+Pool: la nuova piscina galleggiante in arrivo a New York – ilmioviaggioanewyork

Occorre utilizzare la mascherina nei nostri tour. Grazie.

+Pool: la nuova piscina galleggiante in arrivo a New York

September 25 2021

New York si sa, è una città in continuo movimento che non sta mai ferma, le trasformazioni si susseguono continuamente e chi la visita, anche a distanza di pochi anni dalla prima volta, non la trova mai la stessa.

In arrivo una piscina fluttuante nel fiume Hudson

L'ultimo progetto che presto vedrà la luce nella Grande Mela è una piscina fluttuante in mezzo all'Hudson con vista sullo skyline di Manhattan. Vasche di lunghezza olimpionica direttamente nell'East River.

Per arrivare alla fase di creazione vera e propria del progetto ci sono voluti 10 anni, in cui sono stati fatti crowdfunding ed eseguiti test. Ora, finalmente, le autorità cittadine hanno dato il via libera alla creazione di questa innovativa piscina pubblica. 

Il progetto prende il nome di Pool+ e sarà formato da un'isola galleggiante dove verrà realizzata questa vasca olimpionica con 285.000 galloni d'acqua. La struttura sarà completamente eco-sostenibile e green, infatti saranno presenti delle specifiche membrane filtranti che renderanno l'acqua sicura e pulita e allo stesso tempo bonificheranno anche l'area di fiume circostante. Ogni giorno saranno ripuliti 600.000 galloni d'acqua del fiume. 

Pool+

Come è nato il progetto

Il progetto è stato portato avanti tutti questi anni da PlayLab, uno studio creativo newyorkese senza scopro di lucro che negli ultimi anni ha lavorato duramente per sviluppare la tecnologia che sarà alla base del sistema filtrante della piscina. La struttura galleggiante troverà poso proprio sotto il Manhattan Bridge e sarà accessibile a tutti.

L'idea è nata, oltre che per fornire un servizio pubblico che permettesse di sfruttare maggiormente il fiume da parte della comunità, anche come gesto di salvaguardia ambientale. L'idea era quella di ribaltare il concetto di "a basso impatto" trasformando il progetto in "alto impatto" a livello ambientale. 

La piscina avrà una forma a T e questo le permetterà di ospitare diverse attività: nuoto olimpionico, zona ragazzi e zona bimbi. 

Filtrare l'acqua in un fiume come l'Hudson è importantissimo perché la qualità delle acque pubbliche sta diventando un problema non trascurabile in America. Il sistema fognario della Grande Mela è molto vecchio e questo purtroppo causa la fuoriuscita nel fiume di acque reflue. 

Già nel 2019 PlayLab aveva creato una piccola installazione a forma di più che aveva fatto galleggiare nell'Hudson per un po'. Una luce cambiava colore a seconda della qualità dell'acqua. Inutile dire quale sia stato il colore predominante. 

Non ci resta che attendere qualche mese per vedere nascere questa piscina galleggiante che sorgerà dalle acqua dell'East River!

Lascia un commento







Lascia un commento