Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "vivere" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

I luoghi migliori per guardare New York dall’alto December 10 2018

State programmando un viaggio nella Grande Mela? Lasciatemi dire che questa città vi stregherà e vi lascerà senza fiato! La sensazione è quella di trovarsi all’interno di un film e di essere i protagonisti della pellicola. Ritrovarsi dinanzi ai luoghi che sono stati resi famosi sul grande e piccolo schermo, è al limite del surreale. 

New York dall'alto

Un viaggio a New York è molto più di questo e non è paragonabile a nessun’altra esperienza travel. Per questo motivo, il mio consiglio è quello di munirvi di macchina fotografica e di immortalare i mille volti di questa metropoli in continuo movimento.

Le prospettive da cui ammirare la Grande Mela sono molteplici ma se c’è una visuale che non potete lasciarvi scappare è quella di Manhattan dall’alto. Si tratta di un’esperienza che non dimenticherete e che porterete per sempre nei ricordi di questa meravigliosa città. 

New York dall'alto

Di seguito, i luoghi migliori per guardare New York dall’alto.

 

L’EMPIRE STATE BUILDING

Questo grattacielo è un vero e proprio simbolo di New York ed è diventato nel tempo un’attrazione iconica della Grande Mela. Dall’osservatorio dell’Empire State Building, collocato all’ 86esimo piano dell’edificio, avrete accesso ad una vista privilegiata su New York. Sarà difficile non emozionarsi guardando dall’alto la città, magari al tramonto quando i colori caldi del cielo rendono l’atmosfera ancora più suggestiva. 

Vista dall'Empire State Building

Qui potete acquistare i biglietti per l’osservatorio dell’Empire State Building. Vi consiglio di farlo per evitare file eccessive alla cassa. Il tempo da trascorrere a New York è prezioso!

 

IL TOP OF THE ROCK

Nel complesso del Rockefeller Center, all’interno del grattacielo 30 Rockefeller Plaza, si trova il Top of the Rock. Quest’ultimo offre un fantastico punto di osservazione della città: verso nord godrete della vista di Central Park, verso sud di quella dell’Empire State Building e del One World Trade Center. 

Vista dal Top of the Rock

Central Park dall'alto 

Il Top of the Rock si trova al 70esimo piano del grattacielo con ben tre terrazze panoramiche sia interne sia esterne. La vista a 360° su New York è mozzafiato! Qui potete acquistare il CityPass, l’abbonamento che consente di risparmiare tempo e denaro nella visita della città e che, tra le molteplici attrazioni newyorkesi, comprende anche l’ingresso al Top of the Rock.

  

IL ONE WORLD OBSERVATORY

L’osservatorio più alto di New York è quello del One World Trade Center, il complesso che sorge lì dove si trovavano, fino al settembre del 2001, le Torri Gemelle. Il One World Observatory è collocato al 102esimo piano del grattacielo ed offre una vista sulla metropoli che si può paragonare a quella di cui si gode su un elicottero.

La vista sul ponte di Brooklyn e su Manhattan è unica! 

One World Observatory

Qui potete acquistare i biglietti per l’osservatorio One World Trade Center. C’è l'opzione per scegliere sia la data sia l’orario preferito così da arrivare preparati.

 

L’ELICOTTERO

Proprio così! Esiste la possibilità di ammirare New York dall’alto di un elicottero. Osservare, da una prospettiva diversa e rara, i grattacieli, i ponti e le isole circondate da acqua che rendono unica questa metropoli. Un’opera d’arte a cielo aperto!

Vista aerea

Questo video mostra alcune immagini dell’incredibile tour in elicottero:

Qui potete acquistare i biglietti e scegliere l’opzione di tour che preferite: da quella di 15 minuti fino a quella di 30 minuti.

 

I ROOFTOP

I bar panoramichi, i famosi rooftop, sono una delle principali attrazioni della Grande Mela e devono il loro successo alla prospettiva originale che offrono sulla città che non dorme mai. Dunque, le terrazze panoramiche rientrano, senza ombra di dubbio, tra le cose da vedere durante il vostro soggiorno nella metropoli.

Fantastico sorseggiare un drink mentre si osserva la bellezza di New York e si apre la mente ai sogni

Rooftop New York

A tal proposito, un tour al quale vi consiglio di partecipare, è quello serale dedicato alle terrazze panoramiche di New York. Potrete godere della vista di tre rooftop lounge! Per acquistare i biglietti cliccate qui.


Dicembre a New York: 6 cose da fare December 05 2018

Dicembre è il mese in cui la città di New York diventa, se possibile, ancora più magica. L’atmosfera che si respira nella Grande Mela, in questo periodo, è ricca di fascino e suggestione. Le luci, le installazioni e i suoni tipici del Natale, infatti, contribuiscono ad enfatizzare la bellezza della città. Difficile descriverla a parole!

A dicembre, New York suscita emozioni che ricordano quelle provate durante l’infanzia: stupore e meraviglia. Vi capiterà di restare incantati ad osservare le vetrine addobbate a festa così come ad ammirare le luminarie.

Dicembre a New York

Nella Grande Mela, più che in qualsiasi altra città, si respira l’aria e lo spirito del Natale. Probabilmente, ciò è dovuto ai tanti film natalizi ambientati in questa città e che ci hanno accompagnato durante la nostra crescita.

Durante un viaggio a New York, nel mese di dicembre, ci sono 6 cose che vi consiglio di fare! Si tratta di esperienze e attività da non lasciarsi sfuggire per vivere, fino in fondo, lo spirito natalizio della Grande Mela.

 

IL TOUR DELLE LUCI DI NATALE DI DYKER HEIGHTS

Immaginate di svegliarvi all’interno di un film, in pieno stile Mamma ho perso l’aereo, e di osservare le case, di un intero quartiere, super addobbate in occasione del Natale. Il famoso quartiere italo americano di Dyker Heights, nel cuore di Brooklyn, è questo e molto di più!

Dyker Heights

I proprietari delle case, fin dagli anni ‘80, portano avanti la tradizione delle luci con risultati spettacolari. Le incredibili decorazioni natalizie hanno trasformato il quartiere in una meta turistica da non perdere e che vi consiglio di vedere per immergervi, davvero, nel Natale newyorkese.

Dyker Heights

Qui puoi acquistare i biglietti del tour delle luci di Natale di Dyker Heights

 

AMMIRARE L’ALBERO DI NATALE DEL ROCKEFELLER CENTER

Ammirare l’albero di Natale del Rockefeller Center è una delle cose da fare a New York nel mese di dicembre. Si tratta dell’albero più famoso della Grande Mela e, probabilmente, il più conosciuto al mondo.

Albero del Rockefeller Center

Alto oltre 25 metri e illuminato da 45 mila luci al LED è uno spettacolo per gli occhi. Quest’anno, nel 2018, l’accensione dell’albero è avvenuta il 28 novembre e, come sempre, ha segnato ufficialmente l’inizio del Natale newyorkese.

  

PATTINARE SUL GHIACCIO

Pattinare sul ghiaccio a New York è un’esperienza indimenticabile e dedicarsi a questa attività, durante il periodo natalizio, è pura magia! Nella Grande Mela ci sono tante piste di pattinaggio in quanto i newyorkesi adorano pattinare sul ghiaccio.

La pista più famosa e conosciuta è quella del Rockefeller Center: The Rink . E’ molto affollata ma la location, dominata dal famoso albero di Natale, merita perché unica rispetto a tutte le altre. Quest’anno resterà aperta fino al 15 aprile.

The Rink at Rockefeller Center 

Un’altra pista di pattinaggio che consiglio è quella di Bryant Park all’interno del Winter Village, il villaggio invernale che ospita anche il tradizionale mercatino di Natale.

Pista di pattinaggio a Bryant Park

 

PASSEGGIARE NEI MERCATINI DI NATALE

La tradizione dei mercatini di Natale accomuna tante città, ma a New York si inseriscono in una cornice unica al mondo. Passeggiare tra i mercatini, mentre si beve un succo di mela caldo e si osservano i manufatti artigianali messi in vendita, rientra tra le cose da fare a dicembre nella Grande Mela.

I mercatini più famosi?

Il Winter Village di Bryant Park: aperto dal 27 di ottobre fino ai primi di gennaio.

Winter Village Bryant Park

L’Holiday Market a Union Square: aperto dal 15 novembre fino al 24 dicembre.

Union Square Holiday Market

 

ASSISTERE A SPETTACOLI DI NATALE

Gli spettacoli teatrali di New York sono famosi in tutto il mondo. Durante il mese di dicembre, alla programmazione classica si aggiungono gli spettacoli natalizi che non potete lasciarvi sfuggire perché si tratta di qualcosa che non avete mai visto prima!

Lo spettacolo natalizio più atteso nella Grande Mela, dagli amanti del Natale, è Rockettes di Radio City Hall. Con Rockettes vi immergerete nello spirito natalizio e sarete rapiti dalla bravura delle ballerine che si esibiscono in perfetta sincronia. Le scenografie sono il valore aggiunto dell’intero spettacolo. Qui puoi acquistare i biglietti per questo imperdibile spettacolo di Natale.

Radio City Hall

The Rockettes

 

OSSERVARE LE VETRINE DI NATALE

Durante il vostro shopping natalizio a New York, non dimenticate di guardavi intorno e di osservare con attenzione le vetrine dei grandi magazzini. Alcune di queste sono un vero e proprio capolavoro.

Vetrine di Natale a New York

Nella Grande Mela, le vetrine a tema natalizio più belle e suggestive le potete trovare da:

  • Saks Fifth Avenue (611 Fifth Ave)
  • Bloomingdale's (1000 Third Ave)
  • Macy's (151 W 34th St)
  • Bergdorf Goodman (754 Fifth Ave)
  • Lord & Taylor (424 Fifth Ave)
  • Barneys (660 Madison Ave)

I parchi di New York: quelli da non perdere a Manhattan November 30 2018

Siamo abituati a pensare a New York come alla città dei grattacieli, che non dorme mai ed è continuamente in movimento. Tuttavia, la Grande Mela è, innanzitutto, una metropoli dai mille volti e dalle molteplici sfaccettature.

Un esempio? New York è anche una città piena di parchi!

Tra i quartieri in cui svettano grattacieli ed edifici, si nascondono i parchi. Queste aree verdi sono oasi di pace all’interno della città e creano un'antitesi con le costruzioni circostanti. Si tratta, tuttavia, di un contrasto armonioso e che conferisce innegabile bellezza alla metropoli.

Parchi di New York

Andare alla scoperta della Grande Mela, non può prescindere da una visita ai parchi più belli e famosi della città. Qui potrete rilassarvi, passeggiare e cimentarvi in tante attività diverse. Inoltre, osservare la metropoli dall’interno dei parchi garantisce una prospettiva unica e impareggiabile.

Queste aree verdi vi permetteranno di immergervi nello stile di vita newyorkese. E’, infatti, in queste aree verdi che i newyorkesi prendono delle pause dalla vita frenetica della metropoli ed è qui che “staccano la spina” dalla quotidianità.

Di seguito, i parchi di Manhattan che vi consiglio di vedere durante il vostro soggiorno a New York.

 

CENTRAL PARK

E’ il parco più importante di New York e si trova nel cuore di Manhattan. Con i suoi 341 ettari, è il principale polmone verde della Grande Mela e si estende dalla 59esima fino alla 110esima strada. Non ci sono dubbi: durante il vostro viaggio a New York, non può mancare una visita a Central Park. 

Central Park

Al suo interno ci sono viali, laghi, fontane e tanto altro! Vi sembrerà quasi un luogo familiare, questo perché molti film e serie televisive sono state ambientate a Central Park.

Le attività che potrete svolgere nel parco sono diverse: picnic, giro in barca, visita allo zoo, passeggiata lungo i viali, etc. Il mio consiglio è di prendere in affitto la bicicletta per visitare al meglio il parco. Qui potrete acquistare i biglietti.

 Central Park

 

BRYANT PARK

Un altro parco nel cuore di Manhattan, nei pressi della New York Public Library. Nello specifico, Bryant Park si trova tra la quinta e la sesta strada e tra la 40esima e la 42esima strada.

E’ un parco circondato da edifici storici e che, come Central Park, offre diverse attività per chi lo visita. E’ molto frequentato sia dai turisti sia dai newyorkesi.

Bryant Park 

Dalla fine di ottobre fino ai primi di gennaio, ospita il Winter Village. Quest’ultimo è uno dei mercatini di Natale più caratteristici di New York. Vi consiglio di andarci e di non lasciarvi scappare l’opportunità di pattinare sulla famosa pista di ghiaccio.

Winter Village Bryant Park 

BATTERY PARK

Avrete l’occasione di visitarlo quando prenderete il traghetto per la Liberty Island. Infatti, il punto di partenza per visitare la Statua della Libertà, Ellis Island o Staten Island è proprio in questo parco. Qui potrete acquistare i biglietti per accedere in maniera veloce alle isole.

Il Battery Park si trova a sud di Manhattan, tra State e Whitehall Street, ed offre una visuale unica sulla Statua della Libertà e su Ellis Island. Inoltre, all’interno è pieno di monumenti e sculture commemorative del passato. 

Visuale Battery Park

Il fascino del parco deriva anche dalla storia che nasconde. In passato, era la porta d’ingresso per la città di New York. Da qui, sono passati migliaia di immigrati con le loro storie e con la speranza di iniziare una vita migliore.

Battery Park 

WASHINGTON SQUARE PARK

Pur essendo più piccolo rispetto ad altri parchi, il Washington Square Park è uno dei più frequentati dai newyorkesi.

La sua posizione, nei pressi dell’università di New York e al centro del Greenwich Village, lo rende una meta ideale per gli abitanti della Grande Mela sia quando vogliono fare un picnic sia quando vogliono godersi le attività offerte dal parco.

Washington Square Park 

MADISON SQUARE PARK

La storia di questo parco è molto antica e risale al 1686 quando fu scelto come spazio pubblico. La città di New York era stata fondata da poco!

Madison Square Park

Il Madison Square Park occupa lo spazio tra la quinta e la sesta strada e tra la 23esima e la 26esima strada. E’ un parco molto curato e ospita diverse installazioni artistiche. Da qui, potrete ammirare il Flatiron Building, uno degli edifici più iconici della Grande Mela.

 

HIGH LINE PARK

Questo parco ha una location esclusiva ed originale: i vecchi binari di una linea ferroviaria sopraelevata non più utilizzata. La High Line è stata aperta al pubblico nel 2009 ed offre una passeggiata di oltre 2 km, collegando il Meatpaking District al quartiere di Chelsea. 

High Line Park

Per approfondire le informazioni sul parco dell'High Line, ti consiglio di leggere questo articolo.


FAO Schwarz: il negozio di giocattoli più famoso di New York November 28 2018

Come annunciato, questo novembre ha riaperto FAO Schwarz, il negozio di giocattoli più famoso di New York. Si tratta di un negozio storico della città, amato da piccoli e grandi e frutto di una lunga tradizione.

FAO Schwarz oggi

FAO Schwarz è una vera e propria istituzione nella Grande Mela ed ha fatto sognare tantissime generazioni guadagnandosi lo status di icona per la sua presenza in molteplici film americani.

Per questo motivo, quando ha chiuso i battenti tre anni fa, il 15 luglio 2105, sia i newyorkesi sia i turisti non hanno accolto in maniera positiva la notizia.

Il negozio era diventato un’attrazione turistica a tutti gli effetti ma, i costi di gestione e la forte concorrenza con i competitors online, ha portato la Toys’R’Us ad annunciarne la chiusura.

Come era prevedibile, la sua riapertura ha suscitato tanto entusiasmo! Il fatto che sia avvenuta nel mese che precede il Natale, non è affatto casuale. E’ il mese in cui inizia la stagione degli acquisti natalizi e FAO Schwarz si prospetta come il negozio ideale per i regali di Natale.

 Nuovo FAO Schwarz

Ecco il video in cui entro, per la prima volta, nel nuovo FAO Schwarz nei pressi del Rockefeller Center: 

 

LA STORIA

Com’è nato FAO Schwarz? La storia che c’è dietro al famoso negozio di giocattoli di New York risale al XIX secolo. Era il 1862 quando l’immigrato tedesco Frederick August Otto Schwarz fondò, a Baltimora, la FAO Schwarz con il nome di Toy Bazaar.

In poco tempo il negozio divenne un punto di riferimento nel mondo dei giocattoli e ne furono aperti altri a Boston, Philadelphia e a New York. Quello di New York, al 765 della Broadway, per molto tempo è stato considerato il quartier generale di Babbo Natale, Original Santa Claus Headquarter.

FAO Schwarz storia

Nel 1985 è stata aperta la sede storica della FAO Schwarz, al 745 della Fifth Avenue, all’interno del General Motors Building. Questo locale godeva di una posizione strategica: nelle vicinanze della Apple, di Tiffany e dell’ingresso sud di Central Park.

Il negozio FAO Schwarz sulla quinta strada è stato indubbiamente un’importante vetrina per il brand fino alla sua chiusura nel 2015.

FAO Schwarz

FAO Schwarz

  

IL NUOVO FAO SCHWARZ

Il nuovo negozio FAO Schwarz si trova presso il Rockefeller Center ed ha preso il posto dell’NBC Experience Store. In uno spazio di 19.000 mq, l’obiettivo è quello di creare delle vere e proprie esperienze sia per i più piccoli sia per gli adulti. 

Dunque, non un semplice negozio in cui acquistare giocattoli ma un parco giochi in cui divertirsi e cimentarsi in attività e giochi coinvolgenti. I dipendenti vestono i panni di personaggi in costume e maghi che si dilettano in dimostrazioni ed interagiscono con il pubblico. 

L’intero negozio è stato progettato e realizzato all’insegna del Return to Wonder, il ritornare a meravigliarsi.

Il pianoforte di FAO Schwarz

Nel nuovo store non manca il mitico pianoforte su cui Tom Hanks danza nel film Big del 1988. Un momento che è passato nella storia ed ha creato il mito di FAO Schwarz. 

 

COME RAGGIUNGERLO

Come suddetto, il nuovo store FAO Schwarz si trova nei pressi del Rockefeller Center, tra quinta e la sesta strada e tra la 48esima e la 51esima strada.

Su Google Maps, l’indirizzo da inserire è: 30 Rockefeller Plaza, New York, NY 10111

Come raggiungere FAO Schwarz

La fermata della metropolitana più vicina è la 47-50 Streets/Rockefeller Center ed è servita dalle linee B, D, F e V.

Sul sito sono riportati gli orari di apertura del negozio e le eventuali chiusure eccezionali.

 

APPARIZIONI NEI FILM

Oltre a Big del 1988 con Tom Hanks, FAO Schwarz è comparso nei seguenti film:

  • Baby Boom (1987)
  • Affari d’oro (1988)
  • Mamma mi sono perso a New York (1992) 
  • Amore con interessi (1993)
  • La dea dell’amore (1995)
  • Eyes Wide Shut (1999)
  • I Puffi (2011)

I migliori Street Food di New York November 13 2018

New York, metropoli unica e costantemente in movimento, è un concentrato di esperienze, attività e luoghi da vivere e da scoprire! Mille stimoli che rendono la Grande Mela sempre diversa e mai noiosa.

Tra le molteplici possibilità che questa metropoli offre, vi ritroverete a scegliere le cose da fare durante il vostro soggiorno. Ciò che merita una visita e il vostro prezioso tempo.

A proposito di esperienze culinarie da non lasciarsi sfuggire, impossibile non parlare dei famosi chioschi lungo le strade newyorkesi che offrono lo Street Food. Oltre ai ristoranti stellati e a quelli con viste sulla città che tolgono il fiato, il cibo da strada rientra a pieno titolo nell’offerta culinaria della Grande Mela.

 

 Food Truck

 

I newyorkesi amano lo Street Food e lo scelgono durante le pause pranzo nelle loro giornate di lavoro. Non puoi perdere l’occasione di mangiare “al volo” in pieno stile newyorkese

 

 Street Food

 

La varietà dei cibi cucinati dai food truck è molto ampia: hot-dog, lobster roll, specialità orientali, etc.. c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Se siete preoccupati per quanto riguarda la bontà del cibo.. non temete! In questi carrettini potrete trovare cibo di alta qualità, allo stesso livello di quello in vendita nei ristoranti e nei bistrot newyorkesi. Bisogna solo saper scegliere! Per questo motivo, vi ho riportato alcuni dei migliori Street Food di New York.

 

THE HALAL GUYS

Sono una vera leggenda a New York! Hanno iniziato con i chioschi di hot-dog per poi aprire una catena internazionale di ristoranti. Ad oggi, hanno aperto anche due ristoranti nella Grande Mela. Le loro specialità: i gustosi gyros ed i falafel. Da provare!

Sul sito, nella sezione locations, c'è la possibilità di trovare il chiosco più vicino.

 

The Halal Guys

 

 

SCHNITZEL & THINGS

Un chiosco in cui gustare specialità della cucina austriaca. Le schnitzel sono le cotolette impanate e fritte! Oltre alla versione classica con il maiale, viene proposta anche la cotoletta di pollo, quella di merluzzo, quella di melanzane e le gustose salsicce.

 

 SCHNITZEL & THINGS

schnitzel and things 

Dove si trova?

Si muove in giro per la città. Sul sito sono indicati i giorni e le posizioni in cui potete trovare il food truck. Inoltre, a Brooklyn è stato aperto anche il negozio fisico.

 

ASIA DOG

Questo chiosco propone una fusione tra la cucina americana e quella asiatica. Specialità: hot-dogs con topping di ispirazione asiatica e conditi con spezie e aromi tipici della Cina, del Giappone e del Vietnam. Non dovete far altro che scegliere come farcire il vostro hot-dog!

 

 Asia Dog Nyc

 Asia Dog hot-dogs

Dove si trova?

  • Madison Square Park a Manhattan (tra la 5th Ave e Broadway)
  • Brooklyn (84 St Marks Pl, 4th Ave)

 Per maggiori informazioni potete visitare il loro sito

 

THE CINNAMON SNAIL

Siete amanti della cucina vegana? Questo è il chiosco che fa per voi! Hamburger di seitan, donuts vegani, tofu grigliato, verdure, etc.. sono le specialità di The Cinnamon Snail!

 

The Cinnamon Snail

Vegan Burger

Dove si trova?

Le posizioni e gli orari del chiosco sono aggiornati periodicamente sul loro sito

 

CHEF’S SAMIR TRUCK

Gli amanti della cucina marocchina non possono lasciarsi sfuggire questo food truck! La specialità è il cous cous cucinato in tantissime varianti: con pollo e limone, con agnello, con polpette di carne, etc. Da provare!

 

 Chef Samir cous cous

Chef Samir Truck

Sul sito è indicata la posizione del chiosco che cambia ogni giorno. Inoltre, anche sull’account Twitter @Chefsamirtruck , Chef Samir comunica i suoi spostamenti.

 

LUKE’S LOBSTER

Oltre ai ristoranti, Luke’s Lobster ha anche un chiosco a New York. Come suggerisce il nome, la specialità è l’aragosta che viene servita all’interno del panino! Ma il menù è vario: panino con il granchio, zuppe di pesce, panino con i gamberi, etc.

 

 Luke's Lobster

 Luke's Lobster food

Dove si trova?

Le date e gli orari variano in base al periodo. Sul sito potete consultare le posizioni ed i giorni in cui trovarlo.

 

RAFIQI’S

Questa catena di food truck è molto popolare a New York e non è insolito trovare la coda! La specialità sono le pietanze a base di carne cucinate in stile mediorientale. Salse speziate e verdure non mancano!

 

 Rafiqi's

 Rafiqi's Food

Dove si trova?

Uno dei chioschi si trova sulla quinta strada nei pressi dell’ingresso di Eataly.

 

NEAPOLITAN EXPRESS

Neapolitan express è il primo chiosco ecosostenibile che si alimenta con energia alternativa (es. il forno elettrico funziona grazie ai pannelli solari) ed è stato inaugurato da Michael Bloomberg, ex sindaco di New York.

 

 NEAPOLITAN EXPRESS

 

Questo food truck utilizza come ingredienti solo prodotti italiani Dop, biologici e senza OGM.

 

NEAPOLITAN EXPRESS pizza

Dove si trova?

Sul sito sono riportate le posizioni, gli orari e i giorni in cui è possibile trovare questi food truck.


L’albero di Natale più famoso a New York November 09 2018

Novembre è il mese in cui a New York comincia a respirarsi l’atmosfera magica e suggestiva del Natale. Si avvicina il periodo in cui la città, se possibile, diventa ancora più attraente. Le luci conferiscono calore e splendore alla Grande Mela e le decorazioni natalizie si lasciano contemplare con occhi sognanti.

 

Natale a New York

 

In America il Natale è molto sentito e alle luci natalizie è dedicata grande attenzione e cura. C’è un intero quartiere, Dyker Heights, che porta avanti la tradizione delle luminarie da tanto tempo. Qui puoi prenotare il Tour di queste luci uniche al mondo!

 

Luci

Foto Nathan Makan

 

Ci sono poi gli alberi di Natale … che a New York sono dei veri e propri capolavori. Uno, in particolare, è il più famoso e conosciuto anche al di fuori della Grande Mela.

Di quale sto parlando? Dell’albero del Rockefeller Center! Con i suoi oltre 25 metri di altezza, le 45 mila luci al LED e la stella Swarovski composta da 25 mila cristalli sulla punta.. è uno spettacolo da non perdere. Preparate le macchine fotografiche per immortalare il simbolo del Natale newyorkese!

 

Albero di Natale Rockefeller Center

Foto Angelo Amboldi

 

L’ACCENSIONE DELL’ALBERO

Domanda che sorge spontanea: Quando viene acceso l’albero del Rockefeller Center?

 

 Albero di Natale a New York

Foto Thomas Hawk

 

Innanzitutto, il periodo di accensione dell’albero è sempre tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre. Non c’è una data fissa ma si sceglie sempre la settimana successiva al giorno del ringraziamento.

Quest’anno, nel 2018, l’accensione avverrà mercoledì 28 novembre con una cerimonia di circa due ore, dalle 19 alle 21 circa.

 

Albero a New York Rockefeller Center

Foto Laura LaRose

 

LA CERIMONIA DI ACCENSIONE DELL’ALBERO

Ogni anno, dunque, viene organizzata una vera e propria cerimonia, la Tree Lighting Ceremony, per illuminare l’albero del Rockefeller Center. Si tratta di un evento che segna ufficialmente l’inizio delle festività natalizie a New York e viene trasmesso in diretta tv dalla NBC (l’azienda radiotelevisiva che ha la propria sede al Rockefeller Center).

La cerimonia inizia alle ore 19 e si svolge presso il Rockefeller Plaza. Sul palco, montato all’interno della pista di pattinaggio, si esibiscono grandi artisti e molti ospiti del mondo dello spettacolo. In passato, il palco ha ospitato artisti del calibro di: Bocelli, Sting, Gwen Stefani, Mariah Carey, etc..

 

 Accensione albero di Natale a New York

 

Vuoi assistere alla cerimonia? L’evento è gratuito e aperto a tutti, tuttavia, è necessario arrivare al Rockefeller Plaza in anticipo perché quando la piazza si riempie viene transennata e non è più possibile accedervi.

 

IL PERIODO DI ACCENSIONE DELL’ALBERO

A partire dalla Tree Lighting Ceremony, l’albero del Rockefeller Center resta acceso per tutto il mese di dicembre fino al 7 gennaio che segna la fine delle festività natalizie.

Invece, per quanto riguarda gli orari di accensione, l’albero è illuminato ogni giorno dalle 5:30 alle 23:00 circa.

Ci sono, però, alcune eccezioni:

  • Il giorno di Natale resta acceso per tutto il giorno
  • A Capodanno viene spento alle ore 21:00
  • Il 7 gennaio viene illuminato fino alle ore 21:00

 Non potete perdere l’occasione di ammirarlo in tutto il suo splendore!

 

Albero di Natale a New York 

 

COME RAGGIUNGERE L’ALBERO

L’albero è collocato presso il Rockefeller Plaza, nel complesso del Rockefeller Center. Quest'ultimo si trova tra quinta e la sesta strada e tra la 48esima e la 51esima strada.

L’indirizzo da digitare su Google Maps è: 30 Rockefeller Plaza, New York, NY 10111

 

Rockefeller Center 

 

E’ semplice da raggiungere in metropolitana perché sono molte le linee che coprono la zona. Nello specifico, le linee B, D, F, V della metro arrivano direttamente alla fermata 47-50 Streets/Rockefeller Center.

Il consiglio è quello di ammirare l’albero entrando dalla quinta strada. In questo modo, si percorre il cammino tra gli angeli natalizi che contribuiscono a rendere magica e surreale l’atmosfera.

Di seguito una foto della visione celestiale che vi troverete davanti!

 

Albero di Natale del Rockefeller Center 

 

CURIOSITA’ SULL’ALBERO:

  • La prima cerimonia di accensione dell’albero del Rockefeller Center risale al 1933.
  • E’ sempre un abete rosso che, ogni anno, viene scelto e donato dall’associazione no-profit Habitat for Humanity.
  • Quest’anno l’albero proviene da Upstate e sarà montato sabato 10 novembre.
  • Al termine delle feste, il legno dell’albero viene adoperato per la costruzione delle case delle persone più bisognose.
  • La stella di Swarovski che sarà collocata sulla punta dell’albero ha un valore di 1,5 milioni di euro e, prima di essere montata, resta in esposizione davanti alla pista di pattinaggio.

 

Vi consiglio di leggere questo articolo per approfondire la magica storia dell’albero. 

 


Foliage a Central Park: i migliori punti di osservazione October 24 2018

Vivere l’Autunno a New York... un’esperienza da non lasciarsi sfuggire e che vi permetterà di guardare la metropoli con occhi diversi. Già, proprio così: scoprirete una città nuova, una sfumatura diversa della Grande Mela!

A rendere differente e unica questa stagione contribuisce il suggestivo fenomeno del Foliage.

 

Il fenomeno del Foliage

 

Ne avete mai sentito parlare?

Il Foliage, letteralmente “fogliame”, è il fenomeno di cambiamento della natura che si verifica ogni anno durante la stagione autunnale. In questo processo di trasformazione, le foglie degli alberi dal colore verde iniziano ad assumere colori caldi: dal giallo, passando per l’arancione, fino ad arrivare alle differenti gradazioni di rosso e di marrone. E’ così che si preparano a cadere!

Il Foliage, con la sua ricca scala di colori e di tonalità calde, regala paesaggi capaci di ammaliare con la loro bellezza e di attrarre sguardi pieni di incanto.

 

 Il Folliage in Autunno

 

Nel mese di ottobre, ogni anno, migliaia di turisti arrivano a New York armati delle loro macchine fotografiche e si dedicano al “leaf peeping” (osservazione del fogliame). Il tentativo è quello di scattare delle foto che siano in grado di catturare la magia che Madre Natura mette in scena con questo fenomeno!

New York offre diversi parchi in cui perdersi a contemplare il fogliame e le cangianti sfumature di colore tipiche del periodo autunnale.

In questo articolo sono riportati i parchi consigliati per ammirare il Foliage nella Grande Mela.

 

 Parchi dove vedere il Foliage

 

Sei un appassionato di “leaf peeping”? oppure sei alla ricerca della foto perfetta che immortali l’Autunno? Se c’è un posto che non puoi lasciarti sfuggire è Central Park, uno dei simboli di New York City.

 

Foliage a Central Park

Foto gigi_nyc da Flickr

 

Di seguito, ho stilato una lista dei punti migliori per ammirare il fenomeno del Foliage a Central Park. Una guida che vi aiuterà ad orientarvi all’interno del parco e nei suoi 341 ettari!

 

THE POND E GAPSTOW BRIDGE

Entrando dal lato sud di Central Park, tra la quinta e la sesta strada (la zona nei pressi dell’hotel Plaza e dell’Apple Store), ciò che noterete subito è il Gapstow Bridge. Questo ponte in pietra, costruito nel 1896, è estremamente suggestivo così come il laghetto circostante, The Pond.

 

The Pond e Gapstow Bridge a Central Park 

E’ un angolo di Central Park da non perdere e che in Autunno si trasforma in un caleidoscopio di colori. Gli alberi e le piante, che circondano il ponte, così come le oche e le anatre che popolano lo stagno, contribuiscono a rendere questo luogo uno dei preferiti dai fotografi e da migliaia di turisti.

 

THE MALL

Circa a metà di Central Park, tra la 66esima e la 72esima strada, si trova il famoso The Mall, il viale alberato in cui si contano oltre 150 olmi americani. Una passeggiata nel The Mall è un’esperienza da non lasciarsi sfuggire, soprattutto per ammirare il Foliage.

 

The Mall a Central Park

Foto Chris Ford da Flickr

 

Questa incantevole passeggiata tra gli olmi parte dal Literary Walk, in cui sono protagoniste le sculture di scrittori e quella di Cristoforo Colombo, e si conclude presso la Fontana di Bethesda.

Sedetevi su una delle panchine presenti sul percorso e perdetevi nella contemplazione delle diverse sfumature di colore assunte dal fogliame.

 

 

BETHESDA TERRACE E BETHESDA FOUNTAIN

Nei pressi della 72esima strada, vi salterà subito agli occhi la Terrazza di Bethesda con al centro la famosa fontana, tra le più grandi della Grande Mela.

Guardando oltre la terrazza, vi incanterete ad osservare il riflesso degli alberi dai mille colori nelle acque del lago circostante. Uno spettacolo che lascia senza fiato!

 

 Bethesda Fountain Central Park

 

 

BOW BRIDGE

Il Bow Bridge (nei pressi della 74esima strada), oggetto di un recente restauro nel 2015, è senza ombra di dubbio il ponte più fotografato di Central Park. A completare la magia ed il romanticismo del luogo, contribuisce il sottostante laghetto artificiale progettato da Vaux.

 

Bow Bridge a Central Park

Foto gigi_nyc da Flickr

Durante il Foliage, gli alberi con le foglie dai mille colori diventano cornice naturale del ponte e si riflettono sulla superficie del lago. L’effetto spettacolare in foto è assicurato!

 

 

BELVEDERE CASTLE E TURTLE POND

Il Belvedere Castle (in prossimità della 79esima strada), progettato nel 1865 con lo scopo di osservare Manhattan, ed il Turtle Pond, lo stagno abitato da diverse specie di tartaruge, sono altri punti di osservazione del Foliage da non perdere!

 

Foliage a Belvedere Castle Central Park

Foto gigi_nyc da Flickr

 

 

RESERVOIR

Noto come Jacqueline Kennedy Onassis Reservoir, è il bacino idrico (non più in uso) collocato all’interno di Central Park (tra la 85esima e la 96esima strada). Quest’area è circondata prevalentemente da alberi di ciliegio le cui foglie, in autunno, assumono colori cangianti che meritano di essere ammirati e fotografati!

 

Foliage Reservoir Central Park 

 

 

Finché ci sarà l’autunno, non avrò abbastanza mani,

tele e colori per dipingere la bellezza che vedo.

- Vincent Van Gogh -

 


Rilassarsi a New York: i posti dove concerdersi una pausa October 30 2017

Christopher Cammarano

New York viene spesso definita la città che non dorme mai e a ben vedere. Le strade di questa metropoli sono sempre in fermento sia di giorno che di notte e le persone sembrano non fermarsi nemmeno per un secondo. Nonostante ciò rilassarsi a New York non è impossibile e i posti dove farlo non mancano per niente.

Rilassarsi a New York

1. Central Park

Non potevamo non nominare lui, il polmone verde di New York, Central Park. Proabilmente il posto migliore ed anche il più accessibile da tutti per rilassarsi dopo una lunga giornata. Central Park è il posto perfetto per immeggersi nella natura ed allontanarsi dal caos senza sosta della città. Vi basterà sedervi su una panchina o sul prato (se il tempo lo permette) e rilassarvi dimenticandovi della stanchezza. 

rilassarsi a New York

2. La High Line

Difficile credere che una ex-rotaia sopraelevata potesse diventare un posto dove rilassarsi passeggiando tra fiori, piante, piccoli locali e tanto altro. La realtà però è questa e la High Line è il posto perfetto dove concedersi una suggestiva passeggiata al tramonto tra gli edifici della città.

rilassarsi a New Yrok

3. Washington Square Park

Situato nel quartiere di Greenwich Village il Washington Square Park è uno dei parchi pubblici più famosi di New York. A renderlo così famoso ed importante però non sono stati i suoi spazi verdi o le bellissime aiuole ma le persone che nel corso degli anni ha reso questo luogo un punto di incontro per sportivi, artisti ma anche di divertimento per bambini ed animali.

rilassarsi a New York

4. Bryant Park

Con soli 39.000 metri quadri di area verde questo parco potrebbe essere considerato piccolo se paragonato al mastodontico Central Park ma non per questo meno amato dai newyorkesi e dai turisti. Forte della sua posizione centralissima, si trova a pochi passi da Times Square, Bryant Park è un ottimo posto per rifuggiarsi momentaneamente dalla città pur senza allontanarsi troppo. 

rilassarsi a new york

 5. Dumbo e Pebble Beach

Il nome piuttosto curioso di questo quartiere sta per Down Under Manhattan Bridge Overpass e comprende un piccola zona tra il ponte di Brooklyn e il Manhattan Bridge. Qui un tempo c'erano solo industrie e magazzini, oggi invece è diventato un quartiere di gallerie d'arte, botique e loft dai costi proibitivi. Il nostro consiglio è di andarci prima del tramonto, fare un piccolo giro tra le strade per poi dirigervi verso Pebble Beach. Su questa piccola spiagetta avrete la possibilità di ammirare il tramonto da uno delle posizioni più suggestive di tutta New York.

rilassarsi a new york

Questi sono solo 5 dei posti migliori dove rilassarsi a New York ma questa città ne offre tanti altri, alcuni ben noti altri invece che aspettano solo di essere scoperti. 

E voi il vostro posto per rilassarvi a New York lo avete trovato? 

 

 


Quanto costa vivere a New York? Facciamo due conti April 19 2015 13 Comments

Quanto costa vivere a New York? La risposta è: dipende. Dipende da che vita amate fare. Città per ricchi milionari, ma anche per poveri che vanno a scrocco a tutti gli eventi per mangiare, o prendono il caffè gratis nelle sale d'aspetto degli hotel.

Ma prendiamo un prototipo di italiano che si vuole trasferire a New York. Ha 30 anni, e lo chiamiamo Michele. Vediamo quanto spenderà Michele ogni mese, facendogli fare una vita da classe media. Ma senza rinunciare a nulla.

Casa dolce casa!

La prima cosa che si chiede Michele è dove vivere.  Vuole vivere solo o con altri? Vuole vivere a Manhattan o a Brooklyn? Oppure nel Queens? Michele vede un po’ gli annunci su Craiglist e scopre che con il suo budget, 1000 dollari al mese, può permettersi una stanza in affitto in un appartamento condiviso con altri due coinquilini, ad Astoria nel Queens o a Williamsburg in un edificio un po’ vecchio, oppure deve andare ad Harlem nell’estremità nord di Manhattan. Se volesse stare in una zona carina di Manhattan, per quella cifra, troverebbe solo qualche topaia nell’East Village, o dovrebbe dividere l’appartamento con un numero troppo alto di persone.

E per stare da solo? Se volesse vivere da solo, con 1500 dollari, troverebbe qualcosa nel Queens, ad Astoria, o anche a Brooklyn tipo a Bushwick, o ad Harlem. Per la zona downtown di Manhattan (Village, Soho) dovrebbe partire da almeno 1800 dollari al mese, ma più verosimilmente a partire da 2000. Se poi fosse in cerca di un edificio moderno, un grattacielo residenziale, allora dovrebbe iniziare dai 2500$.

No, il nostro caro Michele opta per una stanza ad Astoria da 1000 dollari al mese, con due coinquilini e un bagno solo. Anche sporchina la casa, ma pazienza. Si trova però vicino alla metropolitana, e per arrivare all’Apple Store della Fifth Avenue ci mette meno di dieci minuti in metro. E la metropolitana può prenderla 24 ore al giorno.

Metropolitana e cellulare

Ma quanto gli costa? L’abbonamento di un mese per la gloriosa metro di New York gli costa 116.50$, e visto che un biglietto per una corsa singola lo paghi 2.75$,se fa più di 42 corse gli conviene l’abbonamento. Michele almeno due volte al giorno la metro la prende, 60 corse le fa, decide che conviene il mensile. Ora una stanza ce l’ha, l’abbonamento ce l’ha, gli manca il telefono. Qui ha una brutta sorpresa, nel senso che tutti gli abbonamenti partono da un minimo di 50 dollari al mese, con chiamate e messaggi illimitati, ma se vuole almeno 5GB di internet a velocità 4G deve pagare70$. Ci pensa un po’, e decide che il sacrificio vale la pena. L’internet 4 G è utile, a New York si sta spesso per strada, e si comunica molto. Esser tagliati fuori in una città di networking non è una bella cosa.

Luce e internet a casa

Per concludere le spese di base deve pagare elettricità e internet. Come già detto divide l'appartamento con i coinquilini, quindi non spende troppo. Internet costa in totale 72 dollari al mese, ma lo divide per tre e paga 24 dollari. Di elettricità si rende conto che paga all’incirca 40 dollari al mese d’inverno (solo la sua quota), d’estate invece con l’aria condizionata arriva a 60-70.

New York da bere (e da mangiare)

Fin qui le spese di base, quelle necessarie per vivere dignitosamente. Ora questione cibo! Michele sa  che almeno due volte a settimana cenerà fuori. Una cena costa minimo 20 dollari a persona, ma molto facilmente si arriva a 50-60 (tra mancia e tasse, pork!) . Oltre questa somma Michele non ci va perché si sentirebbe male a spendere 80 dollari per una cena (una volta gli è successo, e si è sentito davvero male haha) . E quindi mette in bilancio 40 dollari a cena, circa 80 dollari a settimana, che fanno 320 dollari al mese. Poi ovviamente Michele ha voglia di divertirsi, un paio di serate fuori a bere a settimana non se le fa mancare, oltre a diversi happy hour. Quando esce il fine settimana, venerdì e sabato, beve circa tre, quattro drink a sera, e va in locali carini ed eleganti. In media spende quindi 50 dollari il sabato, 50 il venerdì, più qualche happy hour durante la settimana, ma lì paga a metà prezzo e se la cava con 20 dollari. Dunque in tutto sono 140 dollari a settimana di drink. 560 dollari al mese.  

Ma quando non mangia fuori, mangerà a casa. In realtà lavora a Midtown, e pranza nei Deli che ci sono lì vicino, o nei ristoranti che fanno il lunch speciale. Si paga a peso, e in genere se la cava con 10 dollari al giorno, per cinque giorni, a cui va aggiunto il caffè e il cornetto la mattina, a volte uno yogurt, in tutto 5-6 dollari di colazione e caffè  ogni giorno. Facendo i calcoli siamo a 75-80 dollari a settimana, sono 320 al mese.

Per fare la spesa per casa, considerato che mangia sempre fuori, se la cava con un 50-70 dollari a settimana. Altri 240 dollari al mese.

Mamma non c'è, e i panni chi li lava? 

Infine ci sono due altre spese che vanno considerate. La lavanderia. Una camicia la lavi pagando dai 2 dollari ai 3 dollari, mentre il resto va a peso. Le case newyorkesi non hanno le lavatrici, e nelle lavanderie a gettoni si perde troppo tempo. Altrimenti risparmierebbe. Si è fatto i calcoli, e spende circa 120 dollari al mese in lavanderia. E infine i taxi, che se vai di fretta, o sei stanco di sera, ogni tanto ci scappa. E sono altre 100 dollari al mese minimo.

Bisognerà pure vestirsi

Infine i vestiti. Michele ovviamente qui risparmia parecchio, perché vive a New York e  sa quando ci sono i grandi sconti, sa dove andare a cercare, e non veste Armani, si accontenta di Banana Republic. Quindi in genere durante l’anno non spende più di 1200 dollari. Che sono 100 dollari al mese.

Infine varie ed eventuali: un viaggetto fuori porta, un invito a cena a una ragazza, perde la chiave di casa e deve chiamare il ferramenta. Spalmati lungo un anno, gli imprevisti sono altri 60 dollari al mese.

Dunque facciamo i calcoli.  Addizioniamo tutto e arriviamo alla conclusione che per fare la vita da classe media single Michele deve spendere:  3080.5 dollari al mese!  

Chiaramente se riesce a dimezzare i soldi per cibo, vestiti e uscite, Michele può cavarsela con 2380.5 dollari al mese.

Ecco non si può dire che la vita sia economica!

 

Ecco l'elenco delle spese:

1000 $ affitto

116.50 $ metro

70 $ telefono

24 $ internet

50 $ elettricità

320$ cene fuori

560$ serate nei finesettimana e bevute varie

320$ colazione e pranzo a Midtown

240$ spesa per la casa e per la spesa

120$ lavanderia

100$ taxi

100$ vestiti

60$ imprevisti

Assicurazione sanitaria (vi auguro ve la paghi l'azienda, altrimenti dai 200$ al mese in su)