Viaggiare a New York in tempo di Covid: tutto ciò che c’è da sapere – ilmioviaggioanewyork

Occorre utilizzare la mascherina nei nostri tour. Grazie.

Viaggiare a New York in tempo di Covid: tutto ciò che c’è da sapere

June 27 2021

Molti si stanno chiedendo, ultimamente, come e quando tornare a viaggiare negli Stati Uniti, e in particolare a New York. Con l’avvicinarsi imminente dell’estate sono tantissime le persone in Europa che vorrebbero prenotare il proprio biglietto aereo per la Grande Mela.

Con la pandemia il turismo newyorkese ha subito un duro colpo ma ora sembra vedersi la luce alla fine del tunnel. Pare infatti che si stia raggiungendo l’immunità di gregge con il 70% della popolazione vaccinata.

Le regole per viaggiare a New York post Covid

Dal 10 aprile 2021 coloro che hanno già ricevuto entrambe le dosi di vaccino (una dose sola per Janssen, il vaccino di Johnson&Johnson) o che sono immunizzati perché hanno contratto il Covid-19 possono viaggiare verso New York senza doversi sottoporre a tampone. I non vaccinati al momento non possono accedere negli Stati Uniti per turismo. Coloro che viaggiano per lavoro o studio invece, dovranno sottoporsi a tampone.

New York tornerà ad accogliere liberamente i turisti dal 1° luglio

Dal 1° luglio 2021 la città di New York riaprirà le proprie porte ai turisti. Sarà sufficiente presentare, al proprio ingresso nel paese, il certificato vaccinale abbinato all’ETSA. Le mascherine resteranno obbligatorie nei luoghi a rischio ma saranno facoltative all’esterno.

La città si prepara a ripartire anche dal punto di vista turistico, tutti i locali e le attività commerciali torneranno ai propri vecchi ritmi senza alcuna restrizione. Per viaggiare senza problemi sarà quindi necessario essere in possesso del Green Pass, un certificato speciale che viene rilasciato dopo aver effettuato il richiamo della prima dose di vaccino, e permette di spostarsi ovunque si voglia anche per turismo senza limitazioni.

New York meta del turismo vaccinale?

New York sta d’altra parte diventando anche meta del turismo vaccinale, ovvero di quegli spostamenti che permettono a tantissime persone di raggiungere la metropoli per ottenere la propria dose di vaccino. Si tratta di “turisti” provenienti da stati in cui sono parecchio indietro con la campagna vaccinale, come ad esempio molti stati del Sud America.

All’inizio del mese di maggio, il sindaco della città Bill De Blasio, ha annunciato di voler offrire ai turisti in arrivo a New York il vaccino Johnson&Johnson in punti strategici come Central Park o Times Square, facendo così decadere il pre-requisito di essere residenti nella Grande Mela per potersi vaccinare.

 

La lotteria di New York per chi si vaccina contro il Covid

Un’altra trovata interessante che si è portata avanti a New York il mese scorso per spingere anche i più titubanti a vaccinarsi è stata l’istituzione di una speciale lotteria a loro riservata. Infatti, chi si vaccinava tra il 24 e il 28 maggio riceveva un biglietto della lotteria, il cui montepremi era fissato a 5.000.000$.

Lascia un commento







Lascia un commento