Aeroporto di New York e disabili: come funziona? – ilmioviaggioanewyork

Occorre utilizzare la mascherina nei nostri tour. Grazie.

Aeroporto di New York e disabili: come funziona?

February 17 2022

New York, al contrario di quel che si pensa, è una città a misura di carrozzina, accessibile per un buon 90% e senza grandi barriere architettoniche. Gli aeroporti sono tutti ben attrezzati per i disabili e il personale è molto attento alle esigenze di chi si muove in sedia a rotelle.

Inoltre, contattando la compagnia aerea con cui si viaggia è possibile richiedere assistenza specifica in aeroporto, a seconda della disabilità riscontrata. Il personale dedicato vi seguirà in tutti i passaggi fino alla porta di uscita, compresi tutti i controlli di sicurezza e la prenotazione di un eventuale mezzo per raggiungere il centro di New York.

Raggiungere Manhattan dall'aeroporto

Il mezzo più comodo per raggiungere Manhattan dall'aeroporto è sicuramente il taxi, esistono i modelli adibiti appositamente al trasporto di carrozzine e riservate ai passeggeri disabili. Se siete soli, l'autista del mezzo vi fornirà anche l'assistenza necessaria per salire e scendere.

In alternativa, ci sono compagnie private che forniscono questo servizio specifico, ma i costi sono leggermente più elevati. Il servizio è prenotabile sia alla partenza, tramite la compagnia aerea, che direttamente in aeroporto al vostro arrivo.

Se invece volete optare per qualcosa di più economico c'è il NYC Airport Transfer, una navetta pubblica, accessibile anche ai disabili. Le corse sono abbastanza frequenti durante tutto l'arco della giornata. L'unico aeroporto da cui i collegamenti tramite mezzi pubblici sono più complessi è quello di La Guardia. 

Gli aeroporti di JFK e Newark sono ben collegati al centro di Manhattan anche con la metropolitana, ma è necessario controllare prima della partenza che la fermata di arrivo sia dotata di ascensore, in alternativa conviene scendere una fermata prima o dopo. 

Lascia un commento







Lascia un commento