precedente
  • il modulo DS-260: il modulo online per gli immigranti  

Ricapitolando, chi si appresta a fare una domanda di visto per gli Usa è tenuto ad indicare informazioni degli account, utilizzati negli ultimi cinque anni, sui social media. Senza queste informazioni, il Dipartimento di Sicurezza interna statunitense e il Dipartimento di Stato non prenderanno in considerazione la domanda di visto. Attualmente, sono all’incirca 20 le piattaforme elencate nei moduli elettronici che bisogna compilare per ottenere il visto; Tra queste: Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn, YouTube, Ask.fm, Pinterest, Google+ (ora chiuso), etc.. 

Social Media

Specifico che sono esclusi dall’obbligo alcune tipologie di visto come, ad esempio, quello diplomatico.

Questa novità è frutto del Protecting the Nation from Foreign Terrorist Entry into the United States, l’ordine esecutivo approvato da Donald Trump nel marzo del 2017. Quest’ultimo, infatti, aveva chiesto che la presenza online dei viaggiatori fosse sottoposta ad un’analisi più accurata. 

Grazie alla comunicazione dei social media personali, le autorità statunitensi avranno modo di controllare ogni aspetto dell’esistenza digitale di chi richiede un visto Usa: informazioni del profilo, foto, post, video, immagini condivise, etc. Soltanto dopo aver verificato queste informazioni, decideranno se accettare la richiesta di entrare e restare, per un certo periodo, negli Stati Uniti. Secondo una stima, le persone interessate da questa nuova normativa sarebbero circa 15 milioni all’anno.

Importante: i cittadini italiani e i cittadini di tutti i Paesi aderenti al Visa Waiver Program (programma “viaggio senza visto”), che si apprestano ad un viaggio negli USA, della durata inferiore ai 90 giorni, non hanno l’obbligo di comunicare i propri account sui social media. In questo caso, è sufficiente ottenere l’autorizzazione elettronica Esta che consente di viaggiare negli Stati Uniti senza nessun visto.

Esta 

Perciò, se avete in programma un viaggio a New York che non superi i 90 giorni non siete interessati dal nuovo obbligo entrato in vigore da pochi giorni. Per voi, indicare gli account dei social media nella richiesta Esta, è facoltativo. Almeno per ora!


Viaggio a New York con i bambini: il Bronx Zoo June 01 2019

Viaggio a New York con i bambini? Tra i luoghi che meritano una visita rientra il Bronx Zoo.

Questo parco zoo, di notevoli dimensioni, vi darà la possibilità di intrattenere i vostri bambini e di far trascorrere loro una giornata a contatto con la natura e con tantissime specie di animali. Al suo interno, infatti, ci sono oltre 6.000 animali appartenenti a più di 700 specie diverse tra loro.

Bronx Zoo

In realtà, è una meta che consiglio non solo a chi viaggia in famiglia ma a tutti coloro che hanno più giorni a disposizione da trascorrere nella grande mela. D’altronde il Bronx Zoo, pur essendo sconosciuto alla maggior parte dei turisti, è lo zoo più grande di tutti gli Stati Uniti

Come suggerisce il nome, questo parco zoo si trova proprio nel Bronx. Più precisamente, all’interno del New York Botanical Center. Di seguito, vi fornisco tutte le informazioni per visitarlo al meglio!

 

Bronx Zoo: “aree tematiche” e mappa

Con una lunga storia alle spalle, aperto sin dal 1899, il Bronx Zoo è suddiviso in diverse aree. Ciascuna di queste è abitata da diverse specie di animali. Ad esempio, c’è la riserva dei babbuini; l’area degli orsi; l’area degli uccelli d’acqua, etc…. Vi sembrerà di passare da una parte all’altra del globo. 

Bronx Zoo

Non tutte le aree sono visitabili tutto l’anno. Per questo motivo, vi consiglio di pianificare prima la vostra visita all’interno dello zoo così da gestire al meglio il tempo che avete a disposizione e così da vedere le cose di vostro maggior interesse. Sul sito avete la possibilità di visionare tutte le aree tematiche e la mappa completa del parco con i principali punti di interesse.

Ecco la mappa:

Mappa Bronx Zoo

 

Bronx Zoo: attività e attrazioni

Oltre alla visita del parco e degli animali, ci sono tantissime attività che vengono organizzate all’interno del Bronx Zoo e diverse altre attrazioni. Di seguito vi riporto le più gettonate:

  • La visita del Children’s Zoo (in italiano lo Zoo dei Bambini): si tratta di una sorta di “zoo all’interno dello zoo” pensato per i più piccoli. Qui, ad esempio, vivono alcuni animali che possono essere avvicinati dai bambini. I vostri figli potranno divertirsi a dar loro da mangiare! Inoltre, all’interno del Children’s Zoo, ci sono zone imperdibili come l’area Madagascar con i famosi lemuri. Unica nota negativa: l’accesso completo al Children’s Zoo è consentito a partire dalla fine di maggio ed è soggetto alle condizioni metereologiche. L’ingresso è a pagamento. Per maggiori informazioni cliccate qui.
  • Wild Asia Monorail: il giro a bordo della monorotaia che vi permetterà di scoprire la zona del parco chiamata Wild Asia. Quest’attività è a pagamento ed è disponibile da maggio ad ottobre.
  • Zoo Shuttle: il giro panoramico dello zoo a bordo dello shuttle. La partenza è prevista nella zona Wild Asia mentre l’arrivo è presso lo Zoo Center. Questo tour è a pagamento ed è disponibile a partire dal mese di aprile, mentre a settembre e a ottobre solo nei weekend. 
  • Camel Rides: al costo di 8 dollari potrete vivere l’esperienza di cavalcare un cammello. Questa attività è disponibile il mercoledì e nei weekend nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre.
  • Penguin Feedings: la possibilità di dar da mangiare ai pinguini tutti giorni alle ore 15:30. Quest’esperienza è inclusa nel biglietto di ingresso allo zoo.
  • Sea Lion Feedings: la possibilità di dar da mangiare ai leoni marini tutti i giorni dalle ore 11:00 alle 15:00. Anche in questo caso, l’esperienza è inclusa nel biglietto di ingresso dello zoo.

Cliccate qui per conoscere le attività e le esperienze previste giornalmente all’interno del Bronx Zoo.

 

Bronx Zoo: come raggiungerlo

Il Bronx Zoo, come suddetto, si trova all’interno del New York Botanical Center. L’indirizzo, da digitare su Google Maps per raggiungerlo, è il seguente: 2300 Southern Blvd, The Bronx, NY 10460, Stati Uniti

Mappa Bronx Zoo

Con la metropolitana, è possibile arrivare con la linea 2 oppure con la linea 5, scendendo alla stazione West Farms Square-E Tremont Av. Da qui, percorrendo Boston Avenue, in direzione nord, si raggiunge l’ingresso A in pochi minuti.

 

Bronx Zoo: orari e ticket

L’apertura del Bronx Zoo varia in base alla stagione (estiva e invernale) e potrebbe subire modifiche ogni anno. Per questo motivo, vi consiglio sempre di verificare gli orari di apertura sul sito web ufficiale, cliccando qui.

Attualmente, da aprile fino al 2 novembre 2019, lo zoo è aperto:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 17:00
  • nei weekend e nei giorni festivi dalle ore 10:00 alle ore 17:30

Bronx Zoo 

IMPORTANTE: ogni mercoledì, l’ingresso al Bronx Zoo è gratuito. Vale il cosiddetto pay-as-you-wish ovvero l’offerta libera per sostenere i costi di gestione e mantenimento.

Gli altri giorni, invece, la visita dello zoo è a pagamento. Ci sono due tipologie di biglietti:

  • Total Experience (venduto solo online): comprende tutte le attrazioni extra. Cliccate qui per acquistarlo.
  • General Admission (venduto in loco): prevede solo l’ingresso allo zoo e non le attività extra.

La General Admission è inclusa all’interno del Sightseeing Flex Pass. Cliccate qui per saperne di più.


Dove mangiare a New York: la cucina ebraica May 29 2019

Come ben sapete, sono alla continua ricerca di locali imperdibili e che possano contribuire a rendere unica la vostra esperienza di viaggio. In questo articolo, vi consiglio alcuni dei migliori posti per assaggiare la cucina ebraica a New York. 

Si tratta di una cucina famosa in tutto il mondo perché racchiude in sé tantissime tradizioni culinarie, tutte diverse tra di loro. Il suo punto di forza è la varietà. Presenta alcuni punti in comune con la cucina mediorientale ma conserva caratteristiche uniche e ben distinte. Cous cous, falafel, pastrami, hummus… sono solo alcune delle pietanze che troverete in un ristorante specializzato in cucina ebraica.

Pastrami kosher a New York

A New York la comunità ebraica è molto popolosa e, anche per questo, sono diversi i posti dove è possibile mangiare del buon cibo kosher. Di seguito, vi suggerisco quelli più famosi in città. Fatemi sapere il vostro preferito!

 

2nd Avenue Deli

162 E 33rd St oppure 1442 First Avenue

Inaugurato nel 1954, inizialmente era un piccolissimo locale con appena dieci coperti, ma nel tempo è diventato un vero e proprio punto di riferimento a New York per chi cerca l’autentica cucina ebraica

2nd Avenue Deli è famoso per il suo fegato tritato (in inglese chopped liver) preparato con un misto di manzo, vitello, fegato di pollo, cipolle e uova sode. Altra specialità gli enormi sandwiches preparati con diversi tipi di carne. Da provare il pastrami!

2nd Avenue Deli pastrami

Sito web: 2nd Avenue Deli

  

Russ & Daughters

179 E Houston St oppure 127 Orchard St

Russ & Daughters è un’istituzione a New York per quanto riguarda la cucina ebraica. Il locale, in origine, si trovava in Orchard Street e, nel 1920, è stato spostato dove si trova tuttora, presso East Houston Street. Nel 2014, è stato inaugurato il Russ & Daughters Cafe (127 Orchard Street) che è stato definito dal New York Times come uno dei migliori dieci ristoranti della grande mela. 

Una specialità sono i latkes, ovvero le frittelle di patate alte e croccanti! Si tratta di una ricetta tradizionale della cucina ebraica e che non può mancare durante la festa di Channukka.

Russ & Daughters latkes

Sito web: Russ & Daughters

 

Katz’s Delicatessen

205 E Houston St

Chi di voi non ha visto il film “Harry, ti presento Sally…”? Di sicuro in pochi. Ebbene, la famosa scena del ristorante con Meg Ryan che simula un orgasmo in un locale affollato è stata girata proprio da Katz’s Delicatessen! Si tratta di un locale con una lunga storia alle spalle; infatti, è stato fondato nel 1888. Nasce come rosticceria kosher e negli anni ha raggiunto un successo straordinario.

Katz’s Delicatessen a New York 

Il pastrami di Katz’s Delicatessen è famosissimo e viene preparato secondo i dettami kosher. Come potrete immaginare, il locale è sempre molto affollato e, per questo motivo, vi consiglio di evitare gli orari di punta ed il weekend.

Sito webKatz’s Delicatessen

 

Pastrami Queen

1125 Lexington Ave oppure 233 W 49th St

Insieme a Katz’s Delicatessen, Pastrami Queen è un altro punto di riferimento per chi desidera mangiare uno dei migliori pastrami della città. Il locale di Lexington Avenue si trova nei pressi di Central Park, perciò il mio consiglio è di approfittarne per prendere un sandwich take away e gustarlo nel “polmone verde di New York”. 

Pastrami Queen a new york

Sito web: Pastrami Queen

 

Hummus Place

305 Amsterdam Ave

Se cercate un autentico hummus (la salsa realizzata con ceci e semi di sesamo), questo è il posto che fa per voi! E’ un locale senza troppi fronzoli, tuttavia gode di una certa fama a New York ed è stato menzionato da quotidiani del calibro del New York Times. Si trova nell’Upper West Side.

Hummus Place a New York

Sito web: Hummus Place

 

Taim

Taïm, in ebraico, significa gustoso. Questo è l’aggettivo perfetto per descrivere il cibo di questa catena di take away, presente in diversi punti di New York. La loro specialità sono i falafel. Davvero squisiti!

Il falafel di Taim

Di seguito le diverse location di Taim a New York:

  • West Village: 222 Waverly Pl
  • Nolita: 45 Spring St
  • Financial District: 75 Maiden Ln
  • Midtown East: Urbanspace market 570 Lexington Ave
  • Flatiron: 64 W 22nd St

Sito web: Taim

 

Abigael's on Broadway

1407 Broadway, tra la 38esima e la 39esima strada

Abigael's on Broadway è un grandissimo ristorante kosher dall’atmosfera elegante. Offre un menu davvero molto vasto che varia dalle specialità asiatiche a piatti della tradizione americana.

Lo chef e co-proprietario Jeff Nathan è famoso per la serie televisiva, New Jewish Cuisine, oltre ad essere autore di bestseller sulla cucina ebraica.

Sito web: Abigael’s


Il Memorial Day a New York May 25 2019

Tra le festività celebrate a New York, durante il mese di maggio, rientra il famoso Memorial Day. Si tratta di una festa molto sentita negli Stati Uniti e che riempie di grande orgoglio gli americani.

Ma cos’è il Memorial Day? E’ il giorno in cui gli Stati Uniti d’America ricordano coloro che hanno perso la vita in guerra, rendendo loro omaggio. E’, dunque, la ricorrenza dedicata a coloro che hanno combattuto sotto la bandiera americana, uomini e donne, e che si sono sacrificati per il proprio paese.

Memorial Day 

Il Memorial Day si celebra sempre l’ultimo lunedì di maggio ed, essendo una vera e propria festa nazionale, molte attività ed uffici restano chiusi. Oltre ad essere commemorativo, questo giorno segna “l’inizio della stagione estiva”. Sono tanti, infatti, gli americani che approfittano del weekend del Memorial Day per organizzare attività all’aperto e per prendere parte alle diverse iniziative previste in questi giorni.

Per questo motivo, se vi trovate a New York nel periodo del Memorial Day, la lista delle cose da fare si allunga decisamente! In questo articolo, vi racconto come nasce la tradizione del giorno della memoria e vi parlo degli eventi più importanti organizzati nella grande mela.

 

Memorial Day: storia

Come suddetto, il Memorial Day è un giorno molto importante per gli americani, durante il quale danno prova del loro forte patriottismo. Per fare un esempio, in questa giornata, dall’alba fino a mezzogiorno, è tradizione tenere la bandiera americana a mezz’asta e far visita ai cimiteri e ai monumenti commemorativi rendendo omaggio ai caduti in guerra. 

Memorial Day

Le origini del Memorial Day risalgono alla seconda metà dell’ottocento, precisamente al 30 maggio del 1868. Inizialmente, la celebrazione si chiamava Decoration Day e nacque per ricordare i soldati che avevano perso la vita durante la prima guerra civile americana tra il 1861 e il 1865. Soltanto nel 1967, si iniziò a parlare ufficialmente di “Memorial Day” e nel 1971 si trasformò in una vera e propria festa nazionale per tutti coloro che avevano perso la vita in guerra, combattendo sotto la bandiera americana.

Inoltre, nel 2000 è stato designato il cosiddetto National Moment of Remembrance (il momento nazionale del ricordo). In cosa consiste? Durante il Memorial Day, alle ore 15:00, si rispetta un minuto di silenzio per ricordare il vero significato di questa giornata.

 

Memorial Day 2019: gli eventi organizzati a New York

Il Memorial Day si celebra l’ultimo lunedì del mese di maggio e, perciò quest’anno, nel 2019, cade il 27 maggio. Come anticipato, oltre al significato commemorativo, questa giornata “introduce l’estate” e i newyorkesi ne approfittano per dedicarsi alle attività all’aperto (picnic, barbecue, gite in spiaggia, etc..) tipiche di questa stagione. Inoltre, durante il weekend del Memorial Day, in molti negozi ci sono sconti e offerte davvero convenienti. Non potete non approfittarne!

Di seguito, alcune delle più importanti iniziative organizzate a New York in occasione del Memorial Day:

  • Little Neck-Douglaston Memorial Day Parade: si svolge nel Queens ed è una delle più grandi parate dedicate al Memorial Day. La partenza è prevista alle ore 14:00 di lunedì 27 maggio. Sul sito è disponibile il programma dell’intera giornata e la mappa con le varie tappe della parata.

Memorial Day Parade

  • Brooklyn Memorial Day Parade: è la parata “storica” del Memorial Day ed è organizzata a Brooklyn. Precisamente, la parata si terrà a Bay Ridge alle ore 11:00 di lunedì 27 maggio e sarà guidata dai veterani dell’esercito americano. Ormai è giunta alla 152esima edizione. Cliccate qui per saperne di più.

Brooklyn Memorial Day Parade  

  • Fleet Week: il Memorial Day viene celebrato durante la cosiddetta Fleet Week, ovvero la settimana in cui a New York si radunano i servizi marittimi degli Stati Uniti. Durante la Fleet Week (dal 22 al 28 maggio 2019) vengono organizzati tantissimi eventi. Ad esempio, la Soldiers’ and Sailors’ Memorial Day Observance, ovvero la cerimonia presso il monumento dedicato ai soldati e ai marinai che si trova a Manhattan (Riverside Dr & 89th St). Sul sito della Fleet Week è possibile visionare il programma completo della settimana. 

Fleet Week

  • Memorial Day Concert: è il concerto gratuito che la New York Philharmonic organizza per celebrare il Memorial Day. Esso si svolge presso la cattedrale di San Giovanni il Divino (1047 Amsterdam Ave) alle ore 19:00 di lunedì 27 maggio. La durata del concerto è di un’ora e mezza e i biglietti verranno distribuiti a partire dalle ore 17:00 di lunedì, in base all’ordine di arrivo. Qui altre informazioni.

Memorial Day Concert


Manhattanhenge: tutto ciò che c'è da sapere May 23 2019

Il tramonto più bello che possiate immaginare, capace di lasciarvi senza fiato e con gli occhi sognanti? E’ quello che potete ammirare in occasione del Manhattanhenge, famoso anche come il “Solstizio di Manhattan”.

Questo meraviglioso spettacolo della natura è difficile da descrivere a parole e, la sua bellezza, lo rende quasi magico. Si tratta di un fenomeno a cui non siamo abituati e che, per questo motivo, conserva tutte le caratteristiche di evento straordinario. 

Manhattanhenge

Il Manhattanhenge si verifica soltanto due volte all’anno e, perciò, siete davvero fortunati se vi trovate nella Grande Mela nel periodo giusto per assistervi.

In questo articolo, vi do tutte le informazioni sul “Solstizio di Manhattan” e vi svelo i luoghi migliori per ammirarlo e le date in cui si verificherà nel 2019. Preparate le macchine fotografiche!

Altro tramonto che toglie il fiato è quello che potrete ammirare dal ponte di Brooklyn. Ho ideato un Tour apposito che vi porterà alla scoperta anche di Dumbo e Seaport Village, mete imperdibili durante il vostro viaggio a New York. Cliccate qui per saperne di più.

 

Il Manhattanhenge: di cosa si tratta?

Il Manhattanhenge è il fenomeno durante il quale il sole, nel momento in cui tramonta, si allinea a tutte le strade di Manhattan in direzione est-ovest. Dunque, basta trovarsi in una di queste strade per assistere al sole che tramonta proprio davanti a sé.

L’immagine del disco solare tra i grattacieli è un’immagine destinata a rimanere impressa nella memoria. I raggi del sole, con i colori caldi tipici del tramonto, colpiscono gli edifici e creano incantevoli giochi di luce. E’, dunque, emozionante contemplare questo tramonto senza ostacoli. 

Manhattanhenge

Il fatto che questo spettacolo della natura venga chiamato Manhattanhenge non è casuale! Il termine è stato coniato nel 1996 dall’astrofisico Neil deGrasse Tyson unendo le parole Manhattan e Stonehenge. Come già saprete, Stonehenge è il famoso sito neolitico situato in Inghilterra ed è proprio qui che, durante il solstizio d’estate, il sole si allinea con la famosa “pietra del tallone”. 

Dunque, ciò che accade a New York, durante il Manhattanhenge, assomiglia molto al fenomeno del solstizio d’estate di Stonehenge ma si colloca all’interno di una metropoli non paragonabile alle altre città. Neil deGrasse Tyson ne ha parlato come di “un fenomeno urbano unico al mondo, se non nell’universo”.

 

Il Manhattanhenge nel 2019

Come suddetto, il Manhattanhenge si verifica due volte all’anno e le date variano in base al solstizio d’estate. In generale, il famoso “Solstizio di Manhattan” si svolge in primis verso la fine di maggio e, poi, successivamente intorno al 12 luglio.

Di seguito, vi riporto le date e gli orari del Manhattanhenge nel 2019:

  • 29 maggio ore 20:13 Half Sun (una metà del sole è sotto all’orizzonte)
  • 30 maggio ore 20:12 Full Sun (il sole è visibile per intero tra i grattacieli)
  • 11 luglio ore 20:20 Full Sun (il sole è visibile per intero tra i grattacieli)
  • 12 luglio ore 20:21 Half Sun (una metà del sole è sotto all’orizzonte)

Quest’anno, dunque, i giorni in cui vi consiglio di assistere al Manhattanhenge sono il 30 maggio e l’11 luglio, ovvero quelli in cui si ha la possibilità di ammirare per intero il disco solare che tramonta, incastonato tra i grattacieli.

Manhattanhenge

 

Il Manhattanhenge: da dove ammirarlo?

Non tutte le strade di Manhattan sono indicate per ammirare il Manhattanhenge. Seguendo i consigli di Neil deGrasse Tyson, le migliori per assistere a questo spettacolare tramonto sono la 14th, la 23rd, la 34th, la 42nd e la 57th. Ovviamente, il segreto è quello di posizionarsi ad Est di una di queste cinque strade e di guardare verso Ovest (in direzione del New Jersey) dove tramonta il sole.

Manhattanhenge

Punti molto frequentati durante il Manhattanhenge sono quelli nei pressi dell’Empire State Building sulla 34esima e nei pressi del Chrysler Building sulla 42esima. Invece, i fotografi professionisti spesso si recano sul Tudor City Bridge, vicino Grand Central Terminal. Tuttavia, se volete recarvi qui, preparatevi a trovare molta folla!

 

Alcune curiosità

  • In occasione del solstizio di inverno, a New York esiste lo stesso fenomeno ma all’alba e, quindi, guardando in direzione opposta, da ovest verso est. Dunque, durante l’inverno, in due occasioni (intorno al 5 dicembre e all’8 gennaio) accade che il sole sorge allineandosi con le strade di Manhattan. Tuttavia, si tratta di un fenomeno meno seguito sia per le temperature sia per la visuale decisamente meno spettacolare. 
  • Fenomeni paragonabili al Manhattanhenge avvengono anche in altre città caratterizzate da un reticolo urbano simile a quello newyorkese. Ad esempio: Chicago, Baltimora, Toronto, etc.. Ovviamente cambiano le date in cui si verificano.

I migliori pancakes di New York: dove mangiarli? May 16 2019

Se vi parlo di un dolce tipico della tradizione americana per la prima colazione o per il brunch, sono sicuro che tanti di voi penseranno immediatamente ai pancakes. Queste “frittelle”, che ricordano le crêpes francesi ma con uno spessore differente, sono davvero irresistibili!

Si tratta di vere e proprie delizie per il palato, famose per la loro morbidezza e per il loro colore dorato. Possono essere gustati in maniera semplice con zucchero e sciroppo d’acero oppure in maniera decisamente più golosa con l’aggiunta di frutta fresca, cioccolato, panna montata, crema pasticcera.. c’è solo l’imbarazzo della scelta. 

Pancakes

Durante il vostro viaggio a New York, non potete non assaggiarli. Abbiate fiducia in me! D’altronde sono componente essenziale per una vera e autentica colazione all’americana. Perciò, non dimenticate di inserire i pancakes tra le specialità dolciarie da provare nella grande mela!

Ma, a questo punto, sorge spontanea una domanda: dove mangiare i migliori pancakes di New York? Sono davvero tanti i locali che li propongono nel loro menu. In questo articolo, vi parlo di quelli più conosciuti in città per questi dolci tipici della tradizione americana. Fatemi sapere il vostro preferito!

  

Clinton St. Baking Company & Restaurant

Da molti considerati i migliori pancakes di New York, quelli del Clinton St. Baking Company & Restaurant sono davvero squisiti! I gusti distintivi del locale sono: i blueberry pancakes, i chocolate chunk pancakes e i banana walnut pancakes. 

Clinton St. Baking Company & Restaurant

Il Clinton St. Baking Company & Restaurant è stato aperto nel 2001 dall’iniziativa degli chef Neil Kleinberg e DeDe Lahman, con l’intento di servire colazioni realizzate con prodotti freschi e semplici. Il successo fu notevole e, perciò, decisero di aprire anche in occasione del pranzo e della cena. Oggi, c’è un Clinton St. Baking Company & Restaurant anche a Tokyo, Dubai, Singapore e a Bangkok.

Come suggerisce il nome, il locale si trova lungo Clinton Street al numero 4 (Lower East Side). Considerata la popolarità, è sempre piuttosto affollato, per questo vi consiglio di evitare gli orari di punta e il weekend. Il prezzo non è basso (circa 15$ per una porzione di pancakes), ma ne vale la pena!

 

Sarabeth’s

Una vera e propria istituzione a New York sia per le colazioni sia per i brunch. Il primo Sarabeth’s è stato aperto nel 1983 ed ha riscontrato talmente tanto successo che, negli anni, sono stati aperti altri locali non solo a New York ma nel mondo.

Sarabeth's 

Attualmente, nella grande mela sono 5 i ristoranti Sarabeth’s e sono collocati in diversi punti della metropoli. Nello specifico si trovano a:

  • Central Park South (40 Central Park S)
  • Tribeca (339 Greenwich St)
  • Upper West Side (423 Amsterdam Ave)
  • Park Avenue South (381 Park Ave S)
  • Upper East Side (1295 Madison Ave

Il Sarabeth’s nell’Upper East Side è stato il primo ad essere aperto e, quindi, è quello più famoso per la sua tradizione e per l’atmosfera anni ’80. 

Difficile resistere ai pancakes di Sarabeth’s! I gusti per cui sono famosi: Lemon & Ricotta Pancakes e Buttermilk Pancakes. Ovviamente oltre ai pancakes, il locale offre tantissimi piatti della tradizione americana.

Sarabeth's

Non si tratta di un locale economico (un piatto del menu colazione va dai 20$ in su), tuttavia l’ambiente, il servizio e la qualità rispecchiano il prezzo. Sul sito potete visionare tutti i piatti e gli orari dei diversi Sarabeth’s.

 

Bubby’s

Bubby’s, aperto nel 1990 e spesso frequentato dalle celebrità, prepara tantissimi piatti americani ma molti lo considerano un punto di riferimento per i pancakes. I topping sono svariati: mirtilli, banana caramellata e noci tostate, nutella con fragole e panna.. sono solo alcuni. Un paradiso per i golosi!

Bubby's

Attualmente ci sono due locali Bubby’s a New York:

  • Tribeca (120 Hudson St)
  • Highline (73 Gansevoort St)

  

Norma’s

Norma’s si trova all’interno del Parker New York, un elegante hotel a 4 stelle vicino Central Park (119 West 56th Street). Le colazioni servite in questo locale sono davvero deliziose e incontrano i gusti dei più golosi.

Norma’s Pancakes 

Come potrete immaginare, il prezzo è alto (un piatto di pancakes costa intorno ai 29-30$), tuttavia, le porzioni sono davvero molto abbondanti. La loro specialità sono i Norma’s Super Blueberry Pancakes serviti con crema Devonshire. Per i celiaci, c’è anche la versione Gluten Free!

 

Pershing Square

Questo locale vicino Grand Central Station (90 East 42nd Street) ha un aspetto decisamente “vecchio stile” ed è molto apprezzato per fare colazione oppure per il brunch. I piatti nel menu sono davvero tantissimi ed è aperto anche a pranzo e a cena.

Pershing Square nyc

Per quanto riguarda i pancakes, è possibile scegliere sia la versione con la farina bianca sia quella con la farina integrale e scegliere differenti topping (mirtilli, fragole, banana, etc..).


Il Madison Square Garden di New York May 13 2019

Chi di voi non ha mai sentito parlare del Madison Square Garden? Credo davvero pochi! Si tratta, infatti, di uno degli stadi più famosi e grandi di New York. Con una capienza di circa 20.000 persone, ospita ogni anno sia eventi e incontri legati al mondo dello sport sia concerti e spettacoli di ogni genere.

Il Madison Square Garden

Per i newyorkesi, il Madison Square Garden (o MSG) è una leggenda ed un pezzo importante della storia della loro città. Qui, si sono esibiti leggende del mondo della musica come Elvis Presley, i Queen, John Lennon, Frank Sinatra, i Led Zeppelin... e, per anni, sul suo ring sono saliti pugili del calibro di Mike Tyson, Muhammad Ali, Rocky Marciano e tanti altri.

Oggi, gli eventi più importanti organizzati presso il Madison Square Garden, oltre ai concerti, sono le partite di hockey sul ghiaccio e di basket. Nello specifico, è lo stadio della squadra di basket dei New York Knicks, della squadra di basket femminile dei New York Liberty e della squadra di hockey dei New York Rangers.

madison square garden partita

Per gli appassionati di basket e per coloro che vogliono vivere l’esperienza eccitante di assistere ad una partita NBA a New York, vi consiglio di passare presso la nostra agenzia a Times Square (324 W 47th St, tra la 8th e la 9th) e di acquistare i biglietti al miglior prezzo. Io vi aspetto!

Per sapere di più sulle partite NBA a New York, vi suggerisco di leggere questo articolo. Mentre per conoscere la mia esperienza di partita NBA al Madison Square Garden, cliccate qui. E’ stato emozionante.

 

Il Madison Square Garden: la storia

Conosciuto in tutto il mondo e noto anche come The Garden, il MSG è stato inaugurato l’11 febbraio del 1968 e, da subito, ha richiesto un grande investimento economico. E’ costato, infatti, più di un miliardo di dollari e, per questo motivo, rientra tra i dieci stadi più dispendiosi al mondo. L’architetto che ha curato i lavori è stato Charles Luckman, mentre il nome dello stadio è un omaggio a James Madison, quarto presidente degli Stati Uniti.

madison square garden storia

In realtà, il Madison Square Garden come si presenta oggi è frutto di molteplici interventi di ristrutturazione e ampliamento. In precedenza, altri tre edifici, poi demoliti, hanno portato questo nome.

madison square garden

Attualmente, quindi, il MSG è una struttura moderna e molto curata, dotata delle tecnologie più all’avanguardia, tra cui i chioschi interrativi e i sistemi video in HD. I posti sono distribuiti su sei anelli, ciascuno identificato con un nome e un colore, ma non tutti sono accessibili in ogni occasione. Ad esempio, durante le partite di hockey sul ghiaccio, il livello più basso non è disponibile e, per questo, la capienza dello stadio è inferiore rispetto ad altre occasioni.

 

Il Madison Square Garden: gli eventi

Gli eventi organizzati negli anni, presso il Madison Square Garden, hanno contribuito ad assicurargli un posto nel mito! E’ proprio qui, infatti, che si è svolto il concerto dedicato a New York dopo gli attentati dell’11 settembre del 2001 o, ancora, il concerto di beneficenza dopo l’uragano Katrina per dare aiuto a New Orleans. 

Inoltre, in questo stadio, ci sono stati eventi ed episodi destinati a rimanere nella storia; come l’ultimo concerto di John Lennon oppure il famoso incontro sportivo tra Muhammad Ali e Joe Frazier, per non parlare di concerti che sono diventati leggendari.

madison square garden incontro pugilato

 

Il Madison Square Garden: dove si trova e come raggiungerlo

Il Madison Square Garden si trova proprio nel cuore di Manhattan, a Midtown, sopra alla conosciuta Pennsylvania Station, nelle vicinanze di Herald Square e non lontano dall’Empire State Building. 

L’indirizzo da digitare su Google Maps è il seguente: 4 Pennsylvania Plaza, New York, NY 10001, Stati Uniti.

madison square garden google maps

E’ raggiungibile comodamente a piedi se soggiornate a Midtown oppure con la metropolitana. Basta prendere le linee della metro A, C, E oppure 1, 2, 3 e scendere alla fermata 34th Street- Penn Station.

  

Il Madison Square Garden: come visitarlo

Oltre ad assistere ai concerti oppure alle partite sportive, avete la possibilità di visitare la struttura del Madison Square Garden prenotando un All Access Tour.

Inoltre, il Madison Square Garden fa parte del circuito del New York Pass che consente l’ingresso scontato a tantissime attrazioni di New York. Potete acquistarlo qui.


Lo shopping a New York: gli Outlet da non perdere April 29 2019

New York è la meta ideale per gli amanti dello shopping e per coloro che amano stare al passo con le nuove tendenze in fatto di moda! La quantità così come la varietà di negozi di questa metropoli è davvero straordinaria e non smette di sorprendere.

Inoltre, non ci sono dubbi sul fatto che la grande mela sia la destinazione perfetta per coloro che sono alla ricerca di occasioni imperdibili.

Nella città che non dorme mai, riuscirete a scovare dei veri e propri affari!

 

In generale, per coloro che desiderano trovare offerte e sconti molto vantaggiosi, sia per quanto riguarda l’abbigliamento sia per le altre tipologie di prodotto, il mio consiglio è quello di non perdersi i famosi outlet. 

woodbury common outlet

In questo articolo, vi parlo dei migliori outlet di New York, ovvero di quei negozi in cui potrete trovare occasioni irrinunciabili in qualsiasi periodo dell’anno.

 

Century 21

Century 21 è uno degli outlet più in voga della grande mela. Il suo punto di forza? Il fatto di trovarsi proprio nel cuore di Manhattan.

Century 21 

Sono diversi i Century 21 Department Store a New York ma quello più conosciuto si trova nel noto Financial District, a Lower Manhattan (22 Cortlandt Street) ed ospita al suo interno brand molto famosi, tra cui Dolce & Gabbana, Marc Jacobs, Ralph Lauren, Calvin Klein..

Century 21

Una vastissima offerta non solo di abbigliamento ma anche di scarpe, accessori e tanto altro.. per uomo, donna e bambino. Sette piani di prezzi davvero convenienti e di sconti che, spesso, superano il 60%..

Sul sito potete visionare gli orari di ciascun punto vendita e tutti i marchi venduti all’interno dell’outlet.

  

Woodbury Common

L'outlet Woodbury Common Premium è il più famoso non solo di New York ma di tutti gli Stati Uniti! Con oltre 200 negozi delle più grandi firme della moda (Prada, Armani, Celine, Gucci, Jimmy Choo, Dior, Michael Kors...) è una meta irresistibile per tutti gli shopping addicted. E’ l’occasione per trovare capi di brand che avete sempre sognato di avere nel vostro armadio ma con un prezzo da outlet!

Woodbury Common

Woodbury Common si trova appena fuori Manhattan, a solo un’ora da New York. Cliccate qui per acquistare i biglietti degli autobus che vi porteranno in questo paradiso dello shopping scontato.

 

The Mills at Jersey Gardens

L’outlet The Mills at Jersey Gardens si trova nel New Jersey, precisamente ad Elizabeth, raggiungibile in appena mezz’ora da Manhattan. A differenza del Woodbury Common, il The Mills è al coperto e racchiude in un enorme centro commerciale sia negozi tradizionali sia outlet. 

The Mills at Jersey Gardens

Si può raggiungere con l’autobus 111, in partenza da Port Authority Bus Terminal (625 8 Ave, Manhattan).

Importante: presentando il passaporto presso il Visitor Center è possibile ottenere ulteriori sconti. 

 

Tanger Outlets

Questa grande catena vanta tantissimi outlet in oltre 20 Stati dagli USA al Canada. Uno dei più conosciuti è il Tanger Outlet di Long Island (200 Tanger Mall Drive, Riverhead, NY 11901), con i suoi oltre 165 negozi. Solitamente la visita di questo outlet viene abbinata alla scoperta degli Hamptons e delle spiagge vicino New York.  

Tanger Outlets

Anche qui, potrete trovare brand molto famosi a prezzi davvero competitivi: Abercrombie & Fitch, Calvin Klein, Levi's, Tommy Hilfiger, UGG, etc… Cliccate qui per saperne di più!

Molto frequentato è anche quello che si trova ad Atlantic City nel New Jersey (1931 Atlantic Ave, Atlantic City, NJ 08401).


7 perle nascoste di New York April 25 2019 2 Comments

New York è talmente tante cose insieme che è davvero difficile scoprirla tutta, anche dopo anni, e in 15 giorni non scoprirete in maniera semplice tutti i suoi angoli nascosti. Ovviamente, sono sicuro che riuscirete a visitare le top attrazioni della grande mela, soprattutto se prenotate uno dei nostri tour, come per esempio il Tour del Bronx, Queens e Brooklyn oppure il Tour dei Rooftop per scoprire le migliori terrazze panoramiche ed ammirare NY da angoli completamente diversi.  

Ma ci sono alcuni posti che nessuno vi menzionerà e che sono meno battuti dai turisti. Meritano una visita? Secondo me sì, a patto che abbiate un po' più di tempo così da organizzarvi al meglio.

Roosevelt Island

Ed allora scopriamo rapidamente questi 7 posti “diversi” e “segreti”, se permettete, della grande mela

 

Governors Island

Non è sicuramente il più segreto, ma è uno dei più belli. E’ il luogo dove vi consiglio di andare se siete a NY in estate oppure in un periodo dal clima mite. E’ un’isola che si trova a poca distanza da Lower Manhattan. Un tempo una base militare, oggi è un National Monument. E’ il luogo perfetto per staccare veramente la spina dal caos cittadino.  

Governors Island

Aperta solo da Maggio a Ottobre (dalle 10 alle 18, nel weekend fino alle 19)

E’ un’oasi di relax senza auto, perfetta per un picnic ed è uno dei luoghi migliori per ammirare i panorami su Lower Manhattan e sulla Statua della Libertà. Tra l'altro è un luogo molto instagrammabile, quindi: smartphone pronto! 

Ospita molti eventi all’aperto e ci sono tante amache... perciò come vi dicevo è il luogo perfetto per staccare la spina 

Per arrivarci dovrete prendere il battello da Battery Park, con soli 2$ e, in qualche minuto, arriverete in questa oasi. Nel weekend, fino alle ore 11:30, il battello è gratuito

Governors Island

 

Irish Hunger Memorial 

Anche questo luogo è davvero perfetto per riposarsi e rilassarsi. Sempre vicino a Battery Park ed immerso nel verde, è un memoriale che ricorda una pagina triste della storia irlandese: la grande carestia del 1845. Una carestia dovuta ad un batterio (un fungo) che distrusse tutte le piantagioni di patate. 

Un luogo importante per New York perché quasi 1 milione di abitanti della grande mela ha origini irlandesi. Oggi è un memoriale anche su temi legati all' immigrazione e alla fame nel mondo (non solo irlandese).  

Irish Hunger Memorial

Da qui, tra il verde e la calma, potrete ammirare la Statua della Libertà, Ellis Island. Dopo il tramonto sarete travolti dalle bellissime luci che vi regaleranno un’atmosfera unica

E’ aperto tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 18:45 (da maggio a ottobre fino alle 21) e l’accesso è gratuito

Irish Hunger Memorial  

  

Roosevelt Island 

Quest'altra isoletta, poco conosciuta dai turisti, offre un modo davvero unico per raggiungerla: la funivia!  

Roosevelt Island

Lunga 3 km circa, si trova sull’East River e in mezz’ora riuscirete a percorrerla interamente a piedi. Come dicevamo, è possibile raggiungerla con la funivia oppure in metro. Ovviamente, la prima opzione vi consentirà di vedere Manhattan da una prospettiva diversa. In tal caso, la funivia è la Roosevelt Island Tramway (la trovate tra la 59esima e la 2nd Avenue). 

Roosevelt Island

Se optate invece per la metro, la linea è la F Sixth Avenue Local, fermata Roosevelt Island

Nonostante le dimensioni dell'isola, potrete ammirare: 

  • Il parco in memoriale al presidente Roosevelt dove pronunciò il discorso delle quattro libertà. Il Four Freedoms Park è recente (inaugurato nel 2012);

Four Freedoms Park

  • Rovine del Smallpox Hospital: un ospedale del 1856 decadente, molto carino per qualche foto ed un tuffo nel passato;
  • Chapel of the Good Shepherd: una chiesa del 1888, posizionata al centro dell’isola (al civico 543 nella Main Street);
  • Il Faro di pietra: costruito nel 1872, funzionò fino al 1940 e serviva ovviamente alle navi per orientarsi. Oggi è una zona perfetta per un picnic e qualche foto ad effetto;
  • The Octagon: è un vecchio edificio, oggi residenza di lusso, iscritto nel registro nazionale dei luoghi storici. Una costruzione di cinque piani.. davvero incantevole. 

Presso Roosevelt Island potrete anche mangiare: troverete qualche trattoria italiana, ristoranti multietnici e Starbucks. Insomma, non rimarrete a digiuno!

 

Il muro di Berlino

Il muro di Berlino? Lo trovate anche a New York. Non è un modo di dire, non è neanche la solita “truffa” ma è davvero così. Nel 1989, alcuni pezzi del muro sono andati all’asta e... a New York sono andati ben 5 pezzi. 

Il muro di Berlino

Dove si trovano? Una mappa completa la troverete su viewing.nyc. Ti consiglio quello di Midtown (su Madison Avenue, ad un isolato dal MOMA) e quello che si trova a Battery Park (precisamente nella piazza Kowsky Plaza). 

Un altro si trova fuori dal palazzo delle nazioni unite ed è di grande importanza simbolica poiché riporta la frase “trophy of civil rights”. 

  

Old City Hall 

Vetrate, lucernari e lampadari in ottone. Pareti curve e soffitti vintage. Non è la descrizione di un’appartamento ma... di una vecchia metropolitana abbandonata. Chiusa dopo solo 40 anni, nel 1904, City Hall era il capolinea della metropolitana ed era uno spettacolo anzi è uno spettacolo perché è visitabile durante tour guidati che vengono organizzati in serie limitata ogni settimana.

  Old City Hall

Un tuffo nel passato, un posto un po’ mistico dove si respira la vera New York di una volta. Una chicca imperdibile. 

 

Whispering Gallery

Ovviamente vi troverete a visitare Grand Central Station, la stazione ferroviaria principale di New York. Bene, in pochi sanno che c’è una galleria dove è possibile (in coppia) parlare a distanza (in appositi angoli) e sussurrarsi nell’orecchio anche se si è di spalle e, quindi, lontani. Una chicca divertente all’interno di una delle stazioni ferroviarie più belle del mondo (da non perdere!) 

Per raggiungerla, vi basta arrivare a Grand Central Station ed entrare... poi scopritela e capirete voi dove andare. 

  

Pomander Walk

Tra la Broadway e la West End Avenue, il Pomander Walk è formato da una serie di sedici edifici in legno e mattoni, realizzati nel 1921 da un imprenditore irlandese di nome Thomas Healy, con l’obiettivo di replicare una via privata irlandese ispirata proprio alla commedia irlandese Pomander Walk. Un luogo insolito, che merita una visita senz’altro.

Pomander Walk


Il Giardino Botanico di Brooklyn April 22 2019

New York non è solo grattacieli ma è una metropoli ricca di spazi verdi che permettono sia ai newyorkesi sia ai turisti di isolarsi dalla frenesia della città che non dorme mai e di ritagliarsi momenti di relax e svago.

Tra questi spazi verdi, un posto speciale è occupato dal Giardino Botanico di Brooklyn, in inglese Brooklyn Botanic Garden. Si tratta di una delle principali attrazioni della grande mela per chi ama la natura e rientra tra i luoghi più belli da visitare durante la primavera newyorkese.

Brooklyn Botanic Garden Credit Pat Bianculli

Se vi trovate a New York in questo periodo, dunque, vi consiglio di non lasciarvi scappare l’opportunità di ammirare questo meraviglioso giardino botanico. Inoltre, ogni anno, verso la fine di questo mese e l’inizio di maggio (quest’anno il 27 e il 28 aprile), al suo interno viene organizzato il Sakura Matsuri Cherry Blossom Festival, ovvero il festival dei fiori di ciliegio. Uno spettacolo unico!

Per conoscere tutto ciò che c’è da sapere sul Brooklyn Botanic Garden, continuate a leggere!

 

La storia

Nell’Ottocento questo parco era solo una discarica per le ceneri. Risale al 1897 la decisione di realizzare un giardino botanico e nel 1910 fu aperto ufficialmente il Brooklyn Botanic Garden. Inizialmente, il giardino non era così ricco di sezioni e zone come oggi; ad esempio il famoso Giardino Giapponese fu completato più tardi così come presero vita una serie di attività ed eventi che hanno reso nel tempo questa attrazione newyorkese molto frequentata.

Brooklyn Botanic Garden

Credit Shinya Suzuki

Oggi, il Giardino Botanico di Brooklyn occupa una superficie di circa 21 ettari e ospita, al suo interno, straordinarie varietà di piante e fiori che danno vita a scenari da sogno! Con oltre 12.000 specie vegetali, è una imperdibile tappa per gli amanti della natura. Sul sito ufficiale c’è la sezione in cui potete visionare le piante in fiore del periodo.

 

Principali attrazioni e punti di interesse

Una delle più importanti attrazioni del Brooklyn Botanic Garden è il Giardino Giapponese. Si tratta di un giardino di ispirazione giapponese con tantissimi alberi di ciliegio che in primavera sono in piena fioritura e che, perciò, proprio in questo periodo raggiungono il loro massimo splendore. Completano il paesaggio: il laghetto, il tempio shintoista, le rocce, i ponti in legno.. sembra proprio di essere stati trasportati nel paese del Sol levante.

Brooklyn Botanic Garden

Credit Salim Virji

Altro punto di interesse è rappresentato dal Cranford Rose Garden. Questo giardino è un’esplosione straordinaria di rose. Pensate un po’: alcune di queste sono state piantate nel 1927! In questa sezione, la fioritura inizia a giugno e si prolunga fino a settembre, regalando uno scenario fantastico: oltre 1.400 varietà di rose dai colori cangianti e dai profumi inebrianti. 

Molto popolare è la Lily Pool Terrace. A colpirvi saranno le vasche di ninfee , le piante acquatiche e le piante carnivore che popolano questa zona del giardino botanico.

Se visitate il Brooklyn Botanic Garden nella stagione autunnale, non potete non soffermarvi ad ammirare il Rock Garden: il giardino roccioso ricco di alberi sempreverdi e cespugli in fiore.

In inverno, invece, la neve rende il giardino botanico ancora più magico! E per riscaldarvi, potrete rifugiarvi all’interno della serra della Steinhardt Conservatory. Proprio qui, oltre alle piante tropicali, c’è una grandissima collezione di bonsai! 

Steinhardt Conservatory

Sono tantissime altre le sezioni e le aree che compongono il Brooklyn Botanic Garden. Tutte insieme contribuiscono a rendere speciale questo giardino botanico in qualsiasi stagione venga visitato. Inoltre, gli eventi, organizzati in maniera periodica, non vi faranno annoiare! Cliccate qui per conoscere quelli in programma.

 

Come arrivarci

Il Giardino Botanico di Brooklyn si trova all’interno del Prospect Park, nel cuore di Brooklyn e dietro al Brooklyn Museum. L’indirizzo da digitare su Google Maps per raggiungerlo è il seguente: 990 Washington Ave, Brooklyn, NY. 

Brooklyn Botanic Garden

Con la metropolitana, è possibile arrivarci prendendo le linee B e Q (fermata Prospect Park), la linea S (fermata Botanic Garden) e le linee 2 e 3 (fermata Eastern Parkway-Brooklyn Museum).

 

Orari e Biglietti

Di seguito gli orari del Brooklyn Botanic Garden:

- da marzo a ottobre

  • dal martedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00 (da aprile a settembre quasi tutti i martedì la chiusura del giardino è posticipata alle 20 o alle 20:30)
  • sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:00
  • chiusura lunedì (salvo eccezioni)

- novembre

  • dal martedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 16:30
  • sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 16:30
  • chiusura lunedì e il giorno del Ringraziamento

- da dicembre a febbraio

  • dal martedì alla domenica dalle ore 10:00 alle ore 16:30
  • chiusura lunedì (salvo eccezioni)
  • chiusura Natale e Capodanno 

Quest’anno, nel 2019, da marzo a novembre l’ingresso al giardino botanico è gratuito ogni venerdì mattina fino a mezzogiorno. Mentre, da dicembre a febbraio l’accesso sarà gratuito nei giorni feriali. In generale, il costo del biglietto per gli adulti è di 15$ mentre per gli anziani (> di 65 anni) e per gli studenti è di 8$. I bambini (al di sotto dei 12 anni) hanno diritto all’ingresso gratuito.

Ovviamente, per l’accesso ai festival organizzati all’interno del giardino (ad esempio quello di Sakura Matsuri il 27 e il 28 aprile) occorre acquistare un altro biglietto. Qui potete approfondire con altre informazioni.

Inoltre, il Giardino Botanico di Brooklyn fa parte del circuito del New York Pass che consente l’ingresso scontato a tantissime attrazioni newyorkesi. Cliccate qui per acquistarlo.

Un’altra possibilità è il cosiddetto Art and Garden Ticket che vi permette con un solo biglietto di visitare sia il giardino botanico sia il vicino Brooklyn Museum nella stessa giornata.


Aprile a New York: gli eventi da non perdere April 03 2019

Aprile è il mese in cui si entra nel vivo della primavera newyorkese. Per questo motivo, è un ottimo periodo per visitare la grande mela. La metropoli si riempie dei colori e dei profumi primaverili e ciò contribuisce ad esaltare ancor di più la sua bellezza. Le giornate si allungano e il freddo dell’inverno è ormai un ricordo.

Le temperature, pur essendo imprevedibili, iniziano a divenire più miti e la massima raggiunge anche i 18-20 gradi circa, soprattutto a fine mese. In ogni caso, se visitate la città in questo periodo, vi consiglio di tener presente che le temperature variano molto nel corso della giornata. Potrete ritrovarvi ad uscire la mattina presto con una temperatura di 4-5 gradi e arrivare all’ora di pranzo in cui si superano i 18 gradi... Per questa ragione, la miglior cosa è attrezzarsi con capi di abbigliamento sia invernali sia estivi e vestirsi a strati, senza dimenticare l’ombrello!

In genere, aprile non è considerato un periodo di alta stagione e i prezzi di un viaggio nella grande mela sono piuttosto vantaggiosi, ad eccezione della settimana di Pasqua che quest’anno cadrà il 21 del mese. La città non è troppo affollata e potrete godervi le principali attrazioni senza fare file eccessive. A tal proposito, vi consiglio il CityPass, l’abbonamento che vi permetterà di usufruire degli ingressi preferenziali. Per acquistarlo, cliccate qui.

Brooklyn Botanical Garden

Per scoprire gli eventi più importanti organizzati a New York nel mese di aprile, continuate a leggere!

 

International Pillow Fight Day

6 aprile 2019

Divertirsi in una lotta a cuscinate nel cuore di New York.. non è un sogno da bambini ma realtà! La giornata mondiale della lotta coi cuscini, l’International Pillow Fight Day, viene organizzata in diverse città, tra cui anche la grande mela, e attrae ogni anno tantissimi turisti e non.

International Pillow Fight Day 

Solitamente questo evento, fuori dal comune, si svolge nei primi giorni di Aprile e quest’anno, nel 2019, la data prevista è sabato 6 aprile. L’appuntamento è alle ore 15 presso Washington Square Park e la lotta dura fino alle 18.

Per partecipare occorre rispettare poche e semplici regole:

  • aspettare che venga dato il “via” alla lotta;
  • non colpire troppo forte e in maniera violenta;
  • non urtare chi sta scattando foto o filmando e, in generale, chi è disarmato;
  • non portare con sé cuscini troppo pesanti oppure che comportino la fuoriuscita di piume;
  • non lasciare i cuscini sul posto una volta terminato l’evento.

Per tutte le altre informazioni, cliccate qui.

 

Macy’s Flower Show

dal 24 marzo al 7 aprile 2019

Avete tempo fino a domenica 7 aprile per assistere alla spettacolare e gratuita mostra floreale che, ogni anno, viene organizzata all’interno del Macy’s Herald Square (151 W 34th St, tra la sesta e la settima strada). 

Macy’s Flower Show

Questa grande esposizione floreale è un appuntamento imperdibile sia per i newyorkesi sia per i turisti di tutto il mondo da oltre 70 anni! Per approfondire, vi consiglio di leggere questo articolo.

 

MoCCA Arts Festival

6 e 7 aprile 2019

Si tratta di uno dei più grandi festival di fumetti e cartoni animati di Manhattan. Se siete appassionati del genere non potete perderlo! Oltre 400 artisti mettono in mostra il proprio lavoro e, di solito, sono presenti fumettisti di fama mondiale.

Viene organizzato presso il Metropolitan West (639 W 46th St) dalle ore 11:00 fino alle ore 18:00. Potete acquistare i biglietti qui.

MoCCA Arts Festival  

Orchid Show

fino al 28 aprile 2019

Migliaia di orchidee colorate vi lasceranno senza fiato presso l’Orchid Show, organizzato all’interno del Giardino Botanico di New York nel Bronx (2900 Southern Blvd).

Orchid Show 

L’allestimento floreale di quest’anno è un vero e proprio omaggio a Singapore che, non a caso, vanta l’orchidea come fiore nazionale. La mostra, infatti, è stata sviluppata in collaborazione con Gardens by the Bay e i Singapore Botanic Gardens.

Cliccando qui è possibile acquistare i biglietti e accedere a tutte le informazioni su questo evento.

  

Easter Parade Bonnet

21 aprile

In occasione di una festività a New York non può mancare una parata! La Easter Parade Bonnet è la sfilata organizzata per festeggiare la domenica di Pasqua che quest’anno cadrà il 21 aprile. Si tratta di una parata alquanto stravagante in quanto i partecipanti indossano cappelli dalle forme insolite e strane ispirate al tema pasquale o semplicemente alla primavera.

Easter Parade Bonnet 

La tradizione della Easter Parade Bonnet risale alla seconda metà dell’Ottocento (1870) quando, in occasione della Pasqua, le signore altolocate sfoggiavano i loro ricchi cappelli. Oggi, tutti possono prendere parte alla sfilata che si svolge dalle 10 del mattino fino alle 16 del pomeriggio sulla Fifth Avenue, dalla 49esima alla 57esima strada.

Easter Parade Bonnet

Il posto migliore per assistere alla parata è nei pressi di St. Patrick's Cathedral oppure potete munirvi di cappello e partecipare anche voi!

 

Easter Egg Hunt

Un’importante tradizione pasquale americana è quella della caccia alle uova, la cosiddetta Easter Egg Hunt, che coinvolge i bambini in un’esperienza davvero divertente. A New York, la caccia alle uova colorate viene organizzata in diversi quartieri, sia nei parchi sia nelle principali attrazioni della grande mela, nel giorno che precede Pasqua oppure nei giorni precedenti. 

Easter Egg Hunt

L’anno scorso anche il Rockefeller Center ha organizzato, il giorno prima di Pasqua, la famosa caccia alle uova dando la possibilità di iscriversi sul sito.

 

Earth Day

22 aprile 2019

La giornata internazionale della Terra viene celebrata, ogni anno, in tutto il mondo per sensibilizzare sull’ambiente e iniziare a fare qualcosa per contrastare l’inquinamento. A New York, in occasione dell’Earth Day, sono previsti diversi eventi.

Una delle manifestazioni più famose è quella che si svolge presso Union Square. Qui il 23 aprile, dalle ore 12:00 alle ore 18:30, ci saranno decine di espositori, spettacoli dal vivo, attività per bambini, etc. Per maggiori informazioni, cliccate qui.

  

Tribeca Film Festival

dal 24 aprile al 5 maggio

Se amate il cinema questo è l’evento che fa per voi. Il Tribeca Film Festival è nato dall’iniziativa di Robert De Niro e prevede, ogni anno, la partecipazione di registi e attori di fama mondiale.

Il programma è davvero ricco e include: proiezioni, conferenze, incontri e altri tipi di eventi. Sul sito è possibile acquistare i ticket e conoscere tutto ciò che ruota intorno a questa rassegna cinematografica.

  

Sakura Matsuri Cherry Blossom Festival

27 aprile e 28 aprile 2019

Si tratta del festival annuale dei fiori di ciliegio che celebra la cultura giapponese attraverso un ricco programma che si sviluppa in due giornate. Tra gli eventi previsti ci sono: concerti, arti marziali, cerimonie del tè, spettacoli di danza giapponese, etc.. Potrete partecipare e assistere a queste attività, circondati da 220 alberi di ciliegio in piena fioritura. Pura magia!

Cherry Blossom Festival

Il festival si svolge presso il Brooklyn Botanic Garden (990 Washington Ave, Brooklyn) e rientra tra le attrazioni da non perdere se vi trovate a New York in questo periodo. Cliccate qui per acquistare i biglietti.

Orari:

dalle ore 10:00 alle ore 18:00


6 negozi di souvenir a New York March 28 2019 1 Comment

Non so chi di voi ne è a conoscenza ma la parola souvenir è francese e letteralmente significa “ricordo”. E’, perciò, il termine perfetto per indicare l’oggetto che diventa ricordo del viaggio e della meta visitata.

Durante il vostro viaggio nella grande mela, con molta probabilità, vi ritroverete nella necessità di acquistare dei piccoli pensieri, souvenir da regalare ad amici, parenti e, perché no, anche da tenere per sé!

Negozi di Souvenir a New York 

A New York sono tantissimi i negozi di souvenir e si trovano dappertutto: sia nelle zone più turistiche sia nei quartieri prettamente residenziali. Generalmente, il prezzo varia molto in base alla zona in cui si trova lo store. Se puntate sul risparmio, un quartiere molto indicato è quello di Chinatown e Little Italy. Al contrario, a Times Square i costi sono decisamente più alti.

Di seguito, vi riporto i 6 negozi di souvenir più gettonati di New York. In alcuni potrete scovare articoli più originali ed insoliti; in altri, invece, troverete i classici e tradizionali souvenir, quelli che si prestano bene per regali veloci e più “facili”.

 

Fishs Eddy

Fishs Eddy, nei pressi di Union Square (889 Broadway), è un negozio molto famoso nella grande mela. Non si tratta del “tradizionale” gift shop ma, piuttosto il concept è quello di un negozio di oggettistica e di articoli per la casa, alcuni dei quali incentrati su New York. 

Fishs Eddy

Fishs Eddy

I prezzi non sono bassi ma, in questo store, è possibile reperire articoli particolari e, a volte, difficili da trovare in Europa. Alcuni oggetti di design sono perfetti se cercate un regalo che stupisca per la sua originalità!

Orari:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 21:00
  • la domenica dalle ore 10:00 alle ore 20:00

 

MoMA Design Store

Se siete alla ricerca di souvenir non banali e magari ispirati al meraviglioso mondo dell’arte, il posto che fa per voi è il MoMA Design Store.

MoMA Design Store

Moma Design Store

A New York ci sono 3 punti vendita di questo tipo. Il primo è quello che si trova all’interno del MoMA, il Museo di Arte Moderna di New York (11 W 53rd St). Il secondo è nei pressi del museo (44 W 53rd St) tra la quinta e la sesta strada. Infine, l’ultimo si trova nel quartiere di SoHo (81 Spring Street).

Sul sito dedicato allo store potrete visualizzare gli articoli in vendita che sono tantissimi e spaziano in ogni genere di categoria: dagli oggetti per la casa ad articoli tecnologici senza dimenticare le stampe, i poster e i libri dedicati all’arte e alle opere dei grandi artisti.

  

CityStore

CityStore è il negozio ufficiale di New York City ed è, perciò, il posto ideale per i turisti che cercano oggetti e articoli ufficiali della grande mela. Si trova al seguente indirizzo: 1 Centre Street (nei pressi dell’ingresso pedonale al Brooklyn Bridge).

CityStore

In questo store, dunque, potrete trovare articoli con la licenza ufficiale del FDNY, NYPD, NYC taxi, DSNY, NYC Subway e non solo… anche libri e guide sulla città che non dorme mai. 

Cliccando qui potrete vedere la vasta gamma di oggetti che CityStore vende: calamite, stampe, tazze, penne, borse, accessori, etc. Ce n’è per tutti i gusti!

Orari:

dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 17:00

  

Memories of New York

Questo negozio che si trova nei pressi del Flatiron Building e, più precisamente, al numero 206 della quinta strada, è diventato un punto di riferimento per i turisti che sono alla ricerca di souvenir della grande mela. Al suo interno, si può trovare qualsiasi tipo di articolo legato a New York: dalle famose magliette con la scritta I Love New York, alle palle di vetro con dentro la neve o, ancora, ai portachiave, etc...

Memories of New York

Orari:

tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 21:00

  

Artists & Fleas

Molti turisti scelgono di acquistare come souvenir un oggetto unico realizzato da artisti locali. E’ questo il caso del mercato Artists & Fleas, dove potrete trovare creazioni artigianali così come oggetti vintage da collezionare.

Artists & Fleas 

Il primo Artists & Fleas è stato aperto nel 2003 a Williamsburg, il noto quartiere di Brooklyn; oggi a New York lo potrete trovare anche presso il Chelsea Market (88 10th Ave) oppure nel quartiere SoHo (568 Broadway). E’ ideale per chi desidera fare un regalo non convenzionale! 

Cliccando qui troverete gli orari di ogni negozio Artists & Fleas, gli eventi previsti e i venditori e/o artisti presenti al mercatino.

 

Grand Slam

Questo negozio, nato per la vendita di abbigliamento maschile, negli anni si è trasformato in uno store di souvenir, articoli sportivi e abbigliamento di marche varie. Qui, ad esempio, troverete le magliette dei New York Yankees!

Nonostante si trovi nel cuore di Times Square (1557 Broadway) vanta prezzi piuttosto competitivi. Altro punto di forza è l’ampia gamma di articoli messi in vendita.

Orari:

tutti i giorni dalle ore 9:00 fino a mezzanotte


Il Macy’s Flower Show a New York March 25 2019

Ormai la primavera ha bussato alle porte di New York con i suoi colori e i suoi profumi inconfondibili, chiaramente riconoscibili mentre si passeggia per le strade e i parchi della città che non dorme mai. Le giornate si allungano e il clima è ideale per esplorare la grande mela in ogni suo angolo.

Il mio consiglio: camminare, camminare, senza mai fermarsi.. il modo migliore per scoprire la vera anima di questa metropoli.

Come ogni anno, New York dà il benvenuto alla primavera con una serie di eventi e manifestazioni ad essa dedicate. Molto conosciuto è il Macy’s Flower Show che, come suggerisce il nome, viene organizzato annualmente dai grandi magazzini Macy’s.

Macy's Flower Show

In questo articolo, vi spiego in cosa consiste il Macy’s Flower Show, la durata dell’evento e vi do tutte le informazioni per partecipare a quello di New York.

 

Cos’è il Macy’s Flower Show

Si tratta di un’esposizione legata al mondo dei fiori che viene allestita ogni anno nei tre store Macy’s più importanti degli Stati Uniti. Più precisamente: Macy’s Herald Square a New York, Macy’s State Street nella città di Chicago e Macy’s Union Square a San Francisco.

Dunque, a New York, questa mostra floreale viene ospitata all’interno del Macy’s Herald Square (151 W 34th St, tra la sesta e la settima strada).

Macy's

Alle spalle del Macy’s Flower Show c’è una tradizione lunga più di 70 anni. In tutti questi anni, la grande esposizione floreale di Macy’s ha divertito tantissime generazioni di newyorkesi ed ha affascinato turisti da tutto il mondo. E’ un appuntamento immancabile durante la primavera newyorkese! 

Macy's Flower Show

I fiori, le piante e gli alberi esposti sono davvero tantissimi e provengono da ogni angolo del globo. Si tratta di specie anche molto diverse tra loro ed è, perciò, molto affascinante ammirare come riescano a convivere nello stesso spazio e ad adattarsi all’ambiente di un grande magazzino.

Macy's Flower Show

Le colorate e meravigliose composizioni floreali del Macy’s Flower Show trasformano completamente Macy’s e danno vita a scenari mozzafiato.

 

Il Macy’s Flower Show 2019

Il Macy’s Flower Show 2019 si terrà da domenica 24 marzo fino a domenica 7 aprile, 2 settimane per ammirare spettacolari scenografie floreali che hanno l’aspetto di vere e proprie opere d’arte.

Ogni anno, la mostra floreale di Macy’s è legata ad uno specifico tema che ispira gli allestimenti e diventa il filo rosso che collega e dà significato all’intera manifestazione. Quest’anno il tema è Journey to Paradisios, Operation: Inspiration, ovvero un sogno cosmico che mostra una rappresentazione dello spazio lontana dal mondo a noi conosciuto.

Macy's Flower Show

Le composizioni floreali sono state ideate per riprodurre il mistero del cosmo e di tutti gli elementi che lo compongono (stelle, astri, pianeti, alieni, etc..). Verrete trasportati nella meraviglia dell'universo, di un mondo extra-terrestre, attraverso fiori e piante insolite ed eccentriche.

Un vero e proprio viaggio tra le galassie e che porterà alla scoperta di Paradisios, un esopianeta incontaminato con oltre 5.000 tipologie piante, fiori e alberi.

Macy's Flower Show

Come sempre, durante il Macy’s Flower Show, oltre alla mostra floreale, ci saranno una serie di eventi che si svolgeranno all’interno del grande magazzino e che saranno inerenti al tema. Tra questi: dimostrazioni legate ai fiori, al cibo e al mondo del fashion, apparizioni di celebrities, attività organizzate per i bambini, etc… Cliccando qui potrete approfondire tutti gli eventi previsti (in fondo alla pagina) e visualizzare la mappa di Macy’s Herald Square dove sono indicati tutti i punti di interesse della mostra.

 

Orari e ingresso al Macy’s Flower Show

Splendida notizia: l’ingresso alla mostra floreale di Macy’s è totalmente gratuito e aperto al pubblico

Mentre ammirerete le fantastiche creazioni floreali allestite all’interno dello store, potrete approfittarne per dedicarvi anche ad un po’ di shopping newyorkese.

Gli orari del Flower Show sono gli stessi di apertura al pubblico di Macy’s Herald Square:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 22:00
  • la domenica dalle ore 10:00 alle ore 21:00

I negozi da non perdere a New York March 22 2019

Durante il vostro viaggio nella grande mela, vi consiglio di ritagliarvi del tempo per dedicarvi allo shopping. Lo shopping newyorkese è famoso in tutto il mondo e non è paragonabile alle esperienze di acquisto nelle altre città che avete visitato! Innanzitutto, i prezzi sono davvero vantaggiosi e le offerte sono all’ordine del giorno. Inoltre, a questo, bisogna aggiungere la possibilità di trovare un cambio favorevole euro-dollaro.. in questo caso, non potrete non approfittarne!

La quantità e la varietà di negozi presenti a New York è davvero notevole: dall’abbigliamento all’elettronica, dai prodotti dolciari ai negozi di intimo, dagli outlet ai negozi di articoli sportivi… c’è solo l’imbarazzo della scelta

Colazione da Tiffany

In questo articolo, vi parlo dei negozi da non perdere a New York, ovvero di quelli più famosi e in voga in città. Si tratta, spesso, di catene e brand non presenti in Italia oppure di flagship store di grande impatto che meritano di essere visitati. Alcuni di questi, sono apparsi sul grande e/o piccolo schermo e ciò ha contribuito ad aumentarne la popolarità.

  

Century 21

Siete alla ricerca di affari? E’ questo il posto giusto dove cercarli e trovarli! Century 21 è uno degli outlet più famosi di New York e, a differenza di molti altri, si trova nel cuore della metropoli.

Century 21 

Il Century 21 più importante si trova a Lower Manhattan (21 Dey St) nel noto Financial District e, con i suoi 7 piani, offre articoli di alcuni dei brand più prestigiosi al mondo: Marc Jacobs, Dolce & Gabbana, Calvin Klein, Ralph Lauren, etc… L’outlet non vende solo abbigliamento per uomo, donna e bambino ma tantissime altre tipologie di prodotti. 

Come potrete immaginare, è sempre molto affollato e, per questo motivo, consiglio di evitare le ore di punta e i giorni di maggior affluenza (nel weekend).

Un altro outlet molto noto nella grande mela è quello di Woodbury Commons. Clicca qui per acquistare i biglietti.

 

Apple Store

Nei pressi di Central Park, nello specifico al numero 767 della Fifth Avenue, c’è l’Apple Store più importante di New York e, in generale, il punto vendita Apple più iconico al mondo. Impossibile non notarlo: un cubo in vetro all’interno del quale è ben visibile il logo del brand, una mela morsicata.

Apple Store a New York

Si tratta di una vera e propria opera architettonica, realizzata con grande cura dei dettagli e dei materiali al fine di conferirle l’aspetto riflettente che tanto la caratterizza. Tantissimi i turisti che scattano le loro foto ricordo dinanzi al cubo in vetro. Ovviamente, non mancano i selfie da condividere sui social.

Attualmente il negozio è ancora in fase di ristrutturazione. Infatti, questo Apple Store è stato chiuso nel 2017 con l’obiettivo di aumentarne le dimensioni. In maniera temporanea, le vendite dei prodotti sono state trasferite nell’edificio accanto, lì dove in passato c’era il negozio di giocattoli FAO Schwarz.

Tuttavia, ci sono buone notizie: sembra che l’iconico store riaprirà i battenti nella prima metà di questo 2019 e ci aspettiamo grandi cose!

 

Macy’s

Se venite a New York, non potete perdervi il flagship store di Macy’s, il grande magazzino più famoso e frequentato in città. L’indirizzo è il seguente: 151 W 34th St. Si trova accanto Herald Square e, con i suoi 11 piani, ha la grandezza di un intero isolato. 

Macy's

Macy’s è diventato quasi una delle attrazioni della grande mela e deve la sua fama anche al fatto di essere apparso sul grande schermo. Avete presente il grande magazzino che avete visto nel film Il miracolo della 34° strada? E’ proprio lui!

Gli articoli che potete trovare al suo interno sono tantissimi e spaziano attraverso tutte le categorie merceologiche. Inoltre, vi segnalo che se presentate il passaporto presso il Visitor Center, otterrete una tessera sconto da usare per il vostro shopping.

 

Victoria’s Secret

Il colosso dell’intimo e della lingerie femminile vanta un importante flagship store nei pressi di Herald Square, più precisamente al numero 1328 della Broadway (di fronte Macy’s). Si tratta del negozio più grande al mondo di questo brand che deve la sua popolarità anche alle famose sfilate dei suoi angeli

Victoria's Secret

Victoria’s Secret non vende solo intimo ma anche accessori, abbigliamento sportivo, profumi, borse… un paradiso per le amanti dello shopping! Di recente è approdato anche in Italia, ma, con il cambio favorevole, conviene senza dubbio acquistare a New York.

Nella grande mela, ci sono tantissimi negozi Victoria’s Secret. Di seguito, gli indirizzi di alcuni:

  • 1328 Broadway
  • 565 Broadway
  • 115 5th Ave
  • 640 5th Ave

 

FAO Schwarz

Un negozio di giocattoli di lunga tradizione, apparso in film come Big con Tom Hanks oppure Mamma mi sono perso a New York. FAO Schwarz è un negozio iconico di New York e al quale sia i grandi sia i più piccoli sono molto affezionati

Attualmente lo store si trova nelle vicinanze del Rockefeller Center. L’indirizzo preciso è il seguente: 30 Rockefeller Plaza, New York, NY 10111

Negozio FAO Schwarz 

M&M’s World

Il negozio dei famosi confetti di cioccolato, gli M&M’s, si trova proprio nel cuore di Times Square, precisamente al numero 1600 della Broadway. L’M&M’s World di New York si sviluppa su tre piani ed è un paradiso non solo per i bambini ma per tutti i golosi!

M&M's a New York 

Oltre alla vendita dei colorati confetti in tantissimi gusti differenti, questo store permette l’acquisto di articoli e oggetti vari, tutti a tema M&M’s. Tazze, magliette, cuscini, portachiavi, etc…

 

NikeTown

Questa “città” dedicata alla Nike si trova sulla 57esima strada, vicino alla quinta strada. Si tratta di uno store rivoluzionario che ripensa il rapporto con il consumatore all’intero dell’area di vendita.

La tecnologia è parte integrante del nuovo concept di punto vendita, in cui il cliente tramite il proprio smartphone può pagare, personalizzare i capi o le scarpe, prenotare un esperto di stile..

Insomma, con i suoi cinque piani, questo flagship store è diverso da qualunque negozio Nike al mondo. Oltre al fatto che, qui, potrete trovare articoli e modelli di scarpe non presenti in nessun altro store. 

NikeTown

Per gli appassionati del brand e, più in generale, dell’abbigliamento sportivo, è il negozio da non perdere!

 

Lego Store

Amati sia dai bambini sia dagli adulti, i Lego hanno un negozio a loro dedicato nella grande mela. Il Lego Store si trova di fronte al Rockefeller Center, e precisamente all’indirizzo: West 50th Street, 620 5th Ave.

Al suo interno, vi ritroverete di fronte a delle vere e proprie opere d’arte realizzate con i Lego. Fantastico!

 

NBA Store

Un negozio a tre piani che farà innamorare gli appassionati di basket e non solo. L’NBA Store è molto più di un semplice punto vendita.. è uno spazio che racchiude tutto ciò che ruota intorno a questo sport molto amato dagli americani. 

NBA Store

Al suo interno, tra le tante cose, è possibile: guardare le repliche delle partite sugli appositi schermi, dilettarsi con i tiri a canestro, giocare con la playstation, personalizzare gli articoli, etc…

Dove si trova? All’angolo tra la 45esima e la quinta strada.

  

Tiffany

Avete presente la scena in cui, nel film Colazione da Tiffany, Audrey Hepburn ammira le vetrine della gioielleria mentre consuma la colazione? Il negozio in questione è il Tiffany che si trova sulla Fifth Avenue, all’altezza della 57esima strada!

Tiffany

Si tratta di un flagship store che ha fatto storia e, con la sua apparizione nel film, ha aumentato la fama del brand in maniera esponenziale.

Al suo interno, per tre piani, è tutto un luccichio di gioielli e diamanti e l’ambiente riflette l’eleganza e la raffinatezza che contraddistingue Tiffany. Al quarto piano c’è anche un café, The Blue Box Cafe, dove è possibile fare la famosa colazione che tanto ci ha fatto sognare. Ovviamente tutto, dall’arredamento alle tazze, richiama il tipico colore Tiffany.

Per leggere la mia esperienza della colazione da Tiffany, vi consiglio di leggere questo articolo.


Il Toro di Wall Street: storia e curiosità March 18 2019 2 Comments

Uno dei simboli del distretto finanziario di New York è il famoso Charging Bull, il Toro di Wall Street, conosciuto anche come Wall Street Bull o Bowling Green Bull. Questa scultura in bronzo gode di grande fama non solo tra i newyorkesi ma anche tra i turisti che, durante il loro soggiorno nella grande mela, non si lasciano scappare l’occasione di vederla dal vivo.

Sono davvero tanti coloro che, ogni giorno, camminano nel quartiere finanziario di New York alla ricerca di questa scultura a forma di Toro, per poterla toccare in quanto si dice che farlo porti tanta fortuna! Ovviamente, non mancano le foto e i selfie per immortalare il momento.

Toro di Wall Street

Foto di Thomas Hawk

Non a caso, il Charging Bull, vero e proprio simbolo di Wall Street, è una delle attrazioni più fotografate della grande mela. Per questo motivo, preparatevi a dover affrontare la fila per riuscire scattare le vostre foto ricordo!

Tutti conoscono la credenza che toccare il Toro porti fortuna, ma, in pochi sono a conoscenza della straordinaria storia che si nasconde dietro questa scultura in bronzo. In quest’articolo, oltre a darvi tutte le informazioni per raggiungerla, ve ne parlo.

 

La Storia

Tutto ha avuto inizio la notte del 15 dicembre del 1989. Fu in quella notte che Arturo di Modica, uno scultore italiano di origini siciliane, posizionò, con l’aiuto di amici, la scultura del Toro proprio di fronte al palazzo della Borsa. La mattina seguente lo stupore dei broker e dei residenti fu davvero notevole! Alcuni pensarono fosse uno scherzo, altri, invece, pensarono che si trattasse di un’opera commissionata dalle istituzioni. Nessuno aveva ragione… 

In realtà, la scultura del Toro, con un peso di 3,2 tonnellate e con le sue dimensioni considerevoli (4 metri di altezza e 5 metri di lunghezza), era stata collocata di libera iniziativa dall’artista italiano. Dunque, privo di permessi, Arturo di Modica decise di posizionare la statua nel cuore di Wall Street, approfittando del momento in cui la pattuglia di guardia fosse distante. 

Toro di Wall Street

La scelta del Charging Bull, che letteralmente significa toro all’attacco, non fu affatto casuale.

Nel mercato delle azioni, il toro simboleggia la fase di rialzo dei mercati, a differenza dell’orso che rappresenta la fase di ribasso. Dunque, il toro immortalato in una posizione di attacco voleva simboleggiare l’ascesa dei mercati e, ciò, aveva le sue ragioni più profonde. Dopo il crollo della borsa del 1987, infatti, Arturo di Modica aveva intenzione di inviare un messaggio di speranza e forza a tutti coloro che erano stati interessati dal disastro finanziario

Questo episodio colpì profondamente l’opinione pubblica e la fama dell’italiano Arturo di Modica crebbe a dismisura. La sua storia di artista giunto a New York in cerca di fortuna e per realizzarsi, attraverso l’apertura di un suo studio, era la storia di riscatto che accomunava tante persone che in America avevano trovato la loro fortuna. Quest’opera d’arte ispirava fiducia e speranza nel futuro dell’economia.

Per tutte queste ragioni, quando i dirigenti della Borsa ordinarono di rimuovere la scultura, le reazioni di dissenso delle persone non tardarono ad arrivare. Ormai, il Charging Bull era entrato nel cuore degli americani… 

Toro di Wall Street

Foto di Thomas Hawk

Si decise, perciò, di spostare l’opera nei pressi del parco di Bowling Green, il più antico parco di New York, a pochi passi da Wall Street e all’inizio di Broadway Street.

 

Dove si trova

Come suddetto, il Charging Bull si trova nella piccola piazza che fa parte del Bowling Green Park. L’indirizzo da digitare su Google Maps è il seguente: New York, 10004, Stati Uniti.

Google Maps Toro di Wall Street 

Con la metropolitana è possibile arrivare con le linee 4 e 5 (fermata Bowling Green) oppure con le linee 2 e 3 (fermata Wall Street).

 

Curiosità

  • L’artista siciliano ha sostenuto personalmente il costo di realizzazione della scultura. Quest’ultimo si aggira intorno ai 360.000$.

  • L’opera fu collocata abusivamente davanti al palazzo della Borsa in pochissimo tempo. Erano circa 8 i minuti che la sorveglianza impiegava a pattugliare l’area.

  • E’ opinione diffusa che toccare le corna, il naso e i testicoli del Charging Bull porti fortuna.

  • Nel 2004, Arturo di Modica ha messo all’asta, a partire da 5 milioni di dollari, la scultura del Toro. Specificando l’obbligo per l’acquirente di non spostare l’opera.

  • Oggi, l’artista siciliano è uno degli scultori più famosi al mondo.


New York in coppia: 7 cose romantiche da fare February 27 2019

Sappiamo che Parigi è la città romantica per eccellenza ma New York, sotto questo punto di vista, non ha nulla da invidiarle! La Grande Mela, infatti, è in grado di suscitare forti emozioni in una coppia di innamorati e di regalarle momenti unici e pieni di magia.

D’altronde, non è un caso che tanti film e commedie romantiche siano state ambientante proprio a New York! Come non pensare al film Harry ti presento Sally e a quanto ci ha fatto sognare davanti allo schermo?

New York in coppia

Dunque, se state programmando un viaggio in coppia, magari in occasione di una ricorrenza speciale oppure per la vostra luna di miele o semplicemente perché volete vivervi insieme una città difficile da dimenticare, avete scelto la meta giusta!

Dopo aver prenotato il volo, il mio consiglio è quello di scegliere un hotel con vista spettacolare sulla città perché questo vi garantirà una vacanza senza paragoni. A tal proposito vi segnalo l’articolo che ho scritto sull’argomento; cliccate qui per leggerlo.

Ecco, allora, le 7 cose romantiche che vi suggerisco di fare a New York e che renderanno ancora più speciale il vostro viaggio.

 

Bere drink in un Rooftop Bar

I bar panoramici a New York sono imperdibili e rientrano tra le attività da non lasciarsi sfuggire durante un viaggio in coppia! Vi sembrerà di toccare con un dito il cielo newyorkese e sarà impossibile non sognare nel contemplare la bellezza di questa metropoli. Riuscite a immaginare qualcosa di più romantico?

rooftop new york

Per permettervi di scoprire le terrazze panoramiche più esclusive della Grande Mela, ho ideato un apposito Tour! Quest’ultimo vi farà vivere a pieno la magia dei rooftop bar frequentati dai veri newyorkesi. Cliccate qui per prenotarlo.

 

Andare alla scoperta di Central Park

Il parco più famoso della Grande Mela è la location perfetta per attività romantiche! Anche una semplice passeggiata alla scoperta del “polmone verde” di New York si riempie di romanticismo; per non parlare poi di fare un picnic in estate oppure di pattinare sul ghiaccio nella famosa pista di Wollman Rink in inverno.

Central Park in coppia

Un’altra attività molto romantica che potete fare a Central Park è quella di prendere una barca a remi e attraversare il lago; magari fermandovi a mangiare nel noto ristorante The Loeb Boathouse. Sul sito web potete prenotare il tavolo, così da essere sicuri di trovare posto.

 

Una passeggiata sul ponte di Brooklyn

Vi posso assicurare che passeggiare sul ponte di Brooklyn, magari all’ora del tramonto, è un’esperienza che vi toccherà nel profondo! Mentre camminate sul ponte più famoso del mondo, con accanto la vostra metà, prendetevi del tempo per ammirare il profilo di New York che si tinge delle tonalità calde del tramonto. Inoltre, non dimenticate di scattarvi una foto con i grattacieli di Manhattan a farvi da sfondo: il risultato è garantito!

Brooklyn Bridge al tramonto

Il Tour dedicato al Brooklyn Bridge al tramonto, vi farà scoprire anche Dumbo e Seaport Village. Cliccate qui per saperne di più!

 

Cenare con vista New York

Una cena a due è sempre romantica ma quando è accompagnata dalla vista di New York lascia senza fiato. I ristoranti che regalano una vista panoramica sulla città sono diversi e ognuno ha le sue peculiarità! A tal proposito, vi consiglio di leggere questo articolo in cui ho parlato di alcuni dei locali più romantici della Grande Mela.

 

Guardare New York dall’alto di un osservatorio

Potete scegliere tra gli osservatori più famosi: quello dell’Empire State Building e quello del Top of the Rock oppure, ancora meglio, salire su entrambi! La vista a cui avrete accesso è difficile da descrivere a parole e vi farà sognare.

Osservatorio 

L’osservatorio Top of the Rock (al numero 30 del Rockefeller Plaza) ha il vantaggio di consentire una meravigliosa vista sull’Empire State Building e su Central Park e di essere, generalmente, meno affollato. Mentre, l’osservatorio dell’Empire State Building è una vera e propria icona della città ed è famoso in tutto il mondo anche per questo. Cliccate qui per acquistare i biglietti.

 

Contemplare Manhattan a bordo di una crociera

La prospettiva di New York, a bordo di una crociera, è unica e rientra tra le attività da non lasciarsi sfuggire durante il vostro viaggio nella Grande Mela. Esistono diverse tipologie di crociera sia di giorno sia di sera e con la possibilità di cenare a bordo.

Nella sezione Prodotti di questo sito, potrete visualizzare le diverse crociere panoramiche e trovare quelle più adatte alle vostre esigenze.

  

Passeggiare tra le piante in fiore del Brooklyn Botanic Garden

Il Brooklyn Botanic Garden è una delle attrazioni naturali più famose di New York. Al suo interno ci sono tantissime varietà di piante e, in qualsiasi periodo dell’anno lo visitiate, potrete trovare delle piante in fiore.

Brooklyn Botanic Garden

Tuttavia, con la primavera, gli alberi di ciliegio che fioriscono all’interno del Giardino Giapponese ispirano un forte romanticismo, oltre ad essere un vero incanto!


La New York Public Library February 26 2019 1 Comment

Tra i luoghi da visitare, durante il vostro viaggio a New York, rientra senza ombra di dubbio la New York Public Library. Quest’ultima è la biblioteca pubblica di New York, con sede principale lungo la quinta strada, all’interno dello Stephen A. Schwarzman Building, nei pressi di Bryant Park e, quindi, nel cuore della Grande Mela.

New York Public Library

In realtà, la New York Public Library è un grandissimo sistema bibliotecario con oltre 90 sedi in tutto il territorio newyorkese, tra Manhattan, il Bronx e Staten Island. Si tratta, dunque, di una grande struttura, ben consolidata e gestita da un’associazione senza scopo di lucro.

La NYPL è considerata tra le più importanti biblioteche degli Stati Uniti ed è, perciò, un punto di riferimento per il patrimonio culturale americano. Per comprendere le dimensioni di questo polo bibliotecario con oltre 90 sedi, basti pensare che esso ospita, al suo interno, una collezione di oltre 50 milioni di volumi, tra libri, dvd, e-book, etc... Alcuni tra i documenti conservati sono di grande valore storico. Un esempio? La lettera in cui Cristoforo Colombo parla della scoperta dell’America!

 

La sede principale

Come suddetto, la sede principale della NYPL si trova all’interno dello Stephen A. Schwarzman Building. Si tratta di un imponente edificio in perfetto stile Beaux-Arts, con la facciata in marmo bianco.

New York Public Library

Due grandi leoni sono collocati ai lati della gradinata che conduce all’ingresso alla biblioteca. Quest'ultimi, noti come The Library Lions, a partire dagli anni ’30 sono stati denominati Patience e Fortitude (Pazienza e Forza) nel tentativo di simboleggiare la rinascita della società statunitense.

I due leoni sono diventati icona e segno di riconoscibilità della NYPL. I newyorkesi ci sono molto affezionati già a partire dall’inaugurazione della biblioteca, avvenuta il 23 maggio del 1911. Durante la vostra visita, perciò, non può mancare una foto oppure un selfie con queste statue molto amate!

Library Lions

La sede principale della New York Public Library si sviluppa su 3 piani, oltre al piano terra, ed è organizzata in sale e sezioni dedicate a differenti tematiche, dette divisions. Sul sito ufficiale sono riportate tutte le “divisions” in cui è strutturata la NYPL.

Di grande interesse è la Lionel Pincus and Princess Firyal Map Division, in cui sono conservate più di 400.000 mappe, 20.000 atlanti e libri geografici di tutto il mondo risalenti anche al 1400.

A lasciarvi senza parole saranno le sale di lettura che troverete al terzo piano: oltre 600 posti a sedere in ambienti luminosi e carichi di storia e sapere. Solo a guardare nasce il desiderio di sedersi e leggere i preziosi libri che qui sono custoditi! 

New York Public Library

Il catalogo delle opere, conservate presso la NYPL, è consultabile all’interno del sito web. In questo modo, è possibile documentarsi, prima della visita, sulla collezione presente all’interno dello Stephen A. Schwarzman Building.

 

Come e quando visitarla

Ogni anno, sono milioni i visitatori della New York Public Library! L’ingresso è assolutamente gratuito e c’è la possibilità sia di visitare in maniera autonoma la biblioteca sia di partecipare ai tour guidati e gratuiti della durata di un’ora (il numero massimo di partecipanti è di 25 persone). Quest’ultimi si svolgono dal lunedì al sabato dalle ore 11:00 alle ore 14:00 e la domenica alle ore 14:00 e il loro punto di incontro è la Reception Desk che si trova nell’Astor Hall. Tutti gli altri tour, invece, devono essere prenotati in anticipo.

A colpirvi sarà l’atmosfera maestosa e solenne che si respira all’interno della New York Public Library. Gli ambienti sono grandi, eleganti e luminosi. L’arredamento è suggestivo e di grande pregio.

New York Public Library

Vi ritroverete con lo sguardo rivolto all’insù a contemplare i soffitti e resterete colpiti dal silenzio che viene rispettato all’interno della biblioteca. Infatti, tra le regole da rispettare nella NYPL ci sono:

  • mantenere il silenzio in tutte le sale di lettura
  • impostare il telefonino in modalità silenziosa
  • non consumare cibo o bevande
  • non utilizzare il flash delle macchine fotografiche 

Gli orari della sede principale della NYPL:

  • lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 10:00 alle ore 18:00
  • martedì e mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • domenica dalle ore 13:00 alle ore 17:00

 

Come arrivarci

L’indirizzo da digitare su Google Maps per raggiungere la sede principale della New York Public Library è il seguente: 476 5th Ave, New York, NY 10018, Stati Uniti.

Mappa

Con la metropolitana è possibile arrivare con la Linea 7, scendendo alla fermata 5 Avenue – Bryant Park Station oppure con le Linee B,D,F,M, scendendo alla fermata 42 St – Bryant Park.


Quartieri di New York: East Village February 23 2019

Un viaggio a New York è una di quelle esperienze che vanno provate almeno una volta nella vita! La Grande Mela regala ai turisti moltissime attrazioni, tra queste ci sono anche i suoi quartieri, dove si respira la vera anima della città.

Parlando di quartieri newyorkesi tra quelli più interessanti c'è sicuramente l’East Village, un quartiere speciale colorato e movimentato, lontano dal caos e dai grattacieli, dove immergersi a pieno nello stile delle avanguardie che hanno fatto la storia della musica e dell’arte a partire dagli anni '50. 

East Village

 

La storia dell’East Village

Il quartiere dell’East Village ha subito, nel corso degli anni, numerosi cambiamentiNasce, infatti, nell’Ottocento come quartiere per le ricche famiglie americane, ma già a partire dal '900, con l’immigrazione di massa verso New York, diventa un quartiere per immigrati, soprattutto dall’Est Europa. E', infatti, risaputo che ancora oggi qui si trovi una forte comunità ucraina.

A partire dagli anni '70 la fisionomia del quartiere cambia radicalmente. Esso si spopola a causa della crisi economica.

L’abbandono del quartiere portò al crollo dei prezzi degli immobili, permettendo così ad artisti e musicisti squattrinati di affittare delle stanze e rivitalizzare in poco tempo la vita della zona. Quest'ultima divenne il centro nevralgico delle nuove avanguardie artistiche e musicali; tra queste in particolare la No wave.

 

Cosa vedere ad East Village

L'East Village è un quartiere particolare che non presenta di per sé grandi attrazioni da vedere. La principale cosa da fare è assaporare il quartiere stesso, considerato una galleria d’arte a cielo aperto e dove si può respirare, ancora oggi, quell’atmosfera di controcultura intellettuale che si è sviluppata a partire dagli anni '70.

Passeggiando per l’East Village ci sono dei luoghi d’interesse che meritano di essere visti almeno una volta nella vita. Di seguito, scopriamo quali sono. 

Alphabet City

La zona più importante dell’East Village è sicuramente Alphabet City, chiamata così perché qui le vie, invece che essere indicate come di consueto con i numeri, vengono indicate con le lettere dell’alfabeto!
Alphabet City è una zona viva 24 ore su 24, in cui si possono trovare deliziosi bistrò e negozi di ogni genere, dove poter acquistare un quadro fine art o un vinile di musica underground.

Questa è la parte di New York che tutti sognano e immaginano di scoprire, colorata dai murales, con un sottofondo di musica e la presenza di numerosi artisti di strada e di giovani che sfrecciano sui loro skateboard

Merchant's House Museum

Il posto ideale per chi ama fare un tuffo nel passato ad East Village è il Merchant's House Museum. Costruita nel 1832, un tempo era l'abitazione di un vecchio mercante e, ancora oggi, con i suoi interni originali rappresenta un emblema dell’architettura americana del periodo.

Merchant's House Museum

Di seguito gli orari del museo:

  • il giovedì dalle ore 12:00 alle ore 20:00
  • dal venerdì al lunedì dalle ore 12:00 alle ore 17:00 

Cooper Union

Tra gli edifici più importanti situati nell’East Village rientra il Cooper Union, un’università considerata d’eccellenza per l’architettura, il design e l’ingegneria.

Cooper Union

Fondata nel 1859 da Peter Cooper, è la prima università americana a concedere una borsa di studio completa, in base al merito, a tutti gli studenti.

All’interno della Cooper Union è possibile ammirare la fantastica Great Hall, dove Abramo Lincoln tenne uno dei suoi primi discorsi, seguito poi da numerosi presidenti degli Stati Uniti.

Potrete visitare La Cooper Union tra Cooper Square e Astor Place.

Alamo

Alamo è una particolare scultura, un cubo nero in acciaio che può ruotare se viene spinto. Creata da Tony Rosenthal, si trova al centro dell’Astor Place ad East Village.

Alamo

Installato nel 1967, per l’iniziativa “Scultura e Ambiente” lanciata dagli Affari Culturali della città, doveva essere un’installazione temporanea, che però è diventata nel tempo uno dei simboli del quartiere dell’East Village.

 

Dove mangiare ad East Village

Il quartiere dell’East Village ospita numerosi posti dove potersi fermare, in piena tranquillità, a gustare un pranzo senza spendere una fortuna.

La zona principale dove andare, se si vuole mangiare e bere, è quella di St. Marks Place, una via sempre trafficata di giovani e con ristorantini e bistrò in ogni angolo.

Tree Bistro

Il Tree Bistro rappresenta a pieno lo stile cool e all’avanguardia del quartiere. La cucina presenta numerosi piatti soprattutto di cucina francese e una grande varietà di vini, che ne fanno un posto perfetto anche per gli aperitivi a prezzi davvero vantaggiosi.

Tree Bistro

    Giano

    Per chi ha nostalgia di casa e non può stare senza un bel piatto di pasta a New York, nell’East Village si può consolare recandosi da Giano, uno dei migliori ristoranti italiani della città.

    Giano

    Il menù del ristorante presenta diversi piatti: primi di pasta fresca fatta in casa e secondi fedeli alla tradizione italiana, accompagnati da ottimo vino, con uno staff competente che vi farà sentire veramente a casa.

      Momofuku Ko

      Nel cuore dell’East Village si può trovare il Momofuku Ko, un ristorante asiatico tra i più rinomati di tutta New York con ben due stelle Michelin.

      Qui è davvero importante prenotare con anticipo per trovare un posto al tavolo, altrimenti si dovrà mangiare al bancone. Se siete amanti la cucina asiatica ne varrà sicuramente la pena!

      Momofuku Ko

      Il locale rispetta a pieno lo stile dell’East Village, con un arredamento industrial e tantissimi murales all’interno, che ne fanno un locale di assoluta tendenza.

      La cucina spazia tra piatti cinesi, giapponesi e coreani.

      Mangiare al Momofuku Ko è un’esperienza da vivere, ma siate preparati. Il conto potrebbe essere piuttosto salato!

       

      Gli speakeasy dell’East Village

      Oltre ai locali dove mangiare dell’ottimo cibo, l’East Village è il posto ideale per aperitivi e drink in compagnia!
      Proprio in questo quartiere, infatti, troverete qualcosa di unico che solo New York può offrire, gli speakeasy, i bar segreti di New York.

      speakeasy

      Durante il periodo del proibizionismo, quando in America era vietato consumare alcolici, a New York erano molti i bar che vendevano alcool clandestinamente. Alcuni di questi, sono tutt’oggi aperti e potrete trovarli proprio nel quartiere dell’East Village.

      Inoltre, vi ricordo che ho dedicato un intero tour alla scoperta degli speakeasy. Cliccate qui per saperne di più!


      L’Oculus di New York February 21 2019

      L’Oculus di New York, meglio conosciuto come il World Trade Center Trasportation Hub, è lo snodo ferroviario di Lower Manhattan, situato tra la torre 2 e la torre 3 del World Trade Center.

      Collega ben 11 linee della metropolitana, i treni Path e l’Hudson Ferrey Terminal.

      Considerato un vero e proprio capolavoro dell’architettura moderna, il progetto monumentale di questa stazione parte dall’idea di riqualificare l’area di Ground Zero, colpita degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001.

      Oculus

      L’Oculus di New York è, senza dubbio, un punto nevralgico della città e della zona di Manhattan. Uno spazio nuovo che ha cambiato la concezione di stazione ferroviaria, trasformandola in un’attrazione turistica e in un luogo dove si può fare shopping e fermarsi a mangiare

       

      L’Architettura dell’Oculus

      La struttura dell’Oculus è stata ideata del famoso architetto spagnolo Santiago Calatrava, ed è composta da due grandi ali bianche d’acciaio, che vogliono ricordare una colomba nelle mani di un bambino, e sono viste come simbolo di pace e di rinascita della città di New York, ma in particolare della zona del Word Trade Center.

      Oculus

      L’opera di Calatrava s’innalza per 50 metri da terra ed è coperta da un’imponente cupola ovale e da pannelli di vetro attraverso cui filtra il sole e permette, grazie anche al pavimento bianco in marmo, di creare dei magnifici giochi di luce, che affascinano le migliaia di persone che affollano ogni giorno la stazione.

      L’Oculus, inaugurato nel marzo del 2016, ha subito dei ritardi nella sua creazione, tanto che ci sono voluti ben 12 anni per metterlo in piedi ed è costato alla casse della città ben 4 miliardi di dollari, invece dei 2 che erano stati inizialmente stanziati, diventando il fulcro di numerose polemiche tra i cittadini newyorkesi.

       

      Cosa fare all’Oculus di New York

      La stazione stessa, quindi, può essere considerata come un’attrazione turistica. Non si può non scattare una foto ricordo o un selfie mentre si guarda questa fantastica struttura architettonica. 

      Rappresenta un punto d’accesso fondamentale della Grande Mela. Da qui, è possibile raggiungere il World Trade Center, il 9/11 Memorial per le vittime degli attentati del 2001 e il Brookfield Palace.

      L’ Oculus è un posto ideale anche per gli amanti dello shopping e del buon cibo. Al suo interno, infatti, sorge il Westfield World Trade Center, un imponente centro commerciale che ospita al suo interno più di 100 negozi per una struttura di ben 33.000 mila metri quadrati, che ne fanno il centro commerciale più grande di New York.

      Oculus

       

      Westfield World Trade Center

      Il nuovo centro commerciale fa parte del progetto di rinascita della zona. Esso, infatti, è andato a sostituire il The Mall, distrutto durante gli attentati del 2001.

      Il Westfield World Trade Center è stato inaugurato il 16 agosto del 2016 con una grande cerimonia che ha visto anche la partecipazione di due stelle della musica e del cinema: John Legend e Leslie Odom Jr.

      Sono presenti alcuni tra i marchi più importanti del mondo come: Apple, Mont Blanc, Longines, Pandora,Under Armour, etc... Una grande opportunità per turisti e pendolari di dedicarsi allo shopping a 360 gradi!

      Il centro commerciale è aperto tutti i giorni:

      • Dal Lunedì al Sabato dalle ore 10:00 alle ore 21:00
      • La Domenica dalle ore 11:00 alle ore 19:00

      Oculus

      Visitare New York, in lungo e in largo, mette sicuramente fame e all’interno dell’Oculus, nel Westfield World Trade Center, c’è un'area adibita solo per il food! Qui si possono trovare numerosi locali per mangiare e per bere prodotti di ottima qualità.


      Épicerie Boulud

      All’interno del Westfield World Center è possibile fermarsi per gustare dell’ottima cucina, grazie all’Épicerie Boulud, di proprietà di Daniel Boulud, considerato tra i migliori chef del mondo e un’eccellenza della cucina francese.

      L’Épicerie Boulud è un posto ideale per chi vuole fare colazione e bere un caffè ed, inoltre, offre numerose opzioni per fare un pranzo veloce, perfetto anche per chi si trova all’Oculus di New York ad aspettare la coincidenza.

      Il ristorante ha un’ampia gamma di piatti che vanno dalle zuppe fino ad arrivare a dei ricchi sandwich con salumi e formaggi; potrete trovare anche una vasta scelta per ciò che riguarda le bevande: molti vini pregiati e birre artigianali.

      Epicerie Boulud

      Gli orari dell’Épicerie Boulud sono:

      • Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 07:00 alle ore 21:00
      • Il Sabato dalle ore 8:00 alle ore 21:00
      • La Domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:00

       

      Eataly

      All’interno dell’Oculus di New York c’è spazio anche per un pezzo d’Italia. Se vi viene nostalgia di casa e, soprattutto della fantastica cucina italiana, al Westfield World Trade Center potrete mangiare un bel piatto di pasta nel centro della Grande Mela, grazie ad Eataly.

      Ci si può sedere ammirando la monumentale costruzione dell’architetto Calatrava, mangiando i migliori piatti della cucina italiana ed inoltre, grazie allo store, potrete fare shopping e portare a casa prodotti di primissima scelta, provenienti direttamente dall’Italia.

      Gli orari del punto Eataly, all’interno del Westfield World Trade Center, sono:

      • Dal Lunedì alla Domenica dalle ore 07:00 alle ore 21:00

      Eataly

       

      Neuhaus Belgian Chocolate

      C’è spazio anche per i più golosi che possono entrare da Neuhaus Belgian Chocolate per assaggiare squisiti e finissimi cioccolatini, preparati dal 1857 dalle mani dei maestri cioccolatai belgi.

      Entrando da Neuhaus Belgian Chocolate avrete la possibilità di mangiare un’infinita varietà di cioccolatini e troverete anche un posto dove fare un regalo diverso dal solito.

      Gli orari di apertura sono:

      • Dal Lunedì al Sabato dalle ore 09:00 alle 21:00
      • La Domenica dalle ore 11:00 alle ore 19:00

       

      The Great American Bagel & Bakery

      Se volete qualcosa di tipicamente americano, e prettamente newyorkese da mangiare, la vostra ricerca vi porterà verso i bagel e le doughnuts, perfetti per uno snack veloce tipico del turista che va di corsa per la Grande Mela.

      Burger

      All’interno dell’Oculus e del centro commerciale si trova il The Great American Bagel & Bakery. C'è l’imbarazzo della scelta tra le svariate opzioni che vengono offerte di bagel, muffin, donuts e cupcakes.

      Il The Great American Bagel & Bakery è aperto:

      • Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 07:00 alle ore 21:00
      • Dal Sabato alla Domenica dalle ore 08:00 alle 20:00

      I 5 migliori Afternoon Tea a New York February 20 2019

      Durante il vostro viaggio a New York, vi capiterà di camminare tanto per scoprire la città che non dorme mai. Le strade, i grattacieli, i parchi, i musei, … tutto vi lascerà senza fiato e vi darà l’impressione di ritrovarvi all’interno di una pellicola che avete visto, più volte, sul grande schermo.

      Ogni angolo di questa metropoli è unico e, spesso, vi ritroverete con lo sguardo meravigliato rivolto all’insù. Vi meraviglierete nel percorrere chilometri su chilometri con grande facilità e senza neppure rendervene conto. Tutto questo perché, inevitabilmente, il fascino e l’incanto della Grande Mela vi cattureranno!

      Afternoon Tea

      Di sicuro avrete bisogno di un luogo per fare una pausa tra un’esplorazione e l’altra e magari per recuperare le energie necessarie per stare al passo con una metropoli perennemente in movimento.

      In questo articolo, vi consiglio 5 posti per l’Afternoon Tea a New York e, quindi, ideali per i vostri break durante la visita della città.

       

      ALICE’S TEA CUP

      Un mondo fiabesco ispirato ad Alice nel Paese delle Meraviglie che vi trasporterà in un clima incantato e lontano dalla realtà. Questa tea room propone diversi tipi di tè e non solo: cookies, scones, torte di diversi gusti e con differenti farciture.

      Da Alice’s Tea Cup si può anche pranzare ma ciò che rende davvero noto questo locale è l’High Tea, ovvero la degustazione di tè accompagnata da dolci e stuzzichini di vario tipo

      Alice's Tea Cup

      Attualmente a New York ci sono due diversi Alice’s Tea Cup che richiamano a diversi momenti della storia di Alice nel Paese delle Meraviglie!

      Dove si trova:

      • 102 West 73rd Street (Upper West Side)
      • 156 East 64th Street (Upper East Side)

        

      CHA-AN TEAHOUSE

      In questa Teahouse predomina l’atmosfera giapponese e la selezione di tè proposti è davvero ampia. Inoltre, non mancano i sakè e i mochi, i dolci tradizionali del Giappone. Si tratta di un locale ideale per sfuggire alla folla dell’East Village e per rifugiarsi in un ambiente rilassato e lontano dalla frenesia della città

      Cha-an Teahouse

      Per l’Afternoon Tea viene proposto un menu che comprende sia una proposta dolce sia una proposta salata ed è possibile scegliere tra diversi tipi di tè. 

      Dove si trova:

      • 230 East 9th Street

        

      THE PIERRE

      All’interno del The Pierre, hotel a 5 stelle di New York situato sulla quinta strada e di fronte a Central Park, viene servito un ricco Afternoon Tea. Il nome del bar è Two E Bar & Lounge e, qui, troverete un’atmosfera raffinata ed elegante. 

      The Pierre

      Secondo molti qui servono il migliore High Tea di New York. Sul sito è possibile prenotare un tavolo e visualizzare il menu dell’Afternoon Tea che prevede una vasta selezione di delizie sia dolci sia salate.

      Dove si trova:

      • 2 East 61st Street at Fifth Avenue

       

      THE RUSSIAN TEA ROOM

      Questo locale è un vero e proprio tuffo negli anni ’20, in pieno Proibizionismo. Collocato in Midtown Manhattan, The Russian Tea Room è un luogo in cui arte e storia si incontrano e contribuiscono a trasportare i clienti indietro nel tempo

      The Russian Tea Room

      Si tratta di un luogo iconico di New York e che, ancora oggi, attrae personaggi di spicco e importanti uomini d’affari per l’atmosfera raffinata che si respira. E’ possibile sia pranzare sia cenare attraverso un menu vario e ricercato.

      Ogni giorno dalle ore 14:00 alle ore 16:30 viene servito l’Afternoon Tea. L’esperienza di bere il tè come si faceva tradizionalmente negli anni ’20 è imperdibile!

      Dove si trova:

      • 150 West 57th Street

        

      THE PALM COURT

      The Palm Court si trova all’interno dell’hotel Plaza. Quest’ultimo è un hotel iconico di New York e bere il tè in questo luogo rientra, senza dubbio, tra le esperienze da fare nella Grande Mela

      Palm Court

      The Palm Court

      Il costo è un po’ elevato ma l’ambiente e la qualità valgono il prezzo! Vi ritroverete in un locale glamour e ricco di fascino.

      Il Palm Court offre tre proposte di Afternoon Tea:

      • The New Yorker Tea
      • The Champagne Tea
      • The Children’s Eloise Tea (per i bambini al di sotto dei 12 anni)

      Dove si trova:

      768 5th Ave, The Plaza Central Park South


      Lo shopping a New York: i Grandi Magazzini da non perdere February 12 2019

      Fare shopping a New York è un’esperienza che durante il vostro viaggio non potrete lasciarvi scappare. La Grande Mela, infatti, è famosa per essere una delle maggiori capitali mondiali della moda e per essere sempre al passo con le tendenze più attuali e originali!

      La quantità di negozi di questa città vi sorprenderà e vi posso assicurare che avrete l’imbarazzo della scelta! D’altronde, New York è nota per la varia e vasta presenza di negozi e grandi magazzini in cui potrete trovare qualsiasi genere di prodotto: abbigliamento, oggetti per la casa, cosmetici, elettronica, etc.. 

      Shopping a New York

      I prezzi sono davvero competitivi e gli affari sono assicurati! Se poi il cambio euro-dollaro è dalla vostra parte, allora siete proprio fortunati. Inoltre, nella Grande Mela avrete modo di scoprire brand e prodotti non presenti in Italia e, per i più curiosi, quest’aspetto non è da sottovalutare.

      Il mio consiglio è quello di partire con le valigie leggere così da non avere problemi di spazio ed essere completamente liberi nei vostri acquisti. In questo articolo, vi parlo dei grandi magazzini più importanti della città e che sono una tappa obbligatoria nelle vostre sessioni di shopping a New York!

      Macy's

      Vi ricordo che, per gli amanti dello shopping, ho ideato un Tour dedicato alla visita dell’outlet più famoso di New York e degli Stati Uniti: Woodbury Commons Premium! Cliccate qui per prenotare.

        

      MACY’S HERALD SQUARE

      151 West 34th Street

      Senza dubbio il grande magazzino Macy’s è una vera e propria istituzione a New York! Meta di migliaia di turisti al giorno, Macy’s Herald Square è il flagship store della catena di negozi fondata nel 1858 e che, ad oggi, conta più di 740 stores

      Macy's

      Macy’s è entrato a far parte della cultura di massa anche grazie alla sua presenza nel film Il miracolo della 34° strada. In quest’ultimo compare anche la tradizionale parata, la Macy’s Thanksgiving Day Parade, organizzata in occasione del Ringraziamento. Una straordinaria e colorata sfilata di gonfiabili che parte dalla 77esima strada e si conclude proprio davanti a Macy’s. 

      Macy's Parade

      Le dimensioni di questo grande magazzino sono davvero impressionanti: con i suoi 11 piani occupa un intero isolato. Al suo interno, offre la possibilità di acquistare articoli di diverso genere. Potrete spaziare tra: abbigliamento, scarpe, prodotti cosmetici, profumeria, articoli per la casa, etc.. I prezzi sono davvero competitivi, nonostante la qualità abbastanza alta dei brand proposti.

      Importante: presentando il passaporto, presso il Visitor Center di Macy’s, avrete diritto ad una tessera sconto da utilizzare per i vostri acquisti.

      Orari:

      • dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 fino alle ore 22:00
      • la domenica dalle ore 10:00 fino alle ore 21:00

       

      BLOOMINGDALE’S

      1000 Third Avenue, 59th Street and Lexington Ave

      Quello collocato sulla 59esima è il Bloomingdale’s più importante di Manhattan. Il secondo si trova nel quartiere di SoHo e, più in generale, questa catena vanta 38 punti vendita e ben 16 outlet.

      Bloomingdale's

      Bloomingdale’s è noto per essere stato il primo grande magazzino ad aver usato la shopping bag come un vero e proprio strumento di marketing. Era il 1961 quando fu introdotta la big brown bag, una busta di carta che divenne distintiva di questo grande magazzino.

      Big Brown Bag

      Anche da Bloomingdale’s è possibile trovare di tutto: dall’abbigliamento alla cosmetica, dai prodotti gastronomici agli articoli per la casa. Inoltre, gli amanti dello moda possono trovare capi di grande tendenza, realizzati da importanti stilisti oltre a reperire esclusivi brand newyorkesi.

      Nonostante rientri nella categoria dei grandi magazzini di lusso, Bloomingdale’s è, senza dubbio, meno caro rispetto a Barneys e a Saks Fifth Avenue.

      Orari:

      • lunedì, venerdì e sabato dalle ore 10:00 fino alle ore 21:30
      • martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10:00 fino alle ore 20:30
      • la domenica dalle ore 11:00 fino alle ore 20:00

        

      SAKS FIFTH AVENUE

      611 5th Avenue

      Saks Fifth Avenue è sinonimo di alta moda e lusso. Nasce, infatti, agli inizi del ‘900 dalla volontà di Horace Saks e Bernard Gimbel di creare un unico grande magazzino specializzato nel lusso e nell’alta moda.

      Saks Fifth Avenue

      Oggi, Saks Fifth Avenue ospita al suo interno i brand e le marche più prestigiose: Louis Vuitton, Gucci, Dolce e Gabbana, Jimmy Choo, etc.. Un paradiso di sfarzo ed eleganza famoso in tutto il mondo! Per questo motivo, lo consiglio quasi come tappa obbligata durante il vostro soggiorno a New York. Se, poi, avete la fortuna di trovarvi nella Grande Mela in occasione dei saldi, potrete trovare articoli di lusso a prezzi decisamente più accessibili.

      Le vetrine di questo grande magazzino sono una delle principali attrazioni durante il periodo natalizio a New York e incantano milioni di turisti ogni anno.

      Saks Fifth Avenue Vetrine

      Orari:

      • dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 fino alle ore 20:30
      • la domenica dalle ore 11:00 fino alle ore 19:00

       

      BERGDORF GOODMAN

      754 5th Avenue

      Il grande magazzino di lusso per eccellenza, molto amato dai newyorkesi! Oggi, si tratta di due negozi uno di fronte all’altro sulla Fifth Avenue tra la 57esima e la 58esima strada: uno dei due è dedicato soltanto all’abbigliamento da uomo ed è stato aperto nel 1990.

      BERGDORF GOODMAN

      Riuscire ad ottenere uno spazio da Bergdorf Goodman è per gli stilisti d’alta moda un grande privilegio e sinonimo di successo. Giorgio Armani, Louboutin, Dolce e Gabbana… per tutti è un onore ritrovare le proprie collezioni esposte in questo grande magazzino. 

      Inoltre, ad aumentare la fama di Bergdorf Goodman in tutto il mondo ha contribuito la serie televisiva Sex and the City. Si tratta, infatti, del negozio preferito da Carrie Bradshaw!

      Orari:

      • dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 fino alle ore 20:00
      • la domenica dalle ore 11:00 fino alle ore 19:00

       

      BARNEYS

      660 Madison Avenue

      Barney’s non è solo un grande magazzino di lusso, punto di riferimento per i newyorkesi dell’Upper East Side. E’ molto di più! Uno store fondamentale per stare al passo con le tendenze del mondo della moda.

      Barneys

      Se amate la moda in ogni sua sfumatura, non potete non visitarlo e non soffermarvi sulle sue spettacolari vetrine.

      Orari:

      • dal lunedì al mercoledì dalle ore 10:00 fino alle ore 20:00
      • dal giovedì al sabato dalle ore 10:00 fino alle ore 20:30
      • la domenica dalle ore 11:00 fino alle ore 19:00