Ghost Tour a New York: ecco dove! – ilmioviaggioanewyork

Occorre utilizzare la mascherina nei nostri tour. Grazie.

Ghost Tour a New York: ecco dove!

February 22 2022

New York è da sempre famosa per il suo spirito cosmopolita, i suoi infiniti grattacieli che toccano il cielo e la vita, che invade ogni sua strada a qualsiasi ora del giorno e della notte. Ma c'è un altro lato di questa metropoli, altrettanto affascinante: quello della New York magica

Ci sono edifici in questa città dalle storie inquietanti, che si dice nascondano ancora oggi strane presenze. Si mimetizzano perfettamente nei grandi blocchi di cemento della città, e mai un visitatore si immaginerebbe certe vicende racchiuse dentro quei muri. 

Avete mai pensato di fare un Ghost Tour a New York
Ecco gli edifici più infestati della Grande Mela!

Death House

Il nome è già tutto un programma, Death House è uno dei tanti edifici in mattoni rossi che popolano il Greenwich Village, sulla 10th Avenue, all'incrocio tra la 5° e la 6° strada. Avvicinandovi all'ingresso noterete, sulla sinistra, una targa che riporta un nome, quello di Mark Twain, e due date, 1900-1901. Il malcapitato ha vissuto in questa casa un solo anno, prima di essere assassinato, l'omicidio non è mai stato risolto.

Le voci narrano che chi abita in questo edificio difficilmente ci resta più di un anno. Pare, infatti, che il fantasma di Twain giri per il pianerottolo facendo i dispetti ai signori condomini. Inoltre, proprio questo palazzo, è stato utilizzato come location per un'altra storia terrificante, quella dell'omicidio di una bambina di soli 6 anni, negli anni '80. 

St. Paul Chapel

Ebbene sì, anche la St. Paul Chapel, famosa chiesa newyorkese, pare sia infestata dai fantasmi. Questa è l'ultimo edificio religioso della città rimasto intatto dalla Guerra d'Indipendenza. L'unica ad essere, non si sa come, ancora in piedi dopo la tragedia dell'11 settembre. Nel piccolo cimitero che circonda l'edificio è stato sepolto l'attore George Frederick Cook, che morì a causa di una lunga malattia e che decise di donare la sua testa alla scienza. Fu così sepolto senza testa, e quest'ultima pare che, dopo le sperimentazioni scientifiche, fu utilizzata per gli spettacoli di Shakespeare fino a che sparì nel nulla.

La notte ora circola voce che se si guarda attraverso le inferriate del cancello del cimitero, si nota un uomo senza testa vagare tra le tombe presenti alla ricerca di qualcosa (la sua testa appunto). 

White Horse Tavern

La White Horse Tavern è un'antica taverna del West Village, all'incrocio tra la 11° strada e Hudson Street. Da qui sono passati numerosi personaggi illustri, tra cui il poeta Dylan Thomas, che una sera nel tentativo di superare il suo record e di bere più di 18 shottini di Whisky, si ubriacò talmente tanto che appena uscito dall'edificio cadde a terra sbattendo violentemente la testa. Morì il giorno dopo a causa del trauma. 

Da allora, nella sala interna della taverna è presenta una targa che lo commemora. Molti, ancora oggi, sostengono che ogni tanto il suo fantasma venga a far visita a questo luogo, lo si può vedere seduto comodamente al bancone a sorseggiare il suo whisky preferito, oppure camminare avanti e indietro davanti alla porta di ingresso.

E voi ci credete alle storie di fantasmi?

Se l'argomento vi affascina vi segnalo un tour molto interessante, quello dei borghi dei morti, un viaggio lungo storie dimenticate della vecchia e nuova New York. Potete trovare qui tutte le informazioni che vi servono.

Lascia un commento







Lascia un commento