Notizie, curiosita',aneddoti, e fantasie su New York – tagged "vivere new york" – ilmioviaggioanewyork

Autenticamente New York

Perché considero New York la città più bella del mondo January 05 2018 4 Comments

Johnny Cavaliere

Non so se abbiate avuto la fortuna di visitare (e meglio ancora, vivere) la grande mela, spero di sì.
E' praticamente impossibile trovare una persona che non sia rimasta affascinata dalla luce che emana questa città e badate bene io non sto parlando delle luci di Times Square o dei milioni di neon sparsi per la città. La luce di cui vi parlo è quella sprigionata da qualunque cosa circondi e costituisca New York: i muri, le persone, le auto, l'asfalto, il fumo dai tombini ... Molte persone credono che io sia malato di New York, io invece credo che chiunque abbia un minimo di buonsenso non può che parlare bene di NYC.  

Ho viaggiato e viaggio abbasta (2/3 viaggi intercontinentali all'anno, almeno 4 in Europa e settimanalmente per l'Italia) e credetemi, neanche le più belle coste Californiane o la tanto acclamata San Francisco riesce in qualche modo a scalfire la magia e l'emozione che mi regala New York.
Sì perché New York è fatta così: ti regala sempre un'emozione unica, che porti con te sempre (nel mio caso quasi quotidianamente). Dire che è un sogno che si avvera è dire poco... sono andato a New York 3 volte negli ultimi 3 anni ed ogni volta la sensazione è quella di vivere davvero. Vivere davvero per me significa girarsi intorno, osservare le persone e lo scorrere della vita e pensare intensamente. Qualcuno di voi potrebbe dire: lo puoi fare benissimo nella città in cui vivi da 10 anni, Roma. Invece per me è tutt'altra cosa ( un qualcosa che non riesco a cogliere nel profondo di me stesso), è un qualcosa che rende tutto tremendamente inferiore a New York. Direi che è tutto abbastanza deludente. 

Per esempio, quando sono stato a Londra per la prima volta ero totalmente rapito da questa città (che reputo ancora oggi bella)... dopo qualche mese sono stato per la prima volta a NY e credetemi, ho ridimensionato Londra quasi reputandola un piccolo sputo della grande mela (e penso sia davvero così).
Forse perché le persone sono sempre così amichevoli a New York (anche in California devo ammettere), non ti giudicano mai (puoi uscire vestito in qulunque modo), non giudicano l'accento (il mio pessimo inglese, che comunque utilizzo bene per comunicare e prendendo il parallelismo con Londra, era un giudicare la persona in continuazione), e poi ancora le commesse nei negozi sorridono davvero e non per circostanza e ti aiutano davvero a scegliere i prodotti da acquistare e potrei continuare per ore. Praticamente funziona un po' tutto. Certo, viaggiare è una cosa e viverci è tutt'altra cosa... ma, seppur per viaggio (il primo è durato 30 giorni a NY) ho potuto toccare con mano quella che è la vera essenza di NY: una città che accetta tutti, che ti da la possibilità, che ti accoglie (come ha sempre fatto nella sua storia) ma che è pronta comunque ad espellerti se le carte non sai giocarle bene. 

Arrivati a questo punto qualcuno potrebbe dire: perché non ti trasferisci? Me la son sempre posta questa domanda. Probabilmente non è ciò che voglio davvero, altrimenti lo avrei fatto. Tendenzialmente però sono abituato sempre a vivere la vita senza troppi programmi (ovvero, vivo soltanto con alcuni pilastri come la famiglia che sto costruendo con la mia compagna, i sogni ed i viaggi che condividiamo) perciò chissà in futuro, mai dire mai. La domanda da porsi per chi già lavora in modo stabile e soddisfacente in Italia è: si guadagna abbastanza per vivere alla grande a New York, come da mie aspettative? Non saprei rispondere perché non conosco davvero queste dinamiche nella grande mela. Di sicuro so una cosa: se dovessi vivere a New York non mi accontenterei e non accetterei di fare una vita da "reddito medio", con tutto il rispetto per chi lo fa e vive a New York. Il perché é ovvio: questa città è tanto bella quante tentazioni offre... e se rifiuti sempre le tentazioni vivi praticamente male. Per tentazioni mi riferisco al: vivere in un bell'appartamento con tutti i comfort, andare a cena fuori senza chiedersi se davvero si ha disponibilità economica, fare shopping o semplicemente comprare qualcosa d'impulso. Perché New York è sfarzosa, è immensa ed è bellissima... vedere queste cose e non poterle assaporare, secondo me, è deprimente. Ecco, vedendo da questa prospettiva forse New York diventa più cattiva perché raggiungere questo livello di soddisfazione è davvero difficile, soprattutto per chi ha già una bella carriera e stabilità in Italia ed ha anche una certa età... Per questo motivo mi godo New York una volta all'anno, proprio come succede nei film,  film che ci hanno plasmato e ci hanno fatto innamorare di questa città. Personalmente credo che i film (che hanno su di me un effetto incredibile) mi hanno aiutato in alcune scelte: mi sono innamorato di Roma grazie a Sordi (e sono andato a studiare, lavorare e vivere in questa città), il mito di New York invece è stato plasmato da Frank Sinatra con le sue note, da Sergio Leone con quel capolavoro di C'era una volta in America e dai vari film Gangster movie che hanno visto New York come set cinematografico. Ed è proprio questo il punto: New York è la città più ripresa dalle cineprese nella storia del film, credete sia casuale? Certo che no. Semplicemente, è la città più bella del mondo. E ce lo dimostra anche Piero ogni giorno, con i suoi bellissimi video ed i suoi incredibili tour a New York.... a New York il mito ed il sogno diventano realtà anche con una semplice vacanza e qualche giorno per Manhattan. Dove troverete il cibo più vario e buono in assoluto, dove non si finirà mai di sognare e dove si trova l'ispirazione per qualunque attività... insomma, New York è davvero tanta roba e nessun'altra città riuscirà mai ad avermi!